Pillole di SEO: ottimizza il blog per fare più soldi

il | Promuovere online | 5 commenti

Essere primi su Google per il solo piacere di esserlo non è molto utile. In altre parole, il posizionamento sui motori di ricerca non dev’essere fine a se stesso, ma dovrebbe avere sempre un obiettivo preciso. Quello più ovvio è ottenere molti visitatori. E’ questo un obiettivo sufficientemente preciso? No.

Un esempio banale: se i visitatori che provengono da Google cercando una determinata keyword, non sono realmente interessati ai tuoi contenuti, resteranno sul tuo blog solo per pochi secondi e non ti faranno guadagnare nulla. Conoscere ed applicare almeno l’abc delle tecniche di posizionamento è fondamentale; ritengo però che sia altrettanto utile un’ottimizzazione più specifica finalizzata a produrre risultati. Uno dei risultati potrebbe essere quello di fare soldi con i programmi di affiliazione. Come fare?

Supponiamo che tu abbia scritto un post in cui parli di un servizio online e che tale post ti faccia guadagnare tramite un programma di affiliazione.

L’obiettivo finale è quello di guadagnare per raggiungerlo devi: 

  1. far leggere il post a molti utenti potenzialmente interessati al servizio, quindi…
     
  2. fare in modo che il post sia ai primi posti su google per una o più keyword ben precise, quindi…
     
  3. definire le keyword ed ottimizzare non solo il singolo post, ma anche gli altri post che potrebbero essere correlati.

Concretamente, si può fare così:

  1. Scegli la keyword (questo punto è critico e lo tratterò in un post a parte). L’associazione  tra keyword, post (landing page) e obiettivo è fondamentale. Nell’esempio che ho fatto, la keyword potrebbe essere il nome del servizio.
     
  2. Verifica che la keyword sia presente all’interno del tag Title (meglio all’inizio dello stesso) della pagina web contenente il post. Se non lo è modifica il Title.
     
  3. Verifica che la keyword sia ripetuta alcune volte nel testo del post. Può essere inserita anche nel tag Alt  di una immagine inclusa nel post.
     
  4. Trova alcuni tuoi  post "vecchi" contenenti la keyword ed aggiungi un link su di essa in modo da collegare i post vecchi al post da ottimizzare. Questi link sono utili sia per il posizionamento nei motori, sia per agevolare gli utenti del sito. Un utente, infatti, potrebbe entrare nel tuo blog da una pagina vecchia già posizionata e da questa raggiungere, tramite un link, un post più recente sullo stesso argomento.
     
  5. Crea dei post correlati a quello che vuoi ottimizzare ed inserisci dei link utilizzando la keyword come àncora. Inserisci (se possibile) la keyword anche nel tag Title dei post correlati. Tali post possono essere pubblicati sullo stesso blog, su altri tuoi blog, su altri blog che ti ospitano (guest post), su siti di "article marketing" ecc. E’ importante non creare contenuti duplicati. Non pubblicare lo stesso post in tanti blog, ma crea dei post ad hoc per poter linkare la tua keyword.  Similmente a quanto detto per il punto 4, questi post sono utili ad aumentare la link popularity della pagina da ottimizzare, ma portano anche visitatori.

 Ultimo consiglio: applica questa procedura anche per migliorare il posizionamento della home page tuo blog.

Commenti

  1. Esistono personaggi che sono proprio dei "teorici convinti" del copia e incolla.

    Se si indaga si scopre che hanno dietro altre mille vicende legate alla violazione del copyright. Probabilmente sono proprio convinti che prendere le opere altrui, manipolarle, ripubblicarle spesso senza chiedere il permesso all'autore e/o citare l'autore o senza mettere links verso l'originale sia un atto naturale e giusto. Non capiscono che proprio per questo motivo molti, compreso me, non pubblicano in rete materiale di una certa rilevanza. Di conseguenza l'informazione di qualità rischia di diventare sempre meno disponibile e lasciare il posto a contenuti ridondanti e superficiali.

    La rete può autoregolamentarsi, basta cominciare a segnalare certi comportamenti ai motori di ricerca. I feedback negativi pesano di sicuro se sono numerosi e fondati.
    Io ho mandato due mail (la seconda più seria) e dopo una settimana hanno rimosso tutti i miei contenuti. Gli ho fornito una lunga serie di informazioni utili al miglioramento del portale e che mi sarei messo a loro disposizione per eventuali richieste per ottimizzare al meglio ed evitare l'odiosissimo contenuto duplicato... hanno fatto "orecchio da mercante" e non mi hanno più risposto.

    D'altronde cosa ti vuoi aspettare da uno che compra il dominio feedburner.it?
    Prima cosa da fare secondo me é segnalarlo a Google come contenuto duplicato mediante i moduli di segnalazione spam, mediante i contatti disponibili per il prg adsense in quanto gli articoli vengono copiati integralmente e quindi c'é violazione del copyright per trarne un profitto.
    Infatti, ho chiesto un paio di giorni fa chiarimenti al gestore di quel sito. ;) Attendo risposta. La cosa "bella" è che vengono addirittura eliminati i link contenuti negli articoli.
    http://www.feedburner.it/story.php?title=Pillole_di_SEO_ottimizza_il_blog_per_fare_pi%F9_soldi

    :scared: :scared: :scared: :scared:

    L'ennesimo sito inutile incapace di generare contenuti propri sfruttando la roba altrui.

Tags: