Sperimentare per costruire una community e fare sempre nuove visite: intervista a Skande

il | Promuovere online | 1 commento

Ci fa piacere riportarvi oggi l’intervista di una vera e propria Web Star, Riccardo Scandellari, meglio conosciuto come Skande. Curatore di contenuti, creativo, giornalista e scrittore, l’eclettico Skande ci svela qualche dritta su come fare visite online ed avere successo…

1- Visite visite visite: spesso, non sempre, sono un obiettivo centrale in un progetto web. Come arrivare a fare visite, ad incrementarle costantemente? Cosa serve, dal tuo punto di vista e dalla tua esperienza?

La quantità delle visite non è fondamentale se vogliamo parlare ad un determinato pubblico. Oltre a cercare argomenti di interesse per il settore specifico va poi creata una community a supporto e tentare di posizionare la stessa nei risultati di Google. Diciamo che con ottimi contenuti si può contare nella condivisione di chi ci segue.

 

2- Social Media e visite, un rapporto in costante evoluzione: cosa ne pensi? Come rendere i Social Media un canale privilegiato per fare visite?

Personalmente faccio più visite da Twitter che non da Google, i social network sono diventati fondamentali ora che molti li sfruttano come canale principale per informarsi.

 

3- Quali sono le 3 cose che non devono mancare in un progetto che punti alla visibilità sui motori di ricerca?

Non sono il più qualificato su questo argomento, a mio avviso serve un buon titolo, link in ingresso e tanta conversazione sul post da posizionare.

 

4- SEO copywriting: hummingbird, co-occorrenze, citazioni, linking… una gran confusione. In sintesi, secondo te, come bisogna scrivere sul web per stimolare le visite e contemporaneamente instaurare un dialogo chiaro con i lettori? Qualche trucco / tool consigliato?

Non esista nessun tool che possa fare questo, l’unica cosa è comprendere il target di riferimento e comunicare i contenuti giusti nel modo giusto, ci sono libri che spiegano come curare i contenuti passando dal titolo, le immagini e come creare il giusto feeling. Si può studiare e assimilare ma alcuni noterete che hanno una particolare predisposizione e talento innato.

 

5- Se un’azienda dovesse aprire un’area news/blog aziendale, quali consigli ti sentiresti di fornire?

Umanizzare, umanizzare e umanizzare: raccontate le persone e fate scrivere le persone con i loro account e mostratene i volti. Il marchio viene dopo.

 

6- Se invece una persona comune volesse comunicare ed esprimersi online, cosa consiglieresti di fare? Quali strumenti suggeriresti?

Sono fissato con il blog, penso che gli account social vengano a supporto del proprio blog, che è la vera palestra in cui si comprende quali contenuti funzionino e quali no.

 

7- Come trovi gli argomenti per il tuo blog?

Ovunque, anche da questa intervista, alcune domande possono diventare veri e propri post. Anche dalle lezioni, domande ricevute via mail e scorrendo il feed reader quando voglio cavalcare l’attualità.

Grazie Skande!

 

Le precedenti interviste:

Stefano Mini: http://www.alverde.net/blog/licenziarsi-dal-lavoro-e-vivere-con-il-proprio-sito-intervista-a-stefano-mini/1415/

Andrea Giuliodori: http://www.alverde.net/blog/personalita-e-tanta-ricerca-la-ricetta-di-andrea-giuliodori-per-sfondare-online/1421/

Davide “Tagliaerbe” Pozzi: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-davide-tagliaerbe-lettura-e-personal-branding-per-guadagnare-online/1423/

Rosa Giuffrè: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-rosa-giuffre-essere-speciali-e-accendere-un-faro-su-se-stessi-sul-web-aiuta-eccome/1428/

Riccardo Mares: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-riccardo-mares-tecnica-anima-la-ricetta-per-aver-successo-online/1434/

Commenti

  1. Davvero interessante e ricco di spunti ragionevoli, peraltro uno dei pochi del settore sempre moderato ed attento a non fare troppo il "guru", se mi passate il termine.

Tags: