Vuoi fare soldi con il blog? Non usare solo adsense!

il | Guadagnare online | 7 commenti

Google Adsense è certamente il servizio più utilizzato per fare soldi con i blog. Ha tanti vantaggi: accetta blog grandi e piccoli, paga con il modello pay per click, ha un’infinità di inserzionisti e gestisce in modo automatico la contestualizzazione della pubblicità. A dire il vero ha anche qualche difetto: paga in dollari, alcuni blog a causa dello smart pricing guadagnano troppo poco e c’è sempre il rischio di essere "bannati" a causa dei click fraudolenti (reali o presunti). Evidentemente, i pregi sono tali da mettere in secondo piano i difetti (anche se i blogger insoddisfatti non mancano). Non ho citato un altro problema. Quale?

La cecità agli annunci Adsense! Ieri ho parlato della cecità ai banner pubblicitari; per gli annunci sponsorizzati di Adsense la situazione è simile. Gli utenti abituali di un blog, senza rendersene conto, non leggono il testo degli annunci sponsorizzati. Hanno inconsciamente imparato a riconoscerne la forma e la posizione all’interno del blog e lo sguardo passa oltre. Qualcuno propone di far visualizzare gli annunci solo ai visitatori provenienti dai motore di ricerca. Se lo scopo del blog è quello di guadagnare tramite Adsense, questa può essere una soluzione. Personalmente, però, preferirei non far scappare dal mio blog un utente che l’ha appena trovato tramite una ricerca.

Il problema della cecità agli spot è tanto più grave quanto più "esperti del web" sono i lettori di un blog. Una persona che visita per hobby o per lavoro decine di blog ogni giorno, filtra automaticamente tutto ciò che può essere una pubblicità, anche se tale pubblicità potrebbe essere interessante.

Il problema viene parzialmente risolto cercando di "mimettizare" gli annunci all’interno delle pagine web. La pubblicità viene resa simile ad alcuni elementi del blog che l’utente deve leggere, come il titolo dei post, l’elenco delle categorie o il menu di navigazione. Questa prassi è sconsigliata da Google, ma per ora viene tollerata. Google consiglia, invece, di privilegiare la "users and advertisers experience" a scapito del CTR (rapporto tra numero di click e numero di esposizioni degli annunci). In altre parole, non dovresti cercare di ingannare gli utenti facendogli credere che la pubblicità non è tale, in questo modo vai incontro alle esisigenze degli inserizionisti che vogliono ottenere click di qualità. Finché questi restano solo dei consigli, non ci sono problemi (oltre a quelli già elencati); ma se diventassero regole da dover rispettare? Per questo motivo suggerisco di differenziare le fonti di guadagno: Adsense va bene, ma dev’essere solo una delle tante fonti di guadagno del tuo blog.

Altre fonti di guadagno possono essere: i programmi di affiliazione usati in modo intelligente, la vendita di pubblicità ed alcuni sistemi di guadagno indiretto. Questi argomenti verranno approfonditi nei prossimi giorni come ho spiegato in questo post introduttivo.

Commenti

  1. Quello compare sempre e cmq se cerchi di utilizzare un nuovo set di annunci che non è stato ancora pubblicato su tutti i loro server.

    Devi dare un pò di tempo prima che il nuovo codice annuncio si propaghi.
    Grazie, purtroppo se faccio così nella pagina web mi appare la scritta 'pagina non trovata' al posto dell'annuncio di google, adesso dò un occhiata al codice.
    Con Adsense non devi far altro che riprendere il tuo codice js e incollarlo sul nuovo sito. Automaticamente i guadagni confluiranno sul tuo account senza fare nulla di più.
    Scusate se posto qua, ma seppur loggata ogni volta che chiedo di aprire una discussione mi si riapre la pagina di login, il mio problema (oltre a quello appena citato per il quale la consulenza del sig. Moro non mi dispiacerebbe) è questo:

    Ho un sito internet con annunci adsense, abbiamo appena creato un nuovo sito, come faccio a far si che i guadagni di questo nuovo sito si sommino a quelli del vecchio? In TD basta aggiugnere il sito, ma con Adsense non riesco a capire come fare, e scusate l'intrusione.
    No! Google vieta di mettere annunci pubblicitari che si possono confondere con quelli di Adsense. Puoi mettere banner, link ecc. senza problemi.
    Paolo, ma non è contro le regole AdSense utilizzare più canali pubblicitari contemporaneamente?
    Hai proprio ragione, infatti io navigo tantissimo e leggo i Blog e non mi passa neanche dall'anticamera del cervello di cliccare sugli annunci di Google.

Tags: