Meglio Etoro o Moneyfarm?

il | Investimenti | 0 commenti

Moneyfarm è una società di consulenza finanziaria autorizzata dalla Consob e dalla FCA britannica, che permette di creare un portafoglio d’investimento in ETF abbinando modelli e algoritmi informatici con la consulenza umana; si tratta di una società indipendente di gestione patrimoniale in regime di risparmio gestito.

A differenza di MoneyFarm, eToro è un Social Investment Network dove ogni utente iscritto può seguire altri utenti/investitori, scambiarsi messaggi pubblici e copiare gli investimenti degli altri utenti. Attraverso eToro l’investitore non viene tutelato da un consulente personale, ma può seguire determinati investitori, copiandone gli investimenti per garantirsi il medesimo rendimento.

MoneyFarm: funzionamento

L’iscrizione a MoneyFarm risulta essere semplice ed immediata; dopo aver inserito i propri dati e gli estremi del proprio documento di identità, viene richiesta la compilazione del questionario di valutazione del proprio profilo di rischio. Dopo pochi giorni il proprio conto risulterà aperto e pronto per l’investimento iniziale, che dovrà essere di almeno 5.000 euro.

Ai clienti verrà proposto un portafoglio composto da ETF (fondi che replicano l’andamento di un indice di mercato); il portafoglio consigliato dal consulente sarà in linea alla propensione di rischio del cliente. Successivamente il team di MoneyFarm suggerirà eventuali cambi di investimenti per minimizzare i rischi e massimizzare il rendimento; queste variazioni verranno proposte sulla base dell’andamento dei mercati analizzando gli indici e avvalendosi anche di algoritmi.

PROVA MONEYFARM
oppure
Leggi la recensione

eToro: funzionamento

eToro è un broker autorizzato soggetto alla normativa europea con licenza rilasciata dalla CySec; si tratta quindi di una piattaforma sicura ed affidabile. L’apertura del conto eToro inizia con la dimostrazione dell’apertura di un conto demo, utile per familiarizzare con le modalità operative del Social Investiment.

La funzionalità principale di eToro è il CopyTrading; l’utente/investitore può creare un portafoglio diversificato di investitori reali e copiare le loro scelte di investimento; in questo modo potrà ottenere una rendita passiva.

Dopo essersi iscritto al Social Investment Network eToro l’investitore dovrà eseguire il primo bonifico di importo minimo pari ad 200 euro ed iniziare ad investire direttamente sulla piattaforma.

Attraverso il CopyTrading il cliente di eToro potrà seguire le decisioni di investimento degli altri utenti, garantendosi in questo modo una rendita passiva che sarà la copia della rendita dell’investitore che si vorrà copiare. Trovare gli investitori più efficienti su eToro è semplice, in quanto esiste un motore di ricerca che permette, attraverso dei filtri, di individuare gli utenti, secondo le proprie necessità quali ad esempio il livello di rischio, il rendimento, la durata dell’investimento e la tipologia di mercati in cui si vuole investire.

Attraverso il motore di ricerca interno di eToro è possibile quindi seguire e copiare gli investimento degli investitori secondo le proprie esigenze; esiste anche una classifica che elenca gli investitori più popolari, evidenziando le loro caratteristiche, il loro profilo di rischio e di conseguenza il loro rendimento.

PROVA ETORO
oppure
Leggi la recensione

MoneyFarm: costi e commissioni

costi di consulenza legati alla gestione patrimoniale di MoneyFarm sono pari all’1% per investimenti da 5.000 euro a 14.999 euro, fino ad un minimo del 0.30% per investimenti superiori a 500.000 euro; sono presenti inoltre costi legati agli ETF pari allo 0,26% ed un bid-ask spread annuale fino allo 0,07%; l’investimento minimo previsto è pari a 5.000 euro.

Il prelievo dell’investimento può avvenire in qualsiasi momento e senza costi aggiuntivi.

eToro: costi e commissioni

Investire su eToro prevede uno spread fisso uguale per qualsiasi importo di investimento che varia in base alla tipologia di investimento, nessun costo fisso di apertura conto ed un investimento iniziale minimo di 200 euro.

Il prelievo dell’investimento sulla piattaforma può avvenire in qualsiasi momento, con un minimo prelevabile pari a 50 dollari con una commissione di prelievo che varia in base alla tipologia di conto (da zero commissione ad un massimo di 25 dollari).

MoneyFarm ed eToro: pro e contro

Elementi positivi di entrambe le società analizzate sono la sicurezza, in quanto entrambe sono autorizzate e vigilate da organi autorizzati, la facilità d’uso, la trasparenza delle commissioni e la possibilità di prelevare le somme in qualsiasi momento senza nessuna penale.

Con Moneyfarm si è tutelati nella scelta dell’investimento da un consulente personale che propone investimenti in base alla propensione al rischio e alla “alfabetizzazione finanziaria” del cliente, mentre con eToro la responsabilità è tutta in capo al cliente/investitore che si prende la responsabilità di scegliere e copiare altri investitori della piattaforma.

Moneyfarm ha un capitale minimo elevato (5000 euro) e commissioni che, seppur trasparenti, sono ritenute superiori a spread applicati su altre piattaforme; eToro ha un capitale minimo di investimento esiguo (200 euro) e commissioni che non variano al variare dell’importo investito.