lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

User Tag List

Pagina 1 di 6 1 2 3 4 5 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 78

Discussione: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

  1. #1
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Località
    .
    Messaggi
    1,522
    Ringraziamenti ricevuti
    329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    4
    Uploads
    0

    Predefinito lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Ciao a tutti,

    Sto dedicando un po' di tempo a stilare le statistiche dei deny rate di alcuni merchant con affiliazione per vedere a che punto stiamo dopo mille proteste dei publisher e altrettante promesse da parte delle affiliazioni ad un maggiore controllo e ad una maggiore puntualità sui dati.

    Il risultato non è solo deludente ma evidenzia, ancora una volta, come le affiliazioni si lavino le mani di situazioni al limite dell'assurdo, di controsensi e paradossi merceologici che fanno ridere, se non si trattasse di soldi che vengono letteralmente rubati (ormai ne sono certo) ai publisher.

    Avvallerò queste mie considerazioni in un articolo più avanti, con dati statistici che ad una persona normale possono far pensare solo una cosa: alcuni merchant risultano essere fuori mercato, fuori logica, imparagonabili con competitor diretti di settore e praticamente senza soldi sull'orlo del fallimento. Merchant che, ovviamente, sono ancora lì sulla paittaforma di affiliazione a prendere soldi da noi e a cancellare sales.


    Passiamo al caso lastminuteclick su tradedoublericon in oggetto.

    Con Tradedoubler lavoro da anni e ne ho sempre elogiato i pregi e in qualche modo giustificato i difetti. Stavolta però l'hanno fatta grossa ed è giusto che ne prendano almeno atto.

    Ecco i fatti: a fronte della cancellazione della quasi totalità delle sales, ho contattato l'account Tradedoubler che si occupa del merchant. Mi è stato detto lastminuteclick ha un tasso di cancellazione medio elevato e che ciò è specificato nella scheda del merchant.
    Infatti nella scheda si legge:

    Lastminuteclick.it
    pending: le vendite sono confermate entro 30 giorni
    tasso di cancellazione medio
    (calcolato nel periodo 1 gennaio 2011 / 30 giugno 2011) :
    Sale_crociera: 94%
    Sale_lastminute: 82%
    Volo: 31%

    Dopo essermi ripreso dallo svenimento alla lettura di questa porcheria, ho tirato le somme: questa è una presa in giro avvallata da Tradedoubler.
    (C'è un chiaro motivo per cui i voli hanno un deny rate inferiore. Vengono pagati 7€ fissi. Puoi rubare pochi soldi cancellandoli.)

    Ho chiesto lumi sulle cancellazioni e la risposta di Tradedoubler è stata la seguente:

    ===

    Il cliente (lastminuteclick) ci ha comunicato che gli alti tassi di cancellazione dipendono dalla deduplica e dalle non conferme dei clienti.
    Abbiamo deciso di chiudere questo programma a fine ottobre proprio per gli alti tassi di cancellazione che riscontriamo su tutti i publisher.

    ===

    Deduplica?? Non conferme?? Le solite cazzate, diciamolo. Possibile che Tradedoubler creda ancora alla scusa della deduplica? Se si usa un sistema di deduplica, le sales non vengono nemmeno tracciate perché, appunto, deduplicate alla fonte (altrimenti che senso ha avere un sistema di deduplica se il procedimento poi è il medesimo di quando non ce l'hai?). Ma allora non lo usa? Chissà... però su zanoxicon la scheda di lastminuteclick dice che il sistema di deduplica ce l'ha e che è in tempo reale. Ciò significa che non fa tracciare le vendite che poi sarebbero cancellate. Come è ovvio che sia.

    A parte il fatto che comunque mi dovrebbero spiegare su che canali fanno la deduplica visto che anche su Zanox lastminuteclick ha un deny rate medio altissimo, oltre il 70% (ma scommetto che è di più). Quindi se Zanox non porta via sales a Tradedoubler e nemmeno viceversa, c'è un buco nero che assorbe la stragrande maggioranza delle vendite.
    E intanto che ci siamo, vorrei che mi spiegassero come è possibile che il 60% delle mie cancellazioni risulta essere tracciato in sessione, quindi praticamente impossibile che il cookie non sia l'ultimo.

    Ma anche se fossimo così ingenui da credere che una media dell'80% delle vendite di lastminuteclick venga cancellata dai clienti, e anche se fossimo così ignoranti da pensare che un merchant possa sopravvivere (in modo onesto) con queste performance, resta un nodo cruciale:

    Perché le affiliazioni ci propinano un merchant del genere? Perchè le affiliazioni fanno affari con un'attività che è in perdita?

    Partiamo da un presupposto: Tradedoubler sa benissimo che la scheda del merchant viene letta probabilmente la prima volta che lo si installa, sopratutto se quando la aggiorni e non lo dici ai publisher. Prendiamo anche il fatto che Tradedoubler usa l'invio massivo di email sui publisher per promuovere un merchant, comunicare gli incentivi, la presenza di nuove creatività, nuove politiche di keyword marketing, l'apertura di un nuovo merchant e tutto ciò che può portargli maggiore visibilità, click e impressions. E ne invia parecchie alla settimana.

    Possibile che non abbia pensato che un aggiornamento informativo di tale calibro su un deny rate fantozziano avrebbe meritato una comunicazione massiva?
    No, non è possibile. E infatti è chiaro a tutti che la cosa è stata volutamente lasciata passare in sordina col risultato che per oltre 1 anno e per ben 2 stagioni estive lastminuteclick è stato pubblicizzato, ha convertito ed ha cancellato tutto quello che poteva cancellare, appoggiato dalla politica di menefreghismo di Tradedoubler.

    E di menefreghismo si tratta, perché un programma che cancella tra l'80% e il 90% delle sales è vergognoso, tanto che nessuno vorrebbe annoverarlo nel suo portfolio. E infatti ora che scoppierà il caso, TD ha già deciso di chiuderlo a Ottobre (OTTOBRE 2012 ?!?!??! DOPO (almeno) UN ANNO E MEZZO CHE TE NE SEI ACCORTO?).

    Ora mi chiedo, come è possibile che Tradedoubler possa aver accettato un programma con queste performance? Spero che ci sia un inciucio (ad esempio il contratto prevede un fisso a fronte di tot click e quindi Tradedoubler incassa comunque), perché in caso contrario scemerebbe la mia considerazione della capacità di giudizio da parte di chi seleziona i clienti e fa i contratti in Tradedoubler. A giugno 2011 quel programma doveva essere chiuso SUBITO, senza ma e senza se. Oppure, occorreva imporre un tasso di cancellazione massimo. Invece cosa ha fatto Tradedoubler? Nulla... se non inserire il dato nella scheda merchant sperando che nessuno se ne accorgesse. Una "uscita gratis di prigione" nel caso qualcuno si fosse lamentato delle cancellazioni.

    E un'altra prova della porcheria è questa: chiediamo a Tradedoubler come mai su lastminuteclick ha calcolato il deny rate medio e lo ha messo ben in evidenza nella scheda merchant (ma solo lì) mentre su tutti gli altri questo dato è assente (e sono parecchi i casi in cui andrebbe evidenziato!).
    E spero che evitino risposte tipo "perché è molto altro e volevamo che il publisher lo sapesse" perché il sospetto della "uscita gratis di prigione" si farebbe certezza.

    Ora, secondo me la maggior colpa ce l'ha Tradedoubler. Se vuole in qualche modo limitare la figuraccia fatta, dovrebbe:

    1 - Mandare SUBITO a tutti gli affiliati una email in cui si sconsiglia di usare lastminuteclick causa assurdi tassi di cancellazione
    2 - Richiedere a lastminuteclick il dettaglio delle transizioni cancellate, corredato dalle motivazioni per ciascuna di esse
    3 - Farsi spiegare che tipo di deduplica usano, se la usano, e su quali canali agisce

    Lo faranno?

    ciao
    Replica con @indiana2 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  2. The Following 8 Users Say Thank You to indiana2 For This Useful Post:

    alfredkk (30-08-12), gianly (01-09-12), Gilgalad (30-08-12), John24 (30-08-12), Phate (31-08-12), piermario (06-09-12), Sibolo (30-08-12)

  3. #2
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    5,644
    Ringraziamenti ricevuti
    1049
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    5
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Ciao Indiana2,
    aggiungerei che dovrebbero comunicare a tutti i publisher anche la chiusura del programma, visto che è stata decisa.

    Il punto secondo me è sempre lo stesso: programmi come questi fanno sprecare ai publisher le impressions che potrebbero essere dirottate su altri programmi dello stesso settore, generando quindi più vendite e di conseguenza maggiori guadagni anche per il network. Invece quello che succede è che il network lascia fare e lascia che siano i publisher a "selezionare" i programmi che funzionano e quelli che non funzionano, sprecando quindi tempo e risorse dei publisher e risultati per il network.

    E' evidente quindi che il sistema non si basa sulle performance, almeno lato network, perché altrimenti questa politica di gestione sarebbe assurda per loro in primis.
    E quindi su cosa si basa?

    Si basa forse su click e impressions che vengono pagate al network il quale poi le gira (in parte) ai publisher sotto forma di lead e sale? si basa sul fatto che forse il network si tiene comunque un fisso indipendentemente dai risultati che porta? si basa forse su contratti che prevedono un obiettivo mensile in commissioni da raggiungere e se non raggiunto viene compensato con click pagati 30 centesimi l'uno (al solo network), con la conseguenza che più il merchant cancella maggiori sono i guadagni del network?

    Credo che non avremo mai delle risposte, quello che è chiaro è che c'è qualcosa che non torna in questo modo di fare.

    Abbiamo provato da tempo a cercare di cambiare le cose, denunciando situazioni come questa, o facendo delle proposte concrete, ma nulla è cambiato e non credo che cambierà in futuro.

    Purtroppo sembra che non si rendano conto che questo modo di fare danneggia i publisher che sono il loro motore, impedisce ai publisher di crescere, di fare investimenti sui propri siti aumentandone la qualità, danneggiando così, alla fine, i network stessi.

    Sembra davvero una politica miope, ma finché a loro va bene non la cambieranno.
    Servono reali alternative.

    Ciao
    John24
    Replica con @John24 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  4. The Following 5 Users Say Thank You to John24 For This Useful Post:

    alfredkk (30-08-12), gianly (01-09-12), indiana2 (30-08-12), Sibolo (30-08-12), Sifro (23-10-12)

  5. #3
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,770
    Ringraziamenti ricevuti
    630
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    2
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Io lavoro poco con tradedoublericon, però ho notato che di solito cancellano parecchio con i viaggi, mentre in altri settori di cui ho esperienza (prestiti) le cancellazioni sono di meno e di solito sono legate alla tipologia del cliente. Per questo motivo ho smesso di publicizzare merchant di viaggi di tradedoubler da anni mentre continio a fare qualche spiccolo dai prestiti. Ovviamente quando si ricordano di pagare le fatture...
    Forex broker italiani http://www.forexbroker-it.com opinioni e recensioni, broker opzioni binarie di fiducia
    Replica con @Gilgalad utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  6. #4
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Località
    .
    Messaggi
    1,522
    Ringraziamenti ricevuti
    329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    4
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Citazione Originariamente Scritto da Gilgalad Visualizza Messaggio
    Io lavoro poco con tradedoublericon, però ho notato che di solito cancellano parecchio con i viaggi
    Le cancellazioni su un programma di travel sono fisiologiche. E' naturale che ci si aspetta un deny rate superiore alla media e superiore ad altri settori mercheologici.

    Però, nonostante vi siano programmi che sono veri e propri macellai, in rari casi si supera il 50% e non di molto. Partire dal presupporto che un merchant ti cancella come media il 94% e l'82% delle vendite dei suoi prodotti è folle e stupido ed è un'idiozia per chi legge, per chi scrive e per chi lo sostiente. Poi ci si chiede come nascano casi come Todomondo...

    Anche perché, ora che ci penso, scrivere (in sordina) una cosa del genere su una scheda merchant sicuramente legittima in qualche modo il merchant ad applicarsi quella media.
    Se io fossi il merchant (disonesto) e nella mia scheda negozio ci fosse scritto che la mia media di cancellazione è del 90%... chi me lo fa fare di cancellare di meno? Una scusa la torvo: deduplica, il cliente è morto, ho il gomito del tennista, ecc...

    Anche questo punto mi fa pensare ad una situazione di comodo per merchant e piattaforma.
    Replica con @indiana2 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  7. The Following 3 Users Say Thank You to indiana2 For This Useful Post:

    Gilgalad (30-08-12), John24 (30-08-12), Sibolo (30-08-12)

  8. #5
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    21
    Ringraziamenti ricevuti
    4
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Se può essere utile ne abbiamo parlato anche qui.

    PS: Unico fatto positivo che che ci trovo in questa vicenda di lastminuteclick è che cercando informazioni sono approdato su questo forum
    Replica con @Sibolo utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  9. #6
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,770
    Ringraziamenti ricevuti
    630
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    2
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    A proposito di tradedoublericon, ecco una mail che ho ricevuto pochi minuti fa. Che stiano, finalmente, aprendo gli occhi? Che stiano finalmente realizzando che se calpestano sempre noi publisher alla fine non avranno nessuno che gli pubblica i banner?

    Gentile editore,
    ti contattiamo per informarti che il ritardo nel pagamento delle commissioni del programma Private Outlet
    non dipende da noi ma da mancati pagamenti da parte del cliente.
    Abbiamo aperto un'azione legale nei confronti di Private Outlet al fine di recuperare
    le commissioni mancanti.
    Sarà nostra premura darvi aggiornamenti appena avremo dei riscontri.
    Grazie mille della collaborazione

    TradeDoubler.
    Forex broker italiani http://www.forexbroker-it.com opinioni e recensioni, broker opzioni binarie di fiducia
    Replica con @Gilgalad utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  10. I seguenti utenti hanno ringraziato Gilgalad per questo utile post:

    John24 (30-08-12)

  11. #7
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Località
    .
    Messaggi
    1,522
    Ringraziamenti ricevuti
    329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    4
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Citazione Originariamente Scritto da Gilgalad Visualizza Messaggio
    A proposito di tradedoublericon, ecco una mail che ho ricevuto pochi minuti fa. Che stiano, finalmente, aprendo gli occhi?
    il PrivateOutlet-bust è notizia piuttosto vecchia... si sapeva da mesi che erano in recupero crediti. Quindi anche in questo caso il ritardo è notevole.
    Replica con @indiana2 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  12. #8
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    5,644
    Ringraziamenti ricevuti
    1049
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    5
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    @Gilgalad
    spero che questa volta sia vero, più volte sono state annunciate azioni di questo genere che poi non si sono concretizzate. Considerando poi i tempi della giustizia italiana, credo che si dovrà aspettare qualche anno.

    Girerei però il discorso, e lo proporrei in questi termini: mettiamoci nei panni di un merchant che vende online dei prodotti. Per fare questa attività hai dei costi legati alla pubblicità, PPC, PPI e ha la possibilità di un canale che gli permette di pagare la pubblicità solo se vende realmente (ha tempo per verificare o cancellare la commissione) e con una commissione prestabilita che gli garantisce un costo minore rispetto ad altri canali (in caso di vendita).

    Ora se voi foste questo merchant, penso che cerchereste di far crescere quel canale, perché è l'unico che vi dà una garanzia sui costi e sui ritorni economici, quindi probabilmente cerchereste di pagare le commissioni il più possibile (sempre mantenendo un certo margine sui prodotti), cerchereste di offrire il materiale pubblicitario più aggiornato, presentanto le ultime novità o le promozioni, cerchereste di essere puntuali con i pagamenti e di cancellare solo le commissioni che realmente sono da cancellare perché in questo modo fate crescere i publisher che usano il vostro programma e di conseguenza guadagnereste di più.

    Ora il punto è (che si collega anche al caso che ha dato avvio alla discussione): perché non si vede quasi mai un comportamento di questo tipo da parte dei merchant?

    Quasi che non gli interessi sviluppare questo canale?

    Non pensate che forse c'è qualcosa che rende questo canale, come è oggi gestito dai principali network, forse non così conveniente come sembrerebbe ad una prima analisi?

    Per come la vedo io un'affiliazione funziona e produce risultati per i tre attori (il merchant, il network e il publisher) solo se TUTTI si pongono l'obiettivo dei risultati, delle performance, se qualcuno tra questi non ha quell'obiettivo il meccanismo si inceppa e genera situazioni come quelle descritte.

    Noi vediamo un merchant che cancella il 90% delle commissioni (con la compiacenza del network) vediamo merchant che non pagano le commissioni, vediamo sistemi di deduplica che non rispettano il last-cookie-win e deduplicano probabilmente in base ai costi o altri parametri.

    Ma chiediamoci perché questo avviene. Sono così "pazzi" i merchant da rovinare un canale così economicamente vantaggioso per loro? per il semplice gusto di farlo?
    O forse dietro a tutto questo non c'è qualcos'altro?

    Quanti publisher che si vedono cancellati il 90% delle commissioni continueranno a promuovere quel programma?

    C'è forse qualcosa che a livello economico, giustifica o spiega questo comportamento che sembrerebbe contro ogni logica?

    Ciao
    John24
    Replica con @John24 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  13. #9
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,770
    Ringraziamenti ricevuti
    630
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    2
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Tuttavia è la prima volta, a mia memoria, che tradedoublericon invia un email del genere
    Forex broker italiani http://www.forexbroker-it.com opinioni e recensioni, broker opzioni binarie di fiducia
    Replica con @Gilgalad utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  14. #10
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    764
    Ringraziamenti ricevuti
    78
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito

    Dietro c'è sempre un'operazione commerciale, l'affiliazione tutela solo gli interessi propri e del merchant.
    Quanto costa economicamente per un publisher eliminare i banner di una determinata affiliazione?

    Inviato da Android
    Replica con @Mark_In utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  15. #11
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    378
    Ringraziamenti ricevuti
    22
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Riallacciandomi al post d'apertura, visto che siamo in tema travel, in base alla mia esperienza, posso aggiungere anche che il programma Meridiana IT con il PPS (su piattaforma ZX) può arrivare ad un deny rate del 100%. Che senso ha adottare una strategia del genere? I dati indicati sulla scheda Meridiana sono fuori dal mondo sia per i tassi di conversione e sia per i tempi di pagamento.

    Inoltre ho notato che il network non ha nessun interesse a mantenere il rapporto con il publisher, infatti facendo presente la situazione del deny rate mi è stato chiaramente detto che se non mi stava bene così potevo vedere altrove...
    Replica con @alfredkk utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  16. #12
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,770
    Ringraziamenti ricevuti
    630
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    2
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Io ho sempre avuto l'impressione che sia il settore dei viaggi che ha continui problemi, forse perché ci sono meno margini.
    Forex broker italiani http://www.forexbroker-it.com opinioni e recensioni, broker opzioni binarie di fiducia
    Replica con @Gilgalad utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  17. #13
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Località
    .
    Messaggi
    1,522
    Ringraziamenti ricevuti
    329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    4
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    Citazione Originariamente Scritto da Gilgalad Visualizza Messaggio
    Io ho sempre avuto l'impressione che sia il settore dei viaggi che ha continui problemi, forse perché ci sono meno margini.

    E' ovvio che ciascun settore merceologico ha regole, percentuali e statistiche diversi. E' così ovvio, anche a chi solo si affaccia al settore delle affiliazioni, che non si capisce perché dopo anni e anni di attività, nessuna affiliazione abbia creato uno storico medio delle statistiche di settore.

    E' di una banalità disarmante: si prendono i merchant di ciascun settore (escludendo quelli ambigui) e per ciascun dato importante si calcolano medie: CR, DENY RATE, ecc...
    e poi si confornta ciascun merchant con la media.
    Se, ad esempio, i 15/20 programmi del travel mediamente hanno un deny rate del 30%, significa che un travel che ce l'ha del 60% o sta truffando, o lavora male. In entrambi i casi è fuori mercato e si rifiuta come cliente. Oppure si accetta ma si mette subito alla gogna indicando OVUNQUE (scheda, elenchi, mandando email, ecc.. ecc...) i suoi tassi elevati e fuori logica. Non lo si promuove sui publisher, non lo si propone ai publisher premium con alti tassi convewrsivi e gli si impongono comunque paletti più stringenti. Insomma, lo si mette alle corde come merchant di serie B: o ti allinei o chiudi bottega.

    Le affiliazioni questo non lo fanno perché perderebbero un buono 30% di clienti.
    Chissà se sono merchant che lavorano male, o che truffano...
    Ultima modifica di indiana2; 31-08-12 alle 08:34 AM
    Replica con @indiana2 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  18. The Following 2 Users Say Thank You to indiana2 For This Useful Post:

    alfredkk (31-08-12), Gilgalad (31-08-12)

  19. #14
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    5,644
    Ringraziamenti ricevuti
    1049
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    5
    Uploads
    0

    Predefinito Riferimento: lastminuteclick e Tradedoubler: la vergogna delle affiliazioni

    @Indiana2
    secondo me si sta affrontando il problema in modo non corretto.
    Se ipotizzi che sia il merchant a "barare", la cosa non si spiega perché quale motivo avrebbe il network di coprire questo comportamento?
    Nel post iniziale infatti ipotizzi che i network cerchino di proteggere il merchant che fa il furbo, ma questo equivarrebbe al fatto che il proprietario di una casa copra il ladro che ruba in casa sua... la cosa logicamente non regge.

    Aggiungete poi che un comportamento di quel tipo (tassi di cancellazione del 90%) non fanno altro che far scappare i publisher e quindi a maggior ragione lo strumento affiliazione sembra non impiegato correttamente dal merchant, nel senso che alla fine si autodanneggia perdendo continuamente publisher.

    Finché non si risponde alla domanda per cui un network ha convenienza a nascondere le malefatte di un merchant e un merchant ha convenienza a farle, secondo me non inquadriamo correttamente il problema.

    Stiamo parlando di attività commerciali, ci deve essere un interesse economico a giustificare questi comportamenti (sia lato merchant sia lato network).

    Ciao
    John24
    Replica con @John24 utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

  20. #15
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    764
    Ringraziamenti ricevuti
    78
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Predefinito

    E con tutta franchezza, mi pare più che ovvio che entrambe le parti giochino con le stesse carte, sarebbe anticommerciale se fosse il contrario.
    Io credo che il publisher debba guardarsi attorno e troncare i rapporti con affiliazioni scorrette.
    Ovvio che per publisher intendo un soggetto che fa questo per mestiere :beer:

    Inviato da Android
    Replica con @Mark_In utilizzando il bottone "Rispondi alla Discussione"

Pagina 1 di 6 1 2 3 4 5 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •