I Social in azienda crescono, ma dove sono i risultati?

User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: I Social in azienda crescono, ma dove sono i risultati?

  1. #1
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Località
    .
    Messaggi
    5,646
    Ringraziamenti ricevuti
    654
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    26
    Uploads
    6

    Predefinito I Social in azienda crescono, ma dove sono i risultati?

    È uscito il consueto rapporto Hootsuite Barometer, una guida che approfondisce il mondo dei Social Network applicati alle aziende. Si tratta di una cartina tornasole molto interessante, secondo me: offre una chiave di lettura ad ampio respiro che in qualche modo funziona come “bussola” per chi lavora nel marketing di un’azienda e vuole capire “dove va il mondo” della comunicazione.

    Clicca qui per leggere l'articolo
    Ultima modifica di paolo.moro; 20-11-18 alle 04:39 PM
    Replica con @paolo.moro utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  2. #2
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    212
    Ringraziamenti ricevuti
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Re: I Social in azienda crescono, ma dove sono i risultati?

    Ok, molte aziende utilizzano i social, ma in che modo? Perché da quello che si vede in Italia, i profili aziendali sono per lo più vetrine in cui tentano di pubblicizzare i loro prodotti, riscuotendo ben poco interesse e ancora meno iscritti. Alcuni ottengono molto di più sponsorizzando gli influencer e lasciando che siano loro a promuovere l'azienda via social. Ma credo che anche questo sistema abbia i tempi contati, perché l'utenza si sta facendo sveglia ed è sempre meno propensa a farsi abbindolare tramite spot mascherati da "io uso questo e mi trovo bene".

    Il problema, secondo me, è che molte aziende ritengono che i social non siano altro che una banale alternativa alla pubblicità tradizionale (giornali, tv) e li utilizzano allo stesso modo, ottenendo risultati risibili. Ma non solo i social, anche il web. Basta osservare la maggior parte dei siti aziendali, spesso per nulla ottimizzati, estremamente piatti e con pochissime informazioni utili.

    Questa è un'era difficile, in termini di comunicazione. Ed è paradossale, se si pensa alla quantità di strumenti mediatici a disposizione. Utilizzarli è alla portata di tutti, ma è difficilissimo farlo nel modo corretto. Basta dare un'occhiata a Youtube, per accorgersi di quanti canali interessanti siano seguiti da pochissime persone. E questo perché i contenuti ci sono, ma sono presentati in un modo poco invitante.

    Persino famosissimi youtuber stanno perdendo iscritti a vista d'occhio e spesso non riescono a capirne il motivo. La verità è che la gente si annoia in fretta e che cambiare non è facile. L'unica strada percorribile a livello aziendale, credo sia investire seriamente nella comunicazione a tutto tondo, pagando fior di professionisti per capire quale sia la strategia più adeguata alle proprie esigenze. Sembra una cosa banale, ma tantissime aziende (soprattutto quelle piccole) ancora lasciano creare il sito aziendale a figli e nipoti, per il semplice fatto che non credono più di tanto nel web, proprio a causa dei risultati che non arrivano. Il proverbiale cane che si morde la coda.
    Replica con @Xevious utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •