User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Più contenuti meno traffico: studio sui siti di avvocati

  1. #1
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    2,261
    Ringraziamenti ricevuti
    428
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    10
    Uploads
    0

    Predefinito Più contenuti meno traffico: studio sui siti di avvocati

    "Il contenuto è re" è stato sempre il ritornello SEO che ha generato migliaia di pagine di contenuti.Poi c'è stata la spinta verso "contenuti di qualità," a seguito di numerosi aggiornamenti Panda di Google.
    Ma un dubbio SEO inizia a sorgere: è necessario continuare ad alimentare la bestia contenuti?

    Proviamo a seguire lo studio che ha condotto Conrad Saam (fondatore e direttore generale di Mockingbird Marketing, un'agenzia di marketing online offrendo avanzata esclusivamente per il settore legale).
    Il settore legale in USA è una nicchia super-competitiva, sopratutto per la keyword "avvocato auto incidente" e "Le prime 10 cose da fare Dopo aver tamponato".
    Gli studi legali USA hanno piccole squadre di sviluppatori di contenuti in-house e il CMS maggiormente utilizzato è WordPress, che spesso genera pagine di contenuto identico attraverso l'attuazione eccessivamente aggressiva di tag, categorie e pagine d'autore.
    Quindi in sostanza, nei siti degli avvocati USA, abbiamo migliaia, se non decine di migliaia di pagine generate con una variazione sottilissima dei contenuti stante la ristretta pletora di "domande legali che si rivolgono a Google" e spinta dai SEO che sostengono "producete molti contenuti di qualità". La stragrande maggioranza di queste pagine però non ricevono alcun traffico in entrata ed esistono siti gonfi di contenuti di qualità ma molto simili.
    Quelli che seguono sono tre casi di studio per studi legali in cui abbiamo un mucchio di contenuti del sito con un aumento persistente conseguente traffico di ricerca in entrata.

    Sito I: Pagine calo 63%; traffico fino 61%

    Tra l'8 luglio e 11 ottobre, 2016, il sito in questione è passato attraverso un processo di consolidamento e la rimozione di pagine con contenuti molto simili. Alcuni dei contenuti erano veramente utile per un utente, ma esclusi a priori dal traffico di ricerca. Un buon esempio di queste pagine escluse dai motori di ricerca sono state le pagine con le leggi e statuti copiati direttamente da siti governativi statali - 50 pagine in tutto per le diverse leggi in 50 stati diversi. Queste pagine sono veramente utile ad un utente, ma non devono mai essere indicizzati.
    Altre pagine escluse sono state quelle con varianti sottili di temi di contenuto che dovevano essere consolidate in un singola pagina specifica. Nei grafici qui sotto, potete vedere un calo iniziale a metà agosto, seguito da un drastico calo nel mese di ottobre, che è seguita da immediata un aumento 61 per cento del traffico di ricerca.
    1.jpg
    Sito II: Pagine calo del 32%; traffico in aumento del 36%

    In questo secondo esperimento hanno tagliato i contenuti in tre date diverse. Si tratta di un sito WordPress con i tag ampiamente abusati e categorie, con la conseguenza di tonnellate di contenuti duplicati. Essi avevano anche generato una grande quantità di pagine di Q & A.
    Il 10 giugno, hanno lasciato 10 pagine di contenuto esatto duplicato. In seguito, il 21 giugno, non hanno indicizzato 147 pagine generate da media, tag e categorie. Infine, il 27 settembre, hanno consolidato di 65 pagine con contenuti molto sottile Q & A-style. Come si può vedere nei grafici qui sotto, la lenta, costante diminuzione di pagine indicizzate è stata rispecchiata da una lenta, costante aumento del traffico organico in entrata.
    1.jpg
    Sito III: Pagine in calo del 13%, il traffico in crescita del 37%

    Il terzo esempio è un sito per il quale hanno avuto una difficoltà a generare un miglioramento significativo. Ma il 5 ottobre 2016, aveva149 pagine generate dai tag WordPress e le hanno tutte rimosse dalla sitemap XML.
    Hanno fatto lo stesso per 10 pagine relative a 10 autori differenti del sito. È possibile vedere l'impatto immediato nel traffico persistente. Questo è un esempio lampante di come una implementazione ben intenzionata, ma aggressiva di pagine auto-generate di WordPress comportano una diminuzione del traffico in entrata.
    1.jpg
    Più contenuti, più problemi

    Naturalmente, niente di tutto questo dovrebbe essere sorprendente. Ma noi continuiamo a sentire il coro di "content is king", che incoraggia i proprietari dei sit. Quello che ha trovato Saam è che, in molti casi, meno contenuti significa più traffico.

    Che ne pensate?


    Replica con @investor6 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  2. I seguenti utenti hanno ringraziato investor6 per questo utile post:

    salcapolupo (21-12-16)

  3. #2
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    5
    Ringraziamenti ricevuti:
    1
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Re: Più contenuti meno traffico: studio sui siti di avvocati

    Content is king, affinche si tratta ti pagine non copiate da fonti con authority molto piu grandi del proprio e se sopratutto quel "content" viene condiviso e c'e' un'interrazione con l'utenza.

    Da non sottovalutare anche il fatto del link juice che la home ha per poterla distribuire giu per la hierarchia del sito. Pertanto, presumo che l'aumento del traffico e' sopratutto avvenuto dal miglioramento nelle posizioni SERP sulle altre pagine del sito (che hanno avuto piu link juice essendo che molte pagine sono state eliminate).

    Un bel case story grazie per averlo condiviso.
    Replica con @Astrit utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  4. #3
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,085
    Ringraziamenti ricevuti
    252
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    2
    Uploads
    0

    Predefinito Re: Più contenuti meno traffico: studio sui siti di avvocati

    Caso simile per un mio cliente, che aveva creato una marea di tag senza senso, è bastato rimuovere i tag in quanto erano inutili, deindicizzarli e il traffico è tornato a salire.
    Replica con @zaghor utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •