SumUp vs Axerve, quale POS ti conviene davvero?

il | Investimenti | 0 commenti

Sono ormai numerose le offerte proposte da banche e società specializzate in merito ai POS, sempre più richiesti per ampliare l’accettazione di carte di credito, bancomat e carte prepagate, all’interno dei propri esercizi commerciali. Tra le numerose offerte proposte, due tra i migliori POS per piccoli negozi e lavoratori autonomi con un basso volume di incassi con carte sono SumUp e Axerve.

I piani tariffari di Axerve e SumUp sono particolarmente convenienti se utilizzati entro un numero determinato di utilizzi mensili. Di seguito verranno descritte le caratteristiche dei due POS, evidenziandone le rispettive peculiarità, mettendo a confronto i due prodotti.

Costi e commissioni

Sono due le principali differenze tra SumUp e Axerve: la presenza di un canone fisso mensile e la necessità o meno di acquistare il POS. Axerve ti offre il dispositivo POS e prevede un canone mensile, mentre con SumUp il dispositivo deve essere acquistato, ma non prevede un canone fisso mensile, in quanto richiede il pagamento di una commissione sulle singole transazioni.

Nel dettaglio i costi e le commissioni previste per Axerve sono un canone fisso mensile, nessuna tariffa fissa o variabile prevista per le singole transazioni al di sotto di 30.000 euro (entrate superiori a 30.000 euro prevedono una commissione), accredito su qualsiasi conto corrente previsto in 1 giorno e nessun obbligo di acquisto del POS. In merito al canone mensile è previsto un prezzo di 15 euro (IVA esclusa) se le transazioni sono inferiori a 10.000 euro, 20 euro (IVA esclusa) per transazioni da 10.001 euro a 30.000 euro e, per transazioni mensili superiori a 30.000 euro, è previsto un canone fisso mensile di 20 euro (IVA esclusa) a cui si deve sommare l’1% sulle singole transazioni.

SumUp offre ai propri clienti la possibilità di acquistare il POS Air al prezzo di 19 euro o il POS 3G al prezzo di 69 euro, prevede una commissione per ogni transazione del 1,95% e l’accredito degli incassi su qualsiasi conto corrente in 3/4 giorni.

Caratteristiche dei POS

Axerve non vende il proprio POS, il costo fisso ne comprende il noleggio; il dispositivo dovrà essere restituito quando eventualmente si vorrà concludere il contratto. Il terminale offerto in noleggio da Axerve è il POS portatile Ingenico MOVE 2500: consiste in un dispositivo con SIM dati inclusa, che permette di ricevere pagamenti in una sede fissa ma anche in movimento. Ha un peso di 320g, dimensioni pari a 168 x 81 x 58 mm, è dotato di una batteria con capacità di 2200 mAh e permette di eseguire oltre 400 transazioni con una sola carica.

Il terminale è già configurato e il titolare dell’attività potrà verificare in tempo reale i pagamenti ricevuti direttamente nell’area personale di Axerve. Il POS offerto da Axerve è dotato di una stampante termica integrata per emettere ricevute cartacee in maniera rapida (24 linee al secondo). Il terminale offerto da Axerve è maneggevole e pratico nel suo utilizzo: è sufficiente digitare l’importo dovuto dal cliente, pigiare il tasto verde ed attendere l’inserimento o l’avvicinamento della carta. Vengono accettati pagamenti con carte Visa, VPay, Mastercard, Maestro e PagoBancomat; non viene accettata l’American Express.

SumUp consente di acquistare e poter scegliere tra due diverse tipologie di POS: SumUp Air e SumUp 3G. SumUp Air ha un prezzo di acquisto di 19 euro (IVA esclusa); si tratta di un POS mobile che consente di trasformare il proprio smartphone in un terminale di pagamento. Il POS deve essere collegato via Bluetooth al cellulare e dovrà essere gestito con l’apposita app scaricata sul proprio smartphone.

L’app collegata al terminale SumUp Air offre alcune interessanti funzioni, utili per migliorare il servizio offerto ai propri clienti e semplificarne il pagamento. All’interno dell’app di SumUp è possibile impostare un catalogo dei prodotti offerti dal negoziante o professionista; ogni articolo in vendita o ogni servizio offerto avrà una propria scheda con relativo prezzo, descrizione e foto. Quando il cliente giungerà alla cassa per pagare gli articoli scelti, il commerciante potrà selezionare velocemente dall’app presente sul proprio smartphone gli articoli, così da ottenere immediatamente il prezzo totale. Viene ugualmente data la possibilità di inserire manualmente l’importo totale, come anche registrare eventualmente il pagamento in contanti; in questo modo direttamente dall’app si potrà ottenere un report completo delle vendite, non solo di quelle fatte con pagamento elettronico. L’app permette anche di autorizzare profili secondari, utili nel caso in cui l’amministratore e titolare del POS, voglia delegare un proprio dipendente alla vendita e all’utilizzo del terminale di pagamento. In questo modo il titolare potrà anche verificare le performance dei propri dipendenti, verificando dall’app le vendite che ogni profilo avrà eseguito durante la giornata o il mese. SumUp Air accetta il pagamento con Visa, VPay, Mastercard, UnionPay, Maestro, American Express, Diners e Discover.

SumUp 3G, il terminale offerto in vendita da SumUp in alternativa all’Air, ha un prezzo di 69 euro (IVA esclusa); si tratta di un POS portatile che non necessita di essere collegato allo smartphone, in quanto dispone di una Sim integrata che gli consente di accettare pagamenti in mobilità. Il traffico della Sim è incluso nella commissione, quindi non dovrà essere caricato il credito. Il POS 3G è leggero e compatto, con dimensioni 133 x 71 x 19 mm, connettività GPRS, EDGE e 3G e una batteria che consente di raggiungere le 50 transazioni con una sola ricarica.

Il POS SumUp 3G non produce ricevute cartacee, ma invia conferme di pagamento attraverso ricevute digitali. Le ricevute verranno inviate al cellulare o alla mail del cliente; queste informazioni dovranno essere inserite digitandole sulla tastiera dopo aver elaborato la transazione. Per la richiesta di pagamento è sufficiente digitare sulla tastiera l’importo richiesto ed avvicinare o inserire la carta del cliente. Accetta carte con chip, banda magnetica e contactless; in particolare accetta Visa, Mastercard, Maestro e America Express. Inoltre con SumUp 3G è possibile ricevere pagamenti anche con Apple Pay e Google Pay. Se dovessero presentarsi problemi di connessione con il 3G è possibile collegare il terminale ad uno smartphone attraverso il Bluetooth, per potersi servire della connessione del cellulare.

SumUp mette a disposizione dei propri clienti, che hanno optato per il terminale SumUp 3G, la possibilità di acquistare il pacchetto SumUp 3G con stampante, per poter stampare ricevute cartacee anche con il terminale 3G (prezzo di 149 euro). Un’ulteriore possibilità offerta da SumUp è l’opzione mancia, che può essere attivata nel menù del terminale. Il cliente vedrà sul lettore la possibilità di selezionare l’opzione mancia, così da poter eventualmente lasciare una somma extra di denaro.

Registrazione e richiesta del terminale

Per poter offrire i propri POS Axerve come SumUp richiedono ai propri clienti di registrarsi e richiedere l’invio del terminale. La registrazione deve essere eseguita sui siti delle due società.

Nella pagina di iscrizione per la richiesta del POS Axerve viene immediatamente richiesto al proprio nuovo cliente di indicare la categoria di attività (libero professionista o ditta individuale, Bad and Breakfast o Società, con indicazione della ragione sociale); successivamente verrà richiesto di inserire gli estremi di due documenti di identità e di una bolletta o di un estratto conto per certificare il domicilio. Alle società verrà invece richiesto in aggiunta al documento del titolare, il documento di altri eventuali titolari. Il caricamento di questi documenti può avvenire con una foto attraverso la webcam oppure caricando le immagini dei documenti in pdf.

Anche per comprare il POS SumUp è necessario registrarsi direttamente al sito SumUp, inserendo indirizzo mail e password; successivamente sarà necessario accettare le condizioni di utilizzo. Verranno richiesti i dati personali dell’utente e la conferma della sua identità; a questo punto si potrà ordinare il POS. Successivamente si riceverà tramite SMS il codice di verifica necessario per ottenere le credenziali di accesso all’applicazione, indispensabile per poter connettere il POS SumUp Air allo smartphone.

SumUp o Axerve: quale conviene?

L’offerta dei due POS è evidentemente differente, sia in termini economici che in merito alla tecnologia messa a disposizione; sono entrambi degli ottimi prodotti, particolarmente indicati per quei commercianti o liberi professionisti che non hanno un elevato giro di affari. La scelta migliore è determinata dai volumi degli incassi mensili.

Con SumUp risparmiano le attività che non hanno elevati incassi con la carta di credito, mediamente sotto l’importo di 1.000 euro mensile; superata la soglia di 1.000 euro la soluzione più economica è quella offerta da Axerve.

I terminali offerti dalle due società sono sostanzialmente differenti: Axerve offre un POS più tradizionale, ma comunque aggiornato ai più recenti standard di pagamenti, SumUp offre POS moderni e tecnologici (SumUp AIR) o un terminale basico, ma semplice da utilizzare (SumUp 3G). Entrambe le società offrono POS funzionali ed adatti al loro scopo.

La prima valutazione di scelta dovrebbe essere di tipo economica; scegliere un POS piuttosto che un altro deve dipendere dal volume di affari mensile: valutare il risparmio economico è fondamentale. Altri fattori però possono influenzare la scelta: i POS SumUp sono più pratici e moderni, ma senza la possibilità di emettere la ricevuta cartacea, se non aumentandone il costo, limite che può essere mal visto da alcuni clienti. Axerve viceversa offre ai propri clienti la possibilità di utilizzare un POS più tradizionale.

✅ Esistono POS senza canone e senza commissioni?

SumUp è senza canone. Axerve è commissioni (entro un certo limite di incasso).

✅ E’ più economico SumUp o Axerve?

La scelta migliore è determinata dai volumi degli incassi mensili. Qui puoi vedere entro quali limite conviene uno o l’altro.