[Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

francesco.p90

New member
Iscritto dal
28 Settembre 2012
Messaggi
2
Salve a tutti,
frequento il forum alverde da parecchio tempo come ospite.
Oggi ho deciso di registrarmi per poter discutere con voi di commercio elettronico e guadagni online.
Ho letto tantissimi articoli su come avviare un'attività di commercio elettronico e la maggior parte di essi sono chiari. Ho deciso però di dare anche un mio piccolo contributo, sulla base della mia personale esperienza, spiegando cosa bisogna fare per aprire un'attività di e-commerce, passo-passo, nella speranza di poter essere d'aiuto per qualcuno e nella speranza di riuscire a colmare tutti quei dubbi che molto spesso sorgono quando si vuole avviare un'attività del genere.

Serve la Partita IVA?

Uno dei dubbi più comuni è se sia neccessario aprire la Partita IVA, oppure no. In base al Decreto del Presidente della Reppublica 633/72, l'imposta sul valore aggiunto (IVA) va applicata ogni qual volta un bene o un servizio subisce un incremento del suo valore (valore aggiunto) ad ogni passaggio economico e, grazie ad un sistema di addebito, grava esclusivamente sul consumatore finale. Veniamo al dunque: quando serve la Partita IVA?
Se l'attività di vendita di un bene o di un servizio è occasionale non è necessario avere una Partita IVA. Cosa intende la legge per occasionalità?
Si intende un'attività dalla quale ne derivi un guadagno massimo di 5000 euro annui con prestazioni di durata inferiore a 30 giorni (come sancito dalla Legge Biagi del 2003).
Se il guadagno supera i 5000 euro annui o ci si presta all'attività per più di 30 giorni la partita IVA è, senza dubbio, necessaria.

Come aprire la Partita IVA?

Bisogna effettuare una Comunicazione Unica al Registro Delle Imprese online.
Collegatevi al sito ComunicaStarweb (lo trovate su Google) e utilizzate il software Comunica Starweb messo a disposizione da Infocamere: seguendo tutta la procedura guidata e compilando tutti i campi richiesti, potrete ottenere la Partita IVA (per mancanza di tempo non mi soffermo sull'utilizzo di questo software, magari in seguito aggiornerò).

I soggetti non tenuti all’iscrizione nel registro delle imprese ovvero alla denuncia al REA, dal 1° aprile 2010 non sono obbligati ad effettuare la Comucazione Unica e possono direttamente presentare all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni AA09/11 (per le persone fisiche) e AA07/10 (peri soggetti diversi dalle persone fisiche). Trovate i moduli in allegato a questo post!

Avvio Attività

Non appena ottenete il vostro numero di Partita IVA dovete comunicare l'avvio di attività di e-commerce, semplicemente compilando il modulo MOD.COM.6 Bis (anche questo modulo lo trovate in allegato) e consegnarlo al comune di Residenza.
Se dopo 30 giorni non ricevete risposta, vige la regola silenzio assenso.
Passati 30 giorni (se non avete ricevuto richieste o risposte) potete inviare una copia del modello MOD.COM.6 Bis al Registro delle Imprese, telematicamente.

Avete finito!

Una volta inviata la copia del modello, possiamo cominciare a vendere con la certezza di essere in regola!

Sono graditi commenti/critiche/aggiunte.
Se ho commesso errori avvisatemi e correggerò immediatamente.

* Nel caso di attività di commercio di prodotti alimentari bisogna seguire altre procedure specifiche per la garanzia dell'igiene ecc. Questa guida non è del tutto adeguata per questo tipo di attività.

** Questa guida non vuole e non deve sostituire il consiglio del commercialista. Anzi per via cautelativa, non assicuro sulla certezza delle informazioni. E' solo un'aiuto ulteriore.
 
Ultima modifica:

DonClaudissimo

Direttore del forum
Staff Forum
Iscritto dal
13 Gennaio 2005
Messaggi
23,991
Riferimento: [Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

Ottima discussione che merita un posto di rilievo nella sezione, grazie per l'ottimo primo post ;)
 

John24

Moderatore in pensione
Iscritto dal
9 Gennaio 2010
Messaggi
5,642
Riferimento: [Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

Grazie anche da parte mia.
Una richiesta, perché forse il punto non è chiaro e credo che interessi a molti sul forum, da quanto leggo sembrerre che sia possibile avviare l'attività anche senza partita iva.
In questo caso il limite dei 30 giorni a cosa si riferirebbe? ad un sito che rimane attivo solo 30 giorni l'anno?
Grazie
John24
 

francesco.p90

New member
Iscritto dal
28 Settembre 2012
Messaggi
2
Riferimento: [Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

Hai perfettamente ragione Jhon24. Nel primo post sono stato un pò impreciso nella definizione dei limiti!

In realtà quando parlo di prestazione con durata totale massima di 30 giorni mi riferisco a tutte quelle attività prestate per conto di un committente.
E' evidente che in un'attività di vendita occasionale non ha senso parlare di continuità della prestazione, se non altro perché non c'è modo di dimostrarne la durata.
Intendiamoci: a rigore la tua attività di vendita occasionale non dovrebbe occuparti per più di 30 giorni dell'anno solare, ma capisci bene che come può un autorità stabilire se le tue vendite ti hanno occupato per 30 o più giorni? Evidentemente non è possibile! (a meno che non rilasci ricevute fiscali, che possono essere collocate temporalmente, ma se rilasci una ricevuta fiscale significa che hai una Partita IVA e quindi ci troviamo di fronte ad un contraddittorio!)

In definitiva, in un'attività di vendita, l'importante è restare sotto i 5000 euro annui (anno solare) e nessuno verrà mai a darti fastidio!


Vorrei però chiarire che il limite dei 5000 euro è stato imposto, in quanto ritenuto idoneo a tutte le esigenze di vendita di oggetti che, ad esempio, abbiamo in casa e non usiamo più o non abbiamo mai usato (libri usati, oggetti che non usiamo più, doppi regali, nostre piccole creazioni di cui vogliamo disfarci ecc.); ma in ogni caso se sei sotto i 5000 euro non può partire un controllo da parte delle autorità e quindi non possono sapere cosa hai venduto se sei sotto quel tetto massimo (quindi...)!

Ovvio che bisogna prestare molta attenzione ai guadagni.
I carissimi utenti di Ebay ricorderanno la vicenda di un quarantenne ragusano denunciato dalla Guardia di finanza per aver superato i 5000 euro con la vendita di cianfrusaglie (in realità negli anni riusci a ricavare 280.000 euro! :p, quindi diciamo che è un caso estremo)*

Spero di essere stato chiaro! :)

*Avrei voluto linkarvi l'articolo dove è raccontata la storia dell'evasore ragusano di ebay, di cui vi dicevo,ma non posso in quanto ho meno di 5 messaggi :)
 
Ultima modifica:

Ichan

User
Iscritto dal
18 Aprile 2012
Messaggi
40
Riferimento: [Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

Io aggiungerei i costi dell'inps/inail, che sono circa 3.200 l'anno (anche se si sceglie il regime dei minimi); per il resto perfetto, e grazie della guida!
 

fuoribanda

User
Iscritto dal
31 Gennaio 2013
Messaggi
37
Riferimento: [Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

Scusate ma per quanto riguarda il drop ship valgono le stesse regole? Se il passaggio fornitore/venditore non scaturisce in un aumento del prezzo per il consumatore, diventa l'apertura della P.IVA ininfluente?
Servirebbe una guida molto dettagliata su questa nuova forma di e-commerce e ancora non ho trovato nulla di esauriente per chi come me vorrebbe avviarsi.
 

Glorinha

User Attivo
Iscritto dal
8 Luglio 2011
Messaggi
401
Riferimento: [Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

Non appena ottenete il vostro numero di Partita IVA dovete comunicare l'avvio di attività di e-commerce, semplicemente compilando il modulo MOD.COM.6 Bis (anche questo modulo lo trovate in allegato) e consegnarlo al comune di Residenza.
Se dopo 30 giorni non ricevete risposta, vige la regola silenzio assenso.
Passati 30 giorni (se non avete ricevuto richieste o risposte) potete inviare una copia del modello MOD.COM.6 Bis al Registro delle Imprese, telematicamente.
Bisogna veramente aspettare 30 giorni?!? A me questa cosa non risulta.
 

Camone

New member
Iscritto dal
1 Novembre 2013
Messaggi
1
Riferimento: [Guida] Come avviare un'attività di commercio elettronico

Hai perfettamente ragione Jhon24. Nel primo post sono stato un pò impreciso nella definizione dei limiti!

In realtà quando parlo di prestazione con durata totale massima di 30 giorni mi riferisco a tutte quelle attività prestate per conto di un committente.
E' evidente che in un'attività di vendita occasionale non ha senso parlare di continuità della prestazione, se non altro perché non c'è modo di dimostrarne la durata.
Intendiamoci: a rigore la tua attività di vendita occasionale non dovrebbe occuparti per più di 30 giorni dell'anno solare, ma capisci bene che come può un autorità stabilire se le tue vendite ti hanno occupato per 30 o più giorni? Evidentemente non è possibile! (a meno che non rilasci ricevute fiscali, che possono essere collocate temporalmente, ma se rilasci una ricevuta fiscale significa che hai una Partita IVA e quindi ci troviamo di fronte ad un contraddittorio!)

In definitiva, in un'attività di vendita, l'importante è restare sotto i 5000 euro annui (anno solare) e nessuno verrà mai a darti fastidio!


Vorrei però chiarire che il limite dei 5000 euro è stato imposto, in quanto ritenuto idoneo a tutte le esigenze di vendita di oggetti che, ad esempio, abbiamo in casa e non usiamo più o non abbiamo mai usato (libri usati, oggetti che non usiamo più, doppi regali, nostre piccole creazioni di cui vogliamo disfarci ecc.); ma in ogni caso se sei sotto i 5000 euro non può partire un controllo da parte delle autorità e quindi non possono sapere cosa hai venduto se sei sotto quel tetto massimo (quindi...)!

Ovvio che bisogna prestare molta attenzione ai guadagni.
I carissimi utenti di Ebay ricorderanno la vicenda di un quarantenne ragusano denunciato dalla Guardia di finanza per aver superato i 5000 euro con la vendita di cianfrusaglie (in realità negli anni riusci a ricavare 280.000 euro! :p, quindi diciamo che è un caso estremo)*

Spero di essere stato chiaro! :)

*Avrei voluto linkarvi l'articolo dove è raccontata la storia dell'evasore ragusano di ebay, di cui vi dicevo,ma non posso in quanto ho meno di 5 messaggi :)
durata complessiva di 30 giorni le prestazioni non è piccolo. quindi dobbiamo mantenere il sistema di gestione per ottenere una migliore uscita. ma devo tesi circa i dati di quello che sta dando seguito al piano interrato sistema.
 

Caygri

Power User
Iscritto dal
17 Novembre 2008
Messaggi
1,133
alla camera del commercio si mette anche la voce attività innovativa?
 

misterx888

User
Iscritto dal
2 Novembre 2019
Messaggi
20
la p.iva serve più per un discorso di accesso a determinate condizioni di acquisto vs i fornitori rispetto al punto di vista fiscale.
Con questo non voglio creare assolutismi e tanto meno invitare nessuno a compiere azioni diciamo non ordinarie.

Parliamo sempre di attività imprenditoriale e quindi peculiare di aleatorità pertanto se fatta tanto vale farla bene.

Poi dipende perché se trovi ad es. delle situazioni di acquisto con scontrino potresti anche pensare di farti un periodo di prova così alla rinfusa, sfruttando in primis tutti i portali di annunci e marketplace del momento.

Io circa 6/7 anni fa partii molto carico con sito ecommerce ecc. ma ti dirò che il 99% delle prime vendite erano tutte mediante annunci e mai sul sito dedicato.
 
Top