Ultimi aggiornamenti:

02/04/2024. Inserita la nuova promozione myPOS Pro a €199 invece di €249 fino al 30 aprile.

05/02/2024. Inserita la promozione del POS AXERVE senza canone, valida fino al 30 maggio: rimborso del 50% delle commissioni sostenute sulle transazioni (1% di commissione di cui il 50% viene rimborsato). Acquisto del POS solo €100.


Nel mondo di oggi, dove la tecnologia cambia in fretta, trovare il POS giusto per la tua attività può sembrare un bel rompicapo. Dal alcuni anni ormai aggiorno questa pagina per aiutarti a fare chiarezza: ho analizzato alcuni dei principali POS portatili (mobile) da tutti i punti di vista.

Ti parlerò delle loro principali funzioni, quanto costano, quali sono in offerta, quali sono i POS più economici e quanto sono facili da usare. Così, avrai tutte le carte in mano per scegliere quello che fa al caso tuo o semplicemente il POS con le commissioni più basse o quello dal costo d’acquisto minore.

Tabella sintetica dei migliori POS portatili per categoria.

per maggiori informazioni vai alle tabelle dettagliate

Migliori POS per categoriaQuale POS conviene di più?
POS con meno commissioniAxerve senza canone (1% di commissione)
Fino al 30/5, rimborso del 50% delle commissioni
POS meno costoso da acquistaremyPOS Go 2 €39
Migliore POS con canoneAxerve con canone (€ 17/mese, senza commissione)
Miglior POS senza canoneAxerve senza canone (1% di commissione)
Fino al 30/5, rimborso del 50% delle commissioni
Migliori POS in offerta oggiAxerve senza canone €100
Risparmi il 50% delle commissioni fino al 30/5

myPOS PRO €199 invece di €249 (fino al 30/4)
Migliore POS + EcommerceShopify

Ti segnalo le 2 offerte POS in corso

Nella seguente tabella puoi vedere le promozioni attive oggi

POSPROMOZIONI IN CORSO
AXERVE
Rimborso del 50% delle commissioni relative alle transazioni
Per i nuovi clienti che si iscrivono entro il 30/05/2024
Axerve POS con questa promo è il POS con le commissioni più basse.

Senza canone mensile
Commissione: 1% sul valore delle transazioni
Include la stampante
SIM dati multioperatore inclusa + WiFi
Accredito su qualsiasi conto corrente
Accredito entro il giorno lavorativo successivo all’incasso
Non necessita di smartphone

myPOS PRO

Prezzo scontato: €249 €199
Fino al 30/04/2024

Senza canone mensile
Commissione: € 0,05 + 1,20% sul valore delle transazioni
SIM dati inclusa + WiFi




Classifica dettagliata dei migliori POS mobile

Confronto POS più convenienti 2024

POSPERCHE’ SCEGLIERLO

Axerve
senza canone


MINOR COSTO nel 2024
QUANTO COSTA?
Acquisto POS: € 100

SENZA CANONE MENSILE

commissione solo 1% (è la più bassa che puoi trovare oggi)

PROMOZIONE IN CORSO: rimborso delle commissioni tramite cashback pari al 50% se attivi entro il 30/05/2024
QUANDO TI CONVIENE?
E’ il POS che ti fa risparmiare di più a lungo termine: paghi un po’ di più il dispositivo rispetto ai POS meno evoluti (quelli da collegare allo smartphone), ma risparmi tanto su ogni transazione per sempre.

Il costo del dispositivo è comunque il più basso tra quelli con stampante inclusa.

Ricevi l’accredito su qualsiasi conto corrente entro il giorno lavorativo successivo all’incasso.

Assistenza TOP. Fornito dall’italiana Banca Sella. Offerta chiara, zero pensieri.


Axerve Easy senza
commissioni



MIGLIORE CON CANONE
QUANTO COSTA?
Acquisto POS: €0

Canone fisso: €17 o €22 / mese

SENZA COMMISSIONI SULLE TRANSAZIONI
fino a €30.000


QUANDO TI CONVIENE?
Ti conviene se non vuoi pagare il dispositivo, fai transazioni ogni mese e il transato in un anno non supera i €30.000. Altrimenti ti conviene l’offerta Axerve senza canone.

Prevede un costo mensile di €17 oppure di €22 rispettivamente se il transato è minore oppure maggiore di €10.000. Se poi il transato è superiore a €30.000 è previsto sull’eccedenza una commissione dell’1%.


myPOS


QUANTO COSTA?
myPOS GO 2: €39
myPOS GO Combo: €189

myPOS PRO: €199 €249 fino al 30/4

SENZA CANONE
Commissione: € 0,05 + 1,20%
Accrediti istantanei su un conto myPOS dedicato
QUANDO TI CONVIENE?
E’ la scelta migliore se hai bisogno di un accredito immediato dei soldi incassati.


NEXI Pos


QUANTO COSTA?
Nexi Mobile POS: €29
SENZA CANONE
Commissione: 1,89%

Nexi Smart POS mini: €169
SENZA CANONE
Commissione: 1,49%

Rimborso delle commissioni su transazioni fino a 10 euro e fino ad un massimo di 50 euro di rimborso al mese per punto vendita
QUANDO TI CONVIENE?
Nexi Mobile POS ti conviene quando vuoi avere un POS economico e lo usi poco.
Va collegato via Bluetooth al tuo smartphone o tablet.


SumUp


QUANTO COSTA?
Acquisto:
POS Air: €39
POS SOLO con stampante: €89

SENZA CANONE MENSILE

Commissione: 1,95%
Incassi con qualsiasi conto corrente
QUANDO TI CONVIENE?
E’ la soluzione la più conveniente se usi poco il POS e ti capita di fare transazioni di piccoli importi.
Va collegato via Bluetooth al tuo smartphone o tablet


Shopify POS


QUANTO COSTA?
Acquisto POS WisePad 3: €59
Commissione: a partire da 1,5%
QUANDO TI CONVIENE?
Ti conviene solo se ti serve un ecommerce connesso al tuo negozio fisico. Shopify nasce per la vendita online.

Tabella con la classifica dei migliori POS

wb_incandescent

Risparmi il 30%

Con il Credito d’Imposta previsto dal Decreto Fiscale 2020 risparmi il 30% sull’importo delle commissioni.

Oggi comprare/cambiare il POS conviene, ecco perché:

  • La concorrenza tra gli operatori ha portato a POS con commissioni più basse
  • Spesso online ci sono offerte temporanee che ti fanno risparmiare molto, anche oggi ci sono POS più convenienti del mese scorso
  • La tecnologia evolve rapidamente: un dispositivo POS di 2 anni fa, oggi è obsoleto.

Fai attenzione a queste 4 cose:

  1. Molti esercenti stanno pagando inutilmente più dell’1% di commissioni, anche tu?
  2. Molti esercenti non sanno quanto stanno pagando e si fidano dell’offerta della propria banca
  3. Avere un POS è obbligatorio, ma puoi metterti in regola con poche decine di euro (il miglior POS non è per forza quello più costoso…)
  4. Nel lungo termine, conviene il POS con meno commissioni, non quello che ha un costo d’acquisto iniziale più basso.

In questa pagina ho raccolto i migliori POS acquistabili online e le relative promozioni sempre aggiornate. Ovviamente non ho incluso tutti i POS disponibili, ma un mix adatto alla maggior parte delle esigenze. Ho prestato particolare attenzione ai POS con scontrino, a quelli senza canone mensile e quelli senza commissioni sulle singole transazioni e più in generale ai POS che consentono di accettare pagamenti con la maggior parte delle carte credito, di debito o carte prepagate.

Mi auguro che in questa pagina tu possa trovare il POS più economico adatto alle tue esigenze di business.


Classifica migliori POS con stampante meno costosi

POS con stampanteCosto d’acquistoLink
Axervesolo € 100
oppure
€ 0 incluso nell’offerta a canone €17 o 22/mese
2° SumUp SOLO+stampante€ 139
3° Nexi Smart POS Mini con stampanteincluso nel canone da € 29/mese
4° myPOS Go Combo€189
5° myPOS PROOfferta €199 fino al 30/4
Classifica Dispositivi POS con Stampante

Classifica migliori POS senza canone meno costosi

POS senza canoneCommissioneLink
Axerve (senza canone)1%
in più risparmi il 50% fino al 30/5
2° MyPos€ 0,05 + 1,20%
3° Nexi1,89%
0% sotto i €10
4° SumUp1,95%
Classifica Dispositivi POS senza canone

Classifica migliori POS senza commissioni meno costosi

POS senza commissioniCanoneLink
Axerve (senza commissioni)€17 o €22 al mese
2° Nexi Smart POS Mini con Stampante€ 22,50 al mese
3° Nexi Smart POS€ 29 al mese
4° Nexi Smart POS CASSA€ 54 al mese
Classifica Dispositivi POS con canone (senza commissioni)

Classifica migliori POS Portatili (con SIM integrata)

POS con SIMCommissioni + Costo d’acquistoLink
Axerve1% + €100
2° MyPOS GO 2(€0,05/trans. + 1,20%) + €39
3° Nexi Smart POS Mini1,49% + €169
4° SumUp Solo1,95% + €79
Classifica Dispositivi POS con SIM integrata

Classifica migliori POS Mobile (si collegano allo smartphone)

POS MobileCommissioni + Costo d’acquistoLink
Nexi Mobile POS1,89% + €29
2° Sumup AIR1,95% + €39
Classifica Dispositivi POS con SIM integrata

Vediamo nel dettaglio le offerte dei principali fornitori di POS:

AXERVE Smart POS Easy – Senza Canone

Commissione:1% in più risparmi il 50% fino al 30/5
Costo del dispositivo:€ 100
Connettività:WiFi – GPRS – 4G (SIM inclusa con traffico gratuito)
Stampante Integrata:
Opzione per Ecommerce:
Funzioni Esclusive:Pay By Link – per richiedere pagamenti a distanza tramite email o SMS o Whatsapp

Cashin – una cassaforte che digitalizza il contante

Perché scegliere Smart POS Easy Senza Canone?

PRO e CONTRO

PRO

  • La commissione dell’1% è la più bassa del mercato. Lo rende perfetto sia per piccoli importi (un caffè), sia per transazioni da centinaia di euro.
  • Non ci sono costi fissi mensili, quindi è indicato anche a chi usa poco il POS o lo usa stagionalmente. Se resta nel cassetto, non costa nulla.
  • Incassi trasferiti in 1 giorno lavorativo

CONTRO

  • Il dispositivo costa un po’ più dei modelli “mobile” della concorrenza, ma ha la stampante integrata. Non è più costoso degli altri POS con stampante.

oppure
Leggi la recensione


AXERVE Smart POS Easy – Senza Commissioni

Commissione:€ 17 al mese se incassi fino a € 10.000
€ 22 al mese se incassi fino a € 30.000
€ 22 al mese + 1% sull’eccedente i € 30.000
iva esclusa
Costo del dispositivo:GRATIS
Connettività:WiFi – GPRS – 4G (SIM inclusa con traffico gratuito)
Stampante Integrata:
Opzione per Ecommerce:
Funzioni Esclusive:Pay By Link – per richiedere pagamenti a distanza tramite email o SMS o Whatsapp

Cashin – una cassaforte che digitalizza il contante

Perché scegliere AXERVE Smart POS Easy Senza Commissioni?

PRO e CONTRO

PRO

  • Costo fisso mensile
  • Dispositivo incluso nel canone mensile
  • Stampante inclusa
  • Utilizzabile con qualunque conto corrente
  • Incassi trasferiti in 1 giorno lavorativo

CONTRO

oppure
Leggi la recensione

myPOS

Commissione:€ 0,05 + 1,20%
Costo del dispositivo:myPOS GO 2: €39

myPOS PRO: €189

myPOS GO COMBO: €249
Connettività:WiFi – GPRS (SIM inclusa con traffico gratuito)
Stampante Integrata:Solo i modelli PRO e COMBO
Opzione per Ecommerce:
Funzioni Esclusive:Ricezione dei pagamenti immediata su un conto dal quale puoi sia trasferire il denaro tramite bonifico al tuo conto corrente sia spenderlo tramite una carta Mastercard business gratuita

Perché scegliere myPOS?

PRO e CONTRO

PRO

  • Ricevi i pagamenti immediatamente sul conto dedicato
  • Puoi spendere subito i soldi incassati anche usando una Carta Mastercard Business
  • Il modello base (GO 2) è molto economico
  • Funziona in tutta Europa

CONTRO

  • Ogni bonifico dal conto myPos al tuo conto corrente costa €3

oppure

leggi la recensione completa di myPOS

Nexi Smart POS Mini e Mobile POS

Commissione:1,89%
Costo del dispositivo:Smart POS Mini: €169 e 1,49% di commissione
Mobile POS: € 29
Connettività:Smart POS Mini: WiFi – 4G (SIM inclusa con traffico gratuito)
Mobile POS: si collega tramite Bluetooth ad uno smartphone
Stampante Integrata:Smart POS Mini: No (ma Sì nell’offerta a canone)
Mobile POS: No
Opzione per Ecommerce:
Funzioni Esclusive:Rimborso delle commissioni su transazioni fino a 10 euro e fino ad un massimo di 50 euro di rimborso al mese per punto vendita con Visa, Mastercard e Pagobancomat fino al 31/12/2024.

Perché scegliere un POS Nexi?

PRO

  • Rimborso delle commissioni su transazioni fino a 10 euro e fino ad un massimo di 50 euro di rimborso al mese per punto vendita con Visa, Mastercard e Pagobancomat fino al 31/12/2024.

CONTRO

  • L’assistenza è un po’ lenta

oppure

leggi la recensione completa dei POS Nexi


SumUp POS

Commissione:€ 1,95%
Costo del dispositivo:AIR: €39

SOLO: €79

SOLO+STAMPANTE: € 139
Connettività:AIR: si collega tramite Bluetooth ad uno smartphone

SOLO: WiFi – 3G (SIM inclusa con traffico gratuito)
Stampante Integrata:No. La stampante è inclusa nell’offerta “SOLO+Stampante”
Opzione per Ecommerce:
Funzioni Esclusive:Pay by Link – per farti pagare tramite WhatsApp, Facebook, email, sms o qualsiasi altra piattaforma

Negozio Online (commissione 2,5%)

Conto Aziendale con Carta Mastercard (facoltativo)

Perché scegliere SumUp?

PRO e CONTRO

PRO

  • Paghi solo se lo usi
  • Si può collegare qualunque conto corrente (anche personale, senza p.iva)
  • Puoi avere il Conto Aziendale SumUp con una Carta Mastercard gratis
  • Il modello SOLO è particolarmente piccolo e maneggevole

CONTRO

  • Conviene solo su bassi volumi di transato

oppure
Leggi la recensione


Se non sai quale POS scegliere:


Come detto sopra in questa pagina cerco di essere d’aiuto nel trovare un POS economico alle migliori condizioni.

Quali sono i costi che devi sostenere per avere un POS?

I costi di un POS (Point of Sale) per un esercente possono essere suddivisi in diverse categorie:

  1. Costo di acquisto o noleggio: è il costo iniziale per ottenere il dispositivo POS. Alcuni POS possono essere acquistati per un costo una tantum, mentre altri possono essere noleggiati con un canone mensile o annuale.
  2. Commissioni per transazione: Queste sono le commissioni che paghi per ogni transazione effettuata tramite il POS. Possono essere una percentuale dell’importo della transazione o un importo fisso per transazione oppure un costo fisso più un costo in percentuale.
  3. Canoni mensili o annuali: Alcuni sistemi POS richiedono un pagamento mensile o annuale.
  4. Costi di installazione e manutenzione: Ci possono essere costi associati all’installazione del sistema POS e alla sua manutenzione periodica.
  5. Costi aggiuntivi: Alcuni sistemi POS possono avere costi aggiuntivi per funzionalità extra, come l’integrazione con altri sistemi di gestione o servizi di assistenza clienti.

Quando conviene un POS con canone mensile e quando uno con commissioni sul transato?

La scelta tra un POS con un costo mensile fisso e un POS con una commissione variabile in funzione del transato dipende da vari fattori legati alla tua attività commerciale. Ecco alcuni aspetti da considerare per fare la scelta migliore:

Volume delle vendite

  • Alto volume: Se la tua attività genera un volume elevato di transazioni regolari, un costo mensile fisso potrebbe essere più vantaggioso. In questo modo, il costo per transazione diminuisce man mano che il volume delle vendite aumenta, rendendo il costo fisso più conveniente a lungo termine.
  • Volume variabile o basso: Se il volume delle vendite è basso o molto variabile, una commissione variabile potrebbe essere più conveniente, poiché paghi solo in base al valore transato.

Valore medio delle transazioni

  • Transazioni di valore elevato: Se il valore medio delle transazioni è alto, una commissione variabile potrebbe risultare più costosa, soprattutto se la percentuale di commissione è significativa.
  • Transazioni di valore basso: Con transazioni di valore basso, le commissioni variabili possono avere un impatto minore sui ricavi, rendendole una scelta ragionevole.

Prevedibilità del numero di vendite

  • Vendite orevedibili: Se puoi prevedere con una certa accuratezza il volume delle vendite, potresti calcolare quale opzione sarebbe più economica in base alle tue stime di vendita mensili.
  • Vendite imprevedibili: Se le tue vendite sono imprevedibili o stagionali, la flessibilità delle commissioni variabili potrebbe essere più adatta alle fluttuazioni del business.

Cosa si intende per “POS senza commissioni”?

Il termine “POS senza commissioni” può essere interpretato in diversi modi nel contesto dei sistemi di pagamento. Ecco alcune delle possibili interpretazioni:

  1. Nessuna commissione per singola transazione: In questo modello, non paghi commissioni specifiche per ogni transazione processata tramite il POS. Questo non significa che il servizio sia completamente gratuito, poiché potrebbero esserci altri costi associati, come un canone fisso mensile o annuale, costi di acquisto o noleggio del dispositivo o spese di manutenzione. Vedi l’elenco dei migliori POS senza commissioni.
  2. Nessuna commissione su transazioni inferiori a un certo importo: Alcuni sistemi POS offrono un rimborso delle commissioni su transazioni fino a un certo importo (ad esempio, fino a 10 euro come Nexi). Questo significa che non paghi commissioni per transazioni al di sotto di quella soglia, ma potresti dover pagare commissioni standard per transazioni di importo superiore. Inoltre, potrebbe esserci un limite massimo di rimborso mensile quindi non tutte le transazioni sotto una certa soglia vengono rimborsate.
  3. Promozioni o Condizioni Speciali: Alcuni fornitori di POS potrebbero offrire periodi promozionali o condizioni speciali dove le commissioni per transazione sono azzerate o ridotte per un periodo limitato o sotto specifiche condizioni. Vedi l’elenco delle promozioni POS attualmente attive.

In sintesi, quando si valuta un “POS senza commissioni”, è fondamentale considerare tutti i possibili costi associati e non solo le commissioni per transazione. Devi leggere attentamente i termini del servizio per comprendere la struttura dei costi complessiva e valutare quale modello sia più vantaggioso in base al volume e all’importo delle transazioni tipiche della tua attività commerciale.

Pagamento POS: tipologie, obblighi e modalità

Il pagamento tramite POS è una modalità di pagamento tra le più sicure, che permette di pagare beni e servizi attraverso l’utilizzo di carte di credito, carte di debito e bancomat. Il pagamento tramite POS può essere accettato sia da terminale fisso che da terminale mobile, con l’utilizzo di carte tradizionali o contactless.

L’obbligo per i commercianti di avere un POS e quindi di accettare questa tipologia di pagamento è stata introdotta dal 2012 e, dal 30 settembre 2017, sono state introdotte delle sanzioni specifiche.

Chi ha l’obbligo di accettare pagamenti con POS?

Dal 2012 esiste in Italia un decreto legge (dl 179/2012) che ha introdotto l’obbligo per i commercianti, i liberi professionisti e le imprese di dotarsi di POS per i pagamenti elettronici, in alternativa al pagamento in contanti.

La norma sull’obbligo del POS è stata in seguito riproposta nella legge di stabilità del 2016, ma è stata poco applicata a seguito della mancanza di sanzioni in merito al suo non rispetto.

La svolta è avvenuta dal 30 settembre 2017 quando è stata introdotta la possibilità di sanzionare il commerciante che non accetta pagamenti tramite POS per un importo da 5 a 30 euro a transazione non accettata.

Nel 2019, il legislatore ha deciso di fare dietrofront sulla sanzione prevista (il cui debutto era stabilito per il 01/07/2020) per commercianti, esercenti e professionisti che non avessero accettato pagamenti tracciabili. Con la cancellazione dell’articolo 23 del decreto fiscale decisa dalla commissione Finanze si è deciso di non applicare la multa prevista che sarebbe stata di 30 euro più il 4% del valore della transazione.

Il tutto è stato rimandato fino al 30/06/2022, da tale date le multe sono diventate operative.

Successivamente ci sono state ulteriori modifiche: dal novembre 2022, per le cifre inferiori a 30 euro, i commercianti non dal più tenuti ad accettare i pagamenti con carte di credito e Bancomat e le multe sono state sospese. Nel dubbio è meglio avere a disposizione un POS, magari senza spese fisse.

Come funziona un POS?

Il POS è un terminale elettronico che risulta essere collegato, tramite linea telefonica/internet, al centro di elaborazione dati della banca che gestisce il servizio.

Quando viene inserita, strisciata o appoggiata la carta o il bancomat al POS il terminale trasmette i dati alla banca che autorizza o rifiuta l’addebito sul conto corrente del cliente e il contestuale accredito sul conto del commerciante.

Tipologie di carte e modalità di pagamento

L’esercente, a seconda del servizio che vuole offrire al proprio cliente, può decidere quali circuiti di pagamento abilitare; in questo modo potrà decidere di accettare pagamenti con carte di credito e carte di debito facenti parti del circuito Visa, Mastercard, America Express, JCB, Diners e EDC Maestro. In merito al pagamento con carta bancomat solitamente la scelta può ricadere sul solo circuito italiano PagoBancomat o sui circuiti internazionali, ad esempio Maestro.

Il pagamento attraverso POS può avvenire con le più tradizionali modalità, quali l’inserimento o la strisciata della carta oppure con la modalità più recente ed innovativa del contactless.

Mediante l’utilizzo di un tecnologia NFC il terminale POS abilitato ad accettare pagamenti con contactless accetta la transazione semplicemente attraverso l’avvicinamento della carta di credito o dello smartphone al terminale.

Se si utilizza una carta di credito/debito sarà sufficiente avvicinarla al POS abilitato; se si utilizza uno smartphone sarà necessario anche scaricare un’apposita applicazione per il pagamento con il telefono cellulare.

I vantaggi del pagamento tramite POS

Accettare pagamenti tramite POS offre diversi vantaggi agli esercenti come ai clienti finali.

Per l’esercente:

  • Maggiori opportunità di vendita: Offri ai tuoi clienti un metodo di pagamento alternativo, sempre più utilizzato anche al di fuori dei classici punti vendita, ampliando così le possibilità di business.
  • Aumento della soddisfazione del cliente: I tuoi clienti pagano più velocemente, riducendo i tempi di attesa e migliorando la loro esperienza.
  • Gestione finanziaria migliorata: Nei settori come alberghiero e ristorazione, il POS semplifica la gestione dei flussi economici-finanziari. Ogni vendita viene digitalizzata e registrata sul tuo estratto conto bancario in modo automatico e immediato.

Per il cliente:

  • Velocità di pagamento: I clienti godono di transazioni rapide senza aspettare il “resto”.
  • Pagamenti in valute diverse: In città turistiche, i clienti possono pagare nella loro valuta, rendendo l’esperienza più comoda sia per loro sia per te.

Tipologie di POS

Per l’esercente il POS può avere costi e funzionalità differenti; è necessario quindi conoscere le 5 principali categorie di POS tra cui poter scegliere.

  • POS fisso: il lettore viene collegato alla linea telefonica fissa. È la tipologia più tradizionale, solitamente utilizzati dove c’è una sola postazione fissa di ricezione dei pagamenti.
  • POS cordless: il lettore funziona attraverso la linea telefonica wireless. Questo terminale può essere spostato da un posto ad un altro, sempre nei limiti della zona di attivazione del wireless.
  • POS portatile GSM/GPRS: il lettore funziona tramite una SIM card. Può quindi essere spostato ovunque, in quanto non legato al wireless, nè ad una connessione tramite cavo.
  • Mobile POS: si tratta di un POS portatile che, attraverso un’applicazione, scaricata sul proprio smartphone o tablet, permette di accettare pagamenti attraverso il proprio POS che viene collegato al dispositivo tramite bluetooth. Con questa modalità la ricevuta di pagamento può essere inviata in formato elettronico tramite sms o email.
  • POS virtuale: utilizzata dagli e-commerce, permette di elaborare transazioni via internet in modo semplice e sicuro. I clienti possono acquistare online un bene o un servizio, pagare direttamente tramite il sito dell’esercente e ricevere in modo automatico la ricevuta di pagamento.

Il POS mobile è la soluzione più pratica e più conveniente dal punto di vista economico quando si ha la necessità di accettare pagamenti con carta di credito e bancomat in negozio ma anche in mobilità. Il lettore carte di credito collegato alla rete internet del punto vendita oppure associato allo smartphone è un device che sta diventando sempre più popolare anche tra lavoratori autonomi, liberi professionisti e piccole imprese. Le banche tradizionali al momento propongono ancora commissioni POS troppo elevate, o comunque condizioni economiche poco vantaggiose soprattutto per chi gestisce un piccolo business.

Con i pagamenti tramite POS, il mondo del mobile payment si evolve sempre di più, come dimostra il proliferare di offerte in questo ambito. Con un device apposito – un POS portatile, appunto – è possibile accettare le più diverse carte di pagamento ovunque ci sia la possibilità di collegarsi alla rete dati tramite il proprio smartphone o tramite una SIM dedicata inserita direttamente nel dispositivo POS. Con la possibilità aggiuntiva di gestire gli accrediti e gli estratti conto da apposite app per smartphone. Diverse realtà propongono il POS senza canone: questo vuol dire che si paga una commissione solo e se si accetta qualche pagamento altrimenti il POS è privo di spese fisse (tranne l’acquisto iniziale del dispositivo). Gli assicuratori, i venditori ambulanti, ma anche i postini, gli elettricisti, gli idraulici, i tassisti: sono numerosi i professionisti che possono approfittare della praticità di un sistema più economico e più comodo di quelli previsti finora.

POS senza linea telefonica

I POS senza linea telefonica funzionano utilizzando alternative alla tradizionale connessione telefonica fissa per processare le transazioni con carta di credito o debito. Queste alternative includono:

  1. Connessione Internet via Wi-Fi: Molti POS moderni possono collegarsi a una rete Wi-Fi per trasmettere i dati delle transazioni. Questo tipo di connessione è comune in ambienti come negozi, ristoranti e altri luoghi dove è disponibile una rete Wi-Fi affidabile.
  2. Connettività Mobile (3G/4G/5G): Alcuni POS sono dotati di SIM card e possono utilizzare le reti mobili per processare le transazioni. Questo li rende ideali per attività mobili come i mercati all’aperto, i food truck o per venditori ambulanti, dove una connessione Wi-Fi stabile potrebbe non essere disponibile.
  3. Connettività Bluetooth: In alcuni casi, i POS possono collegarsi a un altro dispositivo (come uno smartphone o un tablet) tramite Bluetooth. Il dispositivo connesso, a sua volta, utilizza una connessione Wi-Fi o dati mobili per processare la transazione.
  4. POS Integrati in apparecchi mobili: Esistono anche soluzioni di POS basate su app, dove uno smartphone o un tablet funge da POS utilizzando un’app dedicata. Questi dispositivi possono processare le transazioni utilizzando la loro connettività dati mobile o Wi-Fi.

L’uso di queste tecnologie rende i POS più flessibili e mobili, permettendo agli esercenti di accettare pagamenti in quasi qualsiasi luogo e in modo più efficiente.

Chi ha davvero bisogno di un POS?

Per fare valutazioni dei POS abbiamo considerato le esigenze di varie categorie di esercenti:

  1. POS per commercio al dettaglio: I negozi al dettaglio di vario genere, come supermercati, negozi di abbigliamento, negozi di elettronica, negozi di articoli per la casa, ecc., utilizzano i POS per elaborare le transazioni dei clienti.
  2. POS per ristoranti e bar: I ristoranti, i bar, le caffetterie e i locali di ristorazione utilizzano i POS per registrare gli ordini dei clienti e gestire i pagamenti.
  3. POS per alberghi e strutture ricettive: Gli alberghi, i motel, i bed and breakfast e altre strutture ricettive utilizzano i POS per registrare le prenotazioni e gestire i pagamenti dei clienti.
  4. POS per servizi professionali: Professionisti come medici, dentisti, avvocati, consulenti finanziari e altri utilizzano i POS per elaborare i pagamenti dei loro clienti.
  5. POS per e-commerce: Anche le aziende che vendono online possono utilizzare un sistema di pagamento online che funge da POS virtuale per elaborare i pagamenti dei clienti tramite carte di credito, PayPal e altri metodi di pagamento online.
  6. POS per trasporti: Compagnie aeree, compagnie di autobus, compagnie ferroviarie e altre aziende di trasporto utilizzano i POS per vendere biglietti e gestire le prenotazioni.
  7. POS per organizzatori di eventi e spettacoli: Organizzatori di eventi, teatri, cinema e luoghi di intrattenimento utilizzano i POS per vendere biglietti e concessionarie.
  8. POS per le stazioni di servizio: Le stazioni di servizio utilizzano i POS per elaborare i pagamenti dei clienti per il carburante e altri prodotti o servizi offerti.
  9. POS per il settore alimentare in mobilità: Punti di ristoro come chioschi, food truck e altre attività simili utilizzano i POS per gestire le vendite di cibo e bevande.
  10. POS per il settore delle arti e dell’intrattenimento: Musei, gallerie d’arte, parchi a tema e altre attrazioni culturali e ricreative utilizzano i POS per vendere biglietti e articoli di souvenir.

In base a cosa scegliere un POS rispetto ad un altro?

La scelta di un POS per un esercente dipende da vari fattori che dovrebbero essere attentamente considerati per assicurare che il sistema scelto sia il più adatto alle esigenze specifiche del proprio business.

  1. Tipo di attività: Per esempio, un ristorante potrebbe beneficiare di un POS con funzioni per la gestione delle ordinazioni e della cucina, mentre un negozio al dettaglio potrebbe necessitare di un sistema con un robusto inventario e funzioni di gestione dei clienti.
  2. Costo: Considerare le spese iniziali per l’hardware e le eventuali commissioni per le transazioni. È importante scegliere un POS che si adatti al budget senza sacrificare le funzionalità essenziali.
  3. Facilità d’uso: Un sistema facile da usare riduce il tempo di formazione del personale e migliora l’efficienza operativa. È fondamentale che l’interfaccia utente sia intuitiva e accessibile.
  4. Integrazioni: Verificare la compatibilità del POS con altri software usati nell’attività, come quelli per la contabilità, la gestione del personale o l’e-commerce. L’integrazione fluida con altri sistemi può semplificare notevolmente i processi aziendali.
  5. Sicurezza: Assicurarsi che il sistema POS scelto sia conforme agli standard di sicurezza vigenti per proteggere i dati sensibili dei clienti.
  6. Assistenza e supporto: È importante avere un buon livello di assistenza e supporto tecnico per risolvere eventuali problemi in modo tempestivo.
  7. Scalabilità: Un sistema POS dovrebbe essere in grado di crescere con l’attività. Scegliere un POS che possa essere facilmente aggiornato o modificato per adattarsi all’espansione dell’azienda.

Valutando attentamente questi aspetti, puoi identificare il sistema POS più adatto alle tue specifiche esigenze e al contesto in cui operi.

L’importanza dell’assistenza

L’assistenza per i sistemi POS è un aspetto cruciale per gli esercenti, poiché garantisce il corretto funzionamento e la continuità operativa del loro business. Un servizio di assistenza efficace e tempestivo è fondamentale per risolvere rapidamente eventuali problemi tecnici, evitando interruzioni nell’accettazione dei pagamenti, che potrebbero portare a perdite di vendite e insoddisfazione dei clienti. Inoltre, un buon supporto può aiutare gli esercenti a sfruttare al meglio le funzionalità del POS, ottimizzando la gestione delle transazioni e l’analisi dei dati di vendita.

Il servizio di assistenza può essere erogato dal gestore del POS in varie modalità:

  1. Assistenza telefonica: Fornire un supporto immediato per rispondere a domande e risolvere problemi tecnici o operativi.
  2. Assistenza online: Utilizzo di email, chat o portali di assistenza per offrire supporto rapido e documentazione utile.
  3. Guide e tutorial online: Disponibilità di materiale formativo come guide, video tutorial o FAQ per aiutare gli esercenti ad utilizzare al meglio il sistema POS.
  4. Interventi sul posto: In caso di problemi più complessi, il gestore del POS può inviare un tecnico per risolvere il problema direttamente presso l’attività commerciale.
  5. Aggiornamenti software: Fornire aggiornamenti regolari del software per migliorare la sicurezza, aggiungere nuove funzionalità e ottimizzare le prestazioni del sistema.
  6. Formazione iniziale: Offrire una formazione iniziale per insegnare agli esercenti come usare il POS, massimizzando l’efficienza e riducendo la probabilità di errori operativi.

Un servizio di assistenza di qualità rappresenta quindi un valore aggiunto significativo per gli esercenti, contribuendo al successo e alla fluidità delle loro operazioni quotidiane. Consigliamo di approfondire questi aspetti quando decidi di attivare un servizio POS.

Tendenze del mercato ed innovazioni future

Nel dinamico mondo dei POS, le tendenze del mercato e le innovazioni tecnologiche stanno continuamente ridefinendo il paesaggio. L’adozione crescente di soluzioni basate su cloud sta portando a sistemi POS sempre più integrati, che offrono non solo la possibilità di gestire pagamenti, ma anche di analizzare dati di vendita, gestire l’inventario e migliorare l’esperienza del cliente. Inoltre, l’interesse verso i pagamenti senza contatto e le tecnologie mobile sta aumentando, con i POS che si evolvono per supportare pagamenti via smartphone e smartwatch. In futuro, possiamo aspettarci ulteriori sviluppi come l’integrazione di intelligenza artificiale e machine learning per offrire analisi predittive e personalizzate, migliorando ulteriormente l’efficienza e l’efficacia dei sistemi POS per commercianti e clienti.

Di conseguenza, per orientarsi nell’acquisto di un POS con uno sguardo al futuro, ti consiglio di:

  1. Scegliere un POS che sia compatibile con tecnologie emergenti come pagamenti senza contatto e mobile payment.
  2. Optare per sistemi POS basati su cloud che offrono funzionalità aggiuntive come gestione dell’inventario e analisi dei dati.
  3. Selezionare un POS che possa adattarsi alle esigenze mutevoli dell’attività commerciale.
  4. Considerare la facilità con cui il sistema POS può essere aggiornato per adattarsi a nuove tecnologie e tendenze del mercato.

Domande frequenti

✅ Qual è il miglior POS mobile?

Secondo la mia esperienza e dopo aver valutato le caratteristiche dei modelli più diffusi, ho selezionato la soluzione migliore per la maggior parte delle esigenze: Axerve senza canone mensile, commissione 1% sulle transazioni.

✅ Esiste un POS mobile senza commissioni?

Esistono varie soluzioni: pagamento di un canone, nessun canone ma % sulle transazioni ecc. Ogni esercente / professionista deve trovare la soluzione più conveniente per il proprio caso specifico.

✅ Quanto costa avere un POS portatile?

Esistono molti dispositivi con prezzi molto vari. Una soluzione estremamente economica costa: € 17/mese con il dispositivo POS incluso nel costo (non va acquistato a parte).

✅ I POS mobile emettono lo scontrino?

Alcuni modelli sì altri richiedono una stampante esterna. L’esercente deve conservare gli scontrini emessi dal POS per un periodo non inferiore ai 18 mesi dalla data di emissione.

✅ Qual è il POS con le commissioni più basse?

Oggi il POS con le commissioni più basse è Axerve senza canone mensile, commissione 1% sulle transazioni e rimborso del 50% delle commissioni per i nuovi clienti.