Passaggio da Vecchio Regime dei Minimi al Regime Semplificato

User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Passaggio da Vecchio Regime dei Minimi al Regime Semplificato

  1. #1
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    493
    Ringraziamenti ricevuti
    35
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Passaggio da Vecchio Regime dei Minimi al Regime Semplificato

    Molto probabilmente l'anno prossimo fuoriesco dal vecchio regime dei minimi (quello delle tasse al 5%) per passare al Regime semplificato.

    Volevo sapere, le differenze quali sono?
    Allora da quello che ho capito, inizierò a pagare l'iva 22% su ogni fattura, cosa che con il regime dei minimi non avveniva. Ed è la prma differenza.
    Mentre oggi pago un imposta fissa del 5%, passando al regime semplificato questa imposta viene sostituita dall' IRPEF secondo i vari scaglioni. Giusto?
    Dovrò pagare le addizionali regionali e comunali, come si calcolano queste spese?

    Per quanto riguarda l'inps, con il regime fiscale dei vecchi minimi, fino a 13.330 euro pago i 4mila euro fissi annui, se supero i 13.330 pago l'eccedente. La stessa cosa funziona con il regime semplificato?

    Ringrazio in anticipo chi mi aiuterà a capire
    Replica con @10Gaetano10 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  2. #2
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    , , .
    Messaggi
    2,882
    Ringraziamenti ricevuti
    254
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Downloads
    3
    Uploads
    0

    Predefinito Re: Passaggio da Vecchio Regime dei Minimi al Regime Semplificato

    Buongiorno

    Le differenze sono molte e non è neppure detto che le imposte siano maggiori in quanto nel regime dei minimi non si possono scaricare molti costi e spese che al contrario in regime ordinario dove è possibile dedurli (il semplificato è un regime ordinario).

    Le differenze principali sono che si sara iva da aggiungere in fattura e versare probabilmente trimestralmente (varia a secondo le dimensioni del fatturato).

    A livello di imposte si avra irpef (dal 23% in su), le addizionali regionali e comunali (cica 0,90%), irap (4%) + tutti gli acconti relativi le imposte (in regime dei minimi aveva solo il 5% di imposta unica).

    A livello di inps non cambia nulla.

    A livello di contabilita il costo è da 2 a 3 volte circa in quanto nel regime dei minimi non esiste contabilita, al contrario in regime ordinario è obbligatoria la contabilita (registrazione fatture in partita doppia) e i versamenti periodici di iva.

    E' piu impegnativo a livello di contabilita il regime ordinario dunque è una scelta che va valutata con attenzione col proprio commercialista dato che per redditi medio-bassi è molto dispensioso il regime ordinario.

    un Saluto
    SuperAdv.com - Network Di Affiliazione Con Campagne Cpc - Cpl - Cps - Cpa - Dem
    AdvHits.com - Directory Gratuita E Servizi Pubblicitari Per Siti E Social Network
    Replica con @guadagnaeuro utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  3. I seguenti utenti hanno ringraziato guadagnaeuro per questo utile post:

    10Gaetano10 (29-09-16)

  4. #3
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    493
    Ringraziamenti ricevuti
    35
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Re: Passaggio da Vecchio Regime dei Minimi al Regime Semplificato

    Facciamo degli esempi concreti:

    dovessi fatturare 70 mila euro, con 25 mila euro di spese. Quanto mi rimane in mano?
    Replica con @10Gaetano10 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  5. #4
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1,125
    Ringraziamenti ricevuti
    33
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    1
    Uploads
    0

    Predefinito Re: Passaggio da Vecchio Regime dei Minimi al Regime Semplificato

    sui 45.000€ rismasti di calcolano le tasse...penso sui 20-25000€
    Ultima modifica di Caygri; 01-10-16 alle 08:24 AM
    Caygri.com Sviluppo personalizzato di Moduli/Plugin e specialisti nell'ecommerce.
    ServerOutlet.it Hosting,Hosting Reseller, VPS e Server Dedicati Managed
    Replica con @Caygri utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  6. #5
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    611
    Ringraziamenti ricevuti
    222
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Re: Passaggio da Vecchio Regime dei Minimi al Regime Semplificato

    Su 45.000 si applicano attualmente le aliquote IRPEF a scaglioni (23%, 27%, 38%), pari a 13.420 € (aliquota media 29,8%). Oltre a questo ci sono però da calcolare detrazioni d'imposta (come spese mediche, carichi di famiglia, detrazione per lavoro autonomo/impresa, che abbassano l'imposta da versare), nonché i contributi previdenziali (se dovuti).
    Inoltre bisogna tenere conto che i contributi previdenziali versati in corso d'anno sono oneri deducibili e quindi abbassano il reddito imponibile.
    E' difficile una stima generica poiché ci sono tante variabili in gioco (come detto sopra, oneri deducibili e detrabili).

    Anticipo che dal 2017 potrebbe entrare in vigore un'aliquota secca del 24% per il reddito d'impresa/lavoro autonomo che viene reinvestito nell'attività (ossia non viene prelevato per esigenze personali). Ma ne sapremo di più da metà ottobre e verso dicembre con l'approvazione definitiva della Legge di Stabilità/Bilancio 2017.
    Studio D'Angelo - Dottore Commercialista a Padova & online - www.dangelos.it - Like us on Facebook
    Replica con @studiodangelo utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •