Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

User Tag List

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 30

Discussione: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

  1. #1
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8
    Ringraziamenti ricevuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Salve a tutti,


    la maggior parte degli utenti di questo forum immagino siano nella siutazione in cui con i loro siti ottengono un guadagno mensile(+ o meno fisso).
    C'è chi arrotonda lo stipendio, chi studia e si ripaga le spese dell'hosting ecc ecc


    Io scrivo per chiedere un parere agli utenti del forum che con il web ci vivono, quelli che hanno nei loro siti la loro fonte di sostentamento.
    Spero di sentire qualche vostra esperienza in modo da farmi un'idea su quali passi intraprendere nel prossimo futuro.


    Vi spiego velocemente la mia situazione:
    Ho 34 anni e fortunatamente dopo anni di collaborazioni da alcuni anni ho un lavoro fisso (tempo indeterminato) per una webagency della mia zona (stipendio 1.300 x 13 mensilità) e nel tempo libero (piena notte) sviluppo siti per conto mio (nn x clienti, ma solo progetti miei) su cui posso sperimentare (ed ovviamente guadagnare: con adsenseicon ed affiliazioni varie).


    Naturalmente sono in regola per questa mia seconda attività (partita ivaicon , regime dei minimi) e negli anni questi progetti personali si sono sviluppati, alcuni son cresciuti, altri son naufragati ed attualmente ne gestisco una ventina.


    Quotidianamente sono lontano da casa per circa 10 ore per il mio lavoro "normale". Parto alla mattina e torno alla sera.
    Poi rientro e mi godo la serata e se prima di andare a letto ho ancora un po' di voglia (sempre + rara) controllo che tutto funzioni e sviluppo qualcosa .... diciamo 1ora al giorno, max 2 se sono ispirato, poi crollo.


    Bene, negli anni i guadagni son cresciuti abbastanza costantemente e da 6 mesi grazie ai miei siti guadagno mediamente 1.500 - 1.600 euro al mese. Per me è una cifra enorme!


    Ed eccoci al mio dubbio:

    Se lasciassi il mio lavoro fisso e dedicassi quelle 10 ore al mio "secondo lavoro", quindi lavorassi solo per me, quanto potrei incrementare i miei guadagni mensili secondo voi? Nuovi progetti, migliorie agli attuali ... ecc ecc


    Converrebbe fare il salto tutto in una volta o parlo in due step (se possibile)? Prima un part-time e poi lasciarlo definitivamente?
    In entrambi i casi avrei da pagare l'iscrizione all'inps ecc ecc, cose che ora non devo pagare in quanto lavoratore dipendente a tempo indeterminato.


    Qualcuno di voi credo sia già passato per questa situazione .... come vi è andata? quando avete deciso che era il momento per il salto? come posso essere certo che il mio guadagno mensile domani non crolli in seguito ad una nuova bizzarria di google?


    Beh, spero che qualcuno possa raccontarmi la sua esperienza e magari farmi capire meglio come muovermi in questo momento.
    Replica con @quigly utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  2. #2
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    569
    Ringraziamenti ricevuti
    28
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    1
    Uploads
    0

    Predefinito

    Ciao. Secondo me se possibile conviene un passaggio graduale.

    Non conoscendo i tuoi progetti non saprei cosa dire, l'unico consiglio che ti posso dare è di differenziare le entrate.

    Buon business!

    Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk
    Prodotti Tipici Calabresi - Il mio ultimo progetto!
    Replica con @lauruccia utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  3. #3
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    253
    Ringraziamenti ricevuti
    26
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    1
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Ciao,
    personalmente utilizzo il web per "arrotondare" avendo già un lavoro fisso e per come la vedo io, non lo lascerei per nulla al mondo. Vedi, il web, è quanto di più imprevedibile ci possa essere. adsenseicon ti banna come niente fosse, e chiunque può farti bannare il sito da google se lo vuole. Tutto ancora troppo precario.

    IMHO .
    Replica con @MarioBarbato utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  4. #4
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,090
    Ringraziamenti ricevuti
    949
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Non ci sono risposte fisse. Tieni presente che anche il famoso lavoro a tempo indeterminato non esiste più, almeno non è più come un tempo. Io ho lasciato e mi sono messo in proprio: mi va benissimo. La scelta comunque spetta a te, non puoi fare quello che ti dicono gli altri. In linea generale possiamo raccontarti le nostre esperienze, ma la mossa finale è di tua competenza

    Al momento, mi sentirei di dire di mantenere il posto e continuare a lavorare nel tempo libero, poi fai una stima di crescita e di incassi in base al part-time e cerchi di moltiplicare per un ipotetico full-time. In teoria, perché le variabili sono sempre molte e insidiose.

    E poi, su cosa vorresti puntare in proprio: e-commerce, affiliazioni, ebook, app, cosa? Di certo non puoi affidarti solo ad adsenseicon, devi diversificare metodi di entrate, di traffico (mai dipendere solo da quello organico) e di competenze, anche se è meglio puntare su qualcosa o su un mercato che conosci bene
    Ultima modifica di Tattico; 10-03-14 alle 10:36 PM
    Replica con @Tattico utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  5. #5
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8
    Ringraziamenti ricevuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Grazie ragazzi.

    Certamente la scelta sarà solo mia, qui volevo sentire se qualcuno (come Tattico) sia già passato per questa fase.

    L'idea di abbandonare il lavoro fisso ovviamente non è semplice, proprio perchè mi rendo conto di quanto poco certo sia il lavoro sul web, perchè troppo condizionato dagli umori di google.

    Attualmente sto già differenziando le mie entrate tra adsenseicon e le affiliazioni (30% - 60%) ma sono molto dipendente dal traffico organico purtroppo e per questo ho grossi dubbi.

    Il problema di fondo è che non riesco + a portare avanti i due lavori come vorrei ed ovviamente quello che sto iniziando a trascrare è il "secondo lavoro" e la cosa mi dispiace un sacco.
    In più, per ambizione personale, l'idea di mettere in piedi qualcosa di + strutturato per conto mio c'è, quindi mi pesa il non poter dare tutto quello che vorrei.

    Se altri hanno esperienze da condividere, vi ascolto volentieri.
    Replica con @quigly utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  6. #6
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,770
    Ringraziamenti ricevuti
    630
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    2
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Ciao, io ho fatto la tua scelta ben 10 anni fa (ho 35 anni, sono tra i vecchi del forum credo) e ora vivo solo dai miei siti web.
    Non cambierei il mio lavoro con nessun altro al mondo. I guadagni sono elevati se ti dedichi 8 ore al giorno solo a sviluppare i progetti, puoi lavorare da casa e quindi non devi sobbarcarti lo stress del traffico, ecc...
    Insomma, se adesso lavorando un'ora al giorno fai 1500 euro al mese, probabilmente dedicandoci tutta la giornata potresti guadagnare molto di più, entro un paio d'anni.
    Io sconsiglieri di fare part time, perché comunque ti rimane lo stress da lavoro dipendene. Una scelta intelligente sarebbe quella di continuare comunque a portare avanti progetti per la web agency dove lavori come libero professionistaicon per gestire meglio la transizione.
    Forex broker italiani http://www.forexbroker-it.com opinioni e recensioni, broker opzioni binarie di fiducia
    Replica con @Gilgalad utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  7. I seguenti utenti hanno ringraziato Gilgalad per questo utile post:

    Tattico (11-03-14)

  8. #7
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    2,261
    Ringraziamenti ricevuti
    428
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    10
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Per come la vedo io il lavoro da libero professionistaicon è più gratificante ma anche il più ansiogeno.
    Per fare il grande salto consiglio di fare dei test: tipo se in 2/6 mesi non compio nessuna azione sui miei siti quanto guadagno?
    Ho letto che lavori con le affiliazioni, quindi ti consiglio vivamente di fare dei test A/B.
    Secondo punto: non conosci il valore del tuo lavoro nei tuoi siti. Ora un lavoratore subordinato calcola il valore del proprio valore in termini di tempo (es. 40 ore settimanali), mentre un imprenditore calcola il valore del lavoro dei propri dipendenti in termini di marginalità, scalabilità e meccanizzazione del lavoro (vedi la produzione di spilli di Smith nella "La ricchezza delle nazioni").
    Quando decidi di essere un lavoratore autonomo, il tempo del lavoro non rileva molto: devi calcolare la cosa in termini di marginalità (ricavo netto medio atteso) ed economicità (spesa=guadagni netti).
    Non a caso il codice civile definisce l'impresa come "attività economica professionalmente organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o servizi". La differenza attuale tra il tuo lavoro subordinato e quello autonomo sta proprio nell'organizzazione.
    Dovresti, secondo me, ma anche secondo tutti i ventures capital che conosco, focalizzare la scelta sull'organizzazione e non sul tempo.
    L'organizzazione è una delle condizioni necessarie per definire impresa un'attività economica. Capisco che mi sto dilungando molto, ma vorrei darti (secondo le mie conoscenze ed esperienze) un buon consiglio ponderato. Io ho fatto il salto, ma non per scelta, ma semplicemente per vocazione e ho 36 anni.
    Tutto verte proprio sul requisito di organizzazione che non è semplice come potrebbe sembrare a prima vista e non è semplicisticamente l'ufficio, la stampante, i servizi di energia e connettività ecc...
    Vedi l'errore che vedo più frequente negli starupper (e tu saresti uno di questi) è quello di sussumere un'impresa come se fosse un singolo affare ripetuto. Questo è sbagliato e il successo dell'impresa è troppo fondato sul trend di mercato.
    Tu dovresti vedere la tua attività autonoma se è suscettibile di essere strutturata per mezzi o per fini.
    Per strutturata per mezzi mi riferisco a: aggregare risorse simili (e/o complementari per l'esecuzione di subprocessi (se prendessi una sola parte del tuo lavoro sarebbe questa suscettibile di essere valutata come bene o servizio e quindi che gli sia attribuito un valore economico?)) In questo modo avresti un'economia di scala.
    Per strutturata per fini intendo: per ogni obiettivo aziendale avresti già una aggregazione di attività in modo tale che il tuo lavoro possa anche essere di coordinamento? (leggi dipendenti e/o mezzi e/o outsourcing).

    Le strutture pure di mezzi possono solo funzionare se in esse esistono delle sinergie che collegano i vari pezzi di subprocesso in diversi modi e se esiste un "potere" (materiale o tecnologico) che mantiene un "ordine" nel procedere (credo di aver letto che sei anche un programmatore quindi mi hai capito a volo). In questo caso il costo dell'innovazione sarebbe economicamente sopportabile.

    Le strutture pure di fini possono funzionare solo se esistono delle procedure standardizzate e ripetibili che collegano i vari compiti e quando esiste un "potere" che mantiene un "ordine". Il fine non è il guadagno ma il prodotto/servizio con buone marginalità.

    Se non ci fosse questo "potere" e "ordine" stai andando all'avventura e saresti troppo esposto alle turbolenze del mercato.

    Turbolenza aziendale e successo dell'impresa
    Mi permetto di riportare sinteticamente uno studio accademico, ma utile secondo me per fare una scelta, sul problema di quali fossero le caratteristiche intrinseche di un'impresa volta al cambiamento ambientale. Il mercato non è sempre lo stesso. Lo hai anche detto tu: Google cambia i meccanismi, la vendita di un prodotto è basata sulla stagionalità, mode, interessi dei consumatori che variano nel tempo.
    Burn e Stalker fecero questo studio e delinearono due tipi di impresa: meccanicistica e organicistica.
    Un impresa meccanicistica è quella che ha le seguenti peculiarità:
    - ordine
    - minimizzazione della risorsa
    - conseguimento di obiettivi di lungo termine tramite esecuzione di una sequenza pianificata di obiettivi a breve termine (fai molta attenzione a questo aspetto)
    - efficacia (rapporto tra risultato e obiettivi prefissati) del risultato attraverso l'efficienza (mezzi investiti e obiettivi raggiunti)
    In pratica un impresa meccanicistica è un'organizzazione che costa poco e che produce molto perché sa cosa è necessario produrre e come (es. sai come costruire landingpage, promuoverle, usare AdWords ecc... e avere una marginalità alta).

    Diversamente l'impresa organicistica in condizioni di stabilità del mercato muore. Questo tipo di impresa costa molto di più della precedente perché si deve sempre chiedere cosa vuole il mercato e variare la sua struttura produttiva. In condizioni di mercato instabile questa impresa rimane sul mercato solo quando i suoi vecchi prodotti rimangono appetibili nel mercato. Quando decide di buttarsi su un nuovo prodotto e/o servizio deve partire quasi da zero (nel tuo caso nuovi siti, nuovo seo, nuovo marketing ecc...). Ecco che allora ti serviranno molte ore di lavoro.

    Ora se pensi che la tua attività economica autonoma sia di tipo organicistico, ti consiglio di rimanere un lavoratore subordinato che integra il suo reddito con un Hobby. Se, invece, ritieni di avere i requisiti di un impresa meccanicistica allora fai il salto.

    Ultima considerazione, banale, ma che nessun aspirante startupper considera: un imprenditore non usa i suoi soldi per condurre la sua impresa ma ne prende in prestito. Se pensi che nessuna banca ti possa concedere un fido in base all'organizzazione della tua impresa lascia perdere. I tuoi soldi devono servire come garanzia e non come capitale!

    Scusa se ho scritto molto.
    Ultima modifica di investor6; 11-03-14 alle 01:04 PM
    Replica con @investor6 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  9. The Following 5 Users Say Thank You to investor6 For This Useful Post:

    doctorbomb (01-04-14), quigly (11-03-14), redbull76 (11-03-14), Tattico (11-03-14), Teccak (11-03-14)

  10. #8
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,090
    Ringraziamenti ricevuti
    949
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Citazione Originariamente Scritto da Gilgalad Visualizza Messaggio
    Una scelta intelligente sarebbe quella di continuare comunque a portare avanti progetti per la web agency dove lavori come libero professionistaicon per gestire meglio la transizione.
    Vero, non ci avevo pensato, potrebbe essere un buon compromesso

    proprio perchè mi rendo conto di quanto poco certo sia il lavoro sul web, perchè troppo condizionato dagli umori di google.
    Onestamente non ho mai capito perché lavorare su Internet sia considerato un anatema. È una normale attività di impresa con rischi e benefici che ne derivano, e con le incertezze che si trovano anche nelle imprese offline.

    Il problema di fondo è che non riesco + a portare avanti i due lavori come vorrei ed ovviamente quello che sto iniziando a trascrare è il "secondo lavoro" e la cosa mi dispiace un sacco.
    In più, per ambizione personale, l'idea di mettere in piedi qualcosa di + strutturato per conto mio c'è, quindi mi pesa il non poter dare tutto quello che vorrei.
    I dubbi ci sono e ci saranno sempre. Io ad esempio ora ho il dubbio se dedicarmi solo a un settore di competenza o scandagliarne molti
    Replica con @Tattico utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  11. #9
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    , , .
    Messaggi
    1,113
    Ringraziamenti ricevuti
    105
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Mi sono trovato in una situazione simile (Per fortuna che ho mantenuto il vecchio lavoro:-))
    I 1600 euro di cui parli sono netti o lordi?
    L'importante al di la di fare il lavoro in proprio o dipendente e' sviluppare delle conoscenze vendibili..
    Comunque potresti prendere (non so se puoi) un anno sabbatico e metterti in aspettativa lavorando full time ai progetti. Se non va come vorresti torni a fare il vecchio lavoro.


    Per darti un ulteriore consiglio bisognerebbe valutare vari aspetti:
    -hai famiglia
    -soldi da parte
    -eta
    -cosa sai fare? (programmazione?copywriting, marketing, vendita etc...)
    -stress e carico di lavoro da dipendente

    Io penso che l'obiettivo finale sia massimizzare le entrate riducendo l'effort e i rischi..
    Se da imprenditore ti devi fare un gran mazzo per guadagnare poi magari come da dipendente non ne vale la pena.. Per questo secondo me da imprenditore dovresti guadagnare almeno 2-3 volte il salario da dipendente...
    "Work Smarter, Not Harder".
    Replica con @preciso utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  12. I seguenti utenti hanno ringraziato preciso per questo utile post:

    Tattico (11-03-14)

  13. #10
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    2,261
    Ringraziamenti ricevuti
    428
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    10
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Citazione Originariamente Scritto da preciso Visualizza Messaggio
    Se da imprenditore ti devi fare un gran mazzo per guadagnare poi magari come da dipendente non ne vale la pena.. Per questo secondo me da imprenditore dovresti guadagnare almeno 2-3 volte il salario da dipendente...
    Quoto, quoto, quoto e nel papiro che ho scritto ho dimenticato proprio questo.
    Attenzione i 1500 mensili lordi del lavoratore autonomo non sono i 1200€ mensili del lavoratore subordinato.
    Replica con @investor6 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  14. #11
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    2,280
    Ringraziamenti ricevuti
    297
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Re: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Non farlo, non è il momento
    Replica con @Darkzero utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  15. #12
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    644
    Ringraziamenti ricevuti
    297
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    @quigly
    Ho raccontato la mia storia qualche anno fa qui su AlVerde. Brevemente: avevo un lavoro "normale" (sempre in proprio) e arrotondavo lavorando su Internet. All'inizio, in realtà, era più un hobby che un lavoro. I primi anni guadagnavo esattamente *ZERO*, ma mi sono serviti per fare esperienza e porre le basi per questo "salto". Sono arrivato poi a guadagnare mezzo milione di euro (lordi) in un anno, nel 2012.

    Tu sei un lavoratore dipendente. Ti da sicurezza essere dipendente? Non conosco la tua situazione specifica, ma in genere oggi come oggi vedo più "sicurezza" in un lavoro autonomo, dove se le cose vanno mai hai molti più margini per cercare di aggiustarle che in un lavoro dipendente, dove appunto *dipendi* dalle decisioni del datore di lavoro e dalle sorti dell'azienda.

    Certo, anche il lavoro in proprio ha dei rischi. Giustamente, parli della dipendenza dai risultati organici di Google, e da adsenseicon. Sono dipendenze, che se ti metti in proprio, dovresti cercare di attenuare.

    Nel 2013, il mio sito più importante ha avuto un calo del traffico organico del 70 - 80%, ma il mio fatturato è diminuito solo del 20%; fortunatamente, ho potuto tamponare la perdita di visibilità nell'organico grazie ad adwords, e sul lato delle revenues, ho bilanciato il calo delle entrate di AdSense ottimizzando le cose in modo da avere un RPM più alto da una parte, e dall'altro dando maggiore enfasi alla vendita diretta degli spazi pubblicitari a prezzo fisso.

    Non importano i dettagli, comunque, per dire: devi cercare di organizzare le cose in modo da non essere troppo dipendente da nulla... altrimenti, appunto, tanto vale fare il lavoratore ... dipendente :-)

    Come è stato detto, la cosa più bella non sono però i guadagni, quanto l'organizzazione della vita. Lavoro da casa, e se mi va di andare in vacanza una settimana, posso andarci quando mi pare, assicurandomi solo del fatto che ci sia la connessione a Internet nel posto dove vado.

    Fossi al tuo posto, però, non mi sentirei eccessivamente sicuro ad abbandonare del tutto il lavoro dipendente, almeno finché non avessi un reddito di 50 - 60.000 euro lordi l'anno (che vuol dire: 2000 - 2500 euro al mese netti) e soprattutto senza avere le idee troppo chiare su cosa fare se il traffico organico dovesse sparire da un giorno al successivo. Probabilmente, la cosa migliore è, se puoi, di passare al part - time e sfruttare quella mezza giornata che ti resta per ampliare e soprattutto "stabilizzare" la tua attività su Internet... e poi vedere.
    Replica con @macantoni utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  16. The Following 4 Users Say Thank You to macantoni For This Useful Post:

    gio1media (12-03-14), quigly (11-03-14), redbull76 (11-03-14), Tattico (11-03-14)

  17. #13
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,090
    Ringraziamenti ricevuti
    949
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    @quigly
    Ho raccontato la mia storia qualche anno fa qui su AlVerde.
    Link? Mi piacerebbe leggerla, anche per fare un confronto
    Replica con @Tattico utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  18. #14
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    644
    Ringraziamenti ricevuti
    297
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    @tattico
    Su questo thread, da pag. 2 in poi sparsa su diversi post
    http://www.alverde.net/forum/google-...n-adsense.html
    Replica con @macantoni utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  19. The Following 4 Users Say Thank You to macantoni For This Useful Post:

    Gilgalad (11-03-14), gio1media (12-03-14), Tattico (11-03-14), Teccak (11-03-14)

  20. #15
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,090
    Ringraziamenti ricevuti
    949
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: Scelta difficile: dedicarsi completamente al lavoro online o no?

    Grazie, gentilissimo come sempre
    Replica con @Tattico utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •