Il tuo sito sta regalando l'84% degli spazi pubblicitari?

il | Guadagnare online | 0 commenti

Da un recente studio di comScore e Starcom USA è emerso che l’8% degli utenti internet generano l’85% dei click sui banner pubblicitari. Non solo: l’84% degli utenti internet non clicca sui banner pubblicitari. I banner sono quindi inutili? No, dopo spiegherò perchè. E lo sono dal punto di vista di un affiliato che viene pagato solo in seguito ad un’azione (acquisto/registrazione) successiva ad un click su un banner? Parliamone. :D

Nella tabella seguente puoi vedere alcuni dei risultati dello studio comparati con quelli del 2007.

Risultati dello Studio comScore sui click sui banner

Se solo il 16% degli utenti internet clicca sui banner, ha senso esporre un banner sul proprio sito in cambio di una remunerazione basata, direttamente o indirettamente, sui click?

Pare proprio di no. L’avevo già detto e spiegato in modo approffondito nel post "Non usare i banner per guadagnare con le affiliazioni pay per action". Se l’84% delle persone non clicca sui banner, non possiamo farci niente. Ma il restante 16% dobbiamo sfruttarlo al meglio! ;) Come? Creando dei banner contestuali ai contenuti della pagina. Con questa accortezza, i (pochi) click sui banner portano ancora buoni risultati.

Considerando i risultati dello studio di comScore, ha senso comprare/vendere dei banner pubblicitari indipendentemente dal numero di click sugli stessi?

In certi casi sì, ma bisogna fare attenzione.

Marco Loguercio, analizzando i risultati della ricerca Coordinated Multichannel Campaigns, dice:

Il click sulla pubblicità online è solo una delle possibili azioni che gli utenti che la vedono possono compiere, ma non la più comune. Negli USA, secondo questa ricerca, la risposta del 36% degli utenti esposti a una pubblicità online è stata una ricerca in un motore per il brand o il nome del prodotto pubblicizzato.

Ne segue che anche i banner non cliccati hanno un effetto comunicativo/pubblicitario non trascurabile. Questo concetto viene ulteriormente approfondito da Davide Pozzi nel post "Nessuno clicca sui banner".

Perchè prima ho scritto che bisogna fare attenzione nella compravendita dei banner?

Il concetto di base è questo: il "serbatoio di fiducia" dei navigatori è limitato; se un sito mostra spesso banner di scarso valore, la fiducia dei navigatori nei confronti degli inserzionisti di tale sito calerà click dopo click, fino al punto in cui le inserzioni pubblicitarie verranno sistematicamente ignorate. Similmente, un’inserzionista con un brand di qualità non vorrà "mescolarsi" agli inserzionisti di "scarso valore" presenti sul sito. Maurizio Benzi nel post "La credibilità della pubblicità online, lo spiega così:  

Non possiamo pensare che il contenuto pubblicitario di terzi che un editore mostra, sia irrilevante per la percezione che il pubblico ha di lui.
Se un website ha tra i suoi inserzionisti solo chat erotiche, siti di incontri, suonerie ed altri ambiti percepiti come di scarso valore, non è difficile pensare che il livello di fiducia complessivo della sua audience sarà basso. A discapito anche dei futuri inserzionisti.

Riepilogando:

  1. Usare i banner per guadagnare con i programma di affiliazione è sconveniente perchè i click saranno pochi e il valore aggiunto dalle esposizioni dei banner senza click non viene pagato dall’inserzionista.
  2. Se vuoi vendere direttamente pubblicità è bene fare una selezione stretta degli inserizionisti per non compromettere il valore del tuo brand e la fiducia che i visitatori hanno nei confronti dei tuoi inserzionisti.
  3. Se vuoi usare dei banner per rendere popolare il tuo brand, inseriscili in un sito web che, grazie alla sua popolarità e la sua accuratezza nella scelta degli inserzionisti, sia in grado di aumentare la fiducia degli utenti nei confronti dei marchi pubblicizzati.

Se leggi tutti gli articoli linkati all’interno di questo post, noterai quanto sia complicato analizzare e dare un valore ai banner solo in funzione dei dati misurabili in modo banale come click e impression.

Commenti

  1. Salve volevo dopo aver letto tutto,scrivere un piccolo spunto secondo un mio studio di settore,il banner non a più quell' importanza che poteva avere un decennio fa mi spiego meglio,piu si naviga in rete piu ci accorgiamo che è tutto solo virtuale fatto per ingannare attrarre a se i clik a quel a quell'altro banner,l'utente di oggi! Sono soprattutto giovani ragazzi e ragazze che sanno che cliccando quel determinato Banner generera un clik da € 0,04 ma se si sa gia che non sarà un vero! risultato anche cliccando quel banner cioè sapere di poter avere un vantaggio un risparmio ecc allora lo si evita e basta! perchè sarebbe solo la milionesima volta che si va a cliccare per poi trovarsi davanti sempre le stesse cose allora si va avanti leggendo i text link che a mio avviso! sono il miglior mezzo di comunicazione che possa esistere è ritengo che per i banner non ci sia più spazio!.
    Secondo me, la cosa piu' importante rimane sempre e comunque la fidelizzazione. Puoi anche mette gli striscioni megalomani, ma se non si instaura un buon rapporto con i clienti o i lettori dopo un po' si perde di credibilita'.
    Diciamo che per assurdo nel mio pensiero è il CTR al 100%, non penso siano molti le pagine che possano vantarsi di questo :)

    La pubblicità di TV e nei giornali è molto diversa perché se la guardi non è che poi non vedi più la trasmissione o leggi le notizie, invece per monetizzare col PPC i visitatori devono lasciare il sito.
    Non è proprio assurdo come ragionamento e la stessa logica è applicabile anche agli annunci adsense.

    Ovviamente dipende dal tipo di sito ma in linea generale banner e annunci dovrebbero essere complementari e non alternativi rispetto al contenuto della pagina.

    Ad esempio in una pagina relativa a macchine fotografiche in un sito e-commerce ha poco senso e potrebbe essere controproducente avere un banner o un annuncio di altri venditori di macchine fotografiche.

    Cosa diversa se invece se la pagina appartiene ad un blog e contiene una recensione di un modello di macchina fotografica.
    In effetti il metodo più unesto sarebbe quello di avere un circuito pubblicitario dove vengono pagati sia i clic che le impressioni...
    Facciamo un ragionamento assurdo.

    Supponiamo che la pagina di un sito ospiti un banner in alto prima dei contenuti e il ctr sia del 100% (ossia ogni visitatore fa click sul banner). Tutti i visitatori finirebbero nella pagina promozionale e nessuno leggerebbe il contenuto del proprio sito.

    Dunque a mio parere un ctr al 100% non è poi così tanto positivo se togliamo i siti in parking.
    Interessante! Non sono molto esperta di pubblicita' on line anzi, a dire il vero ci capisco pochissimo, anche se ho lavorato nel mktg e nella comunicazione per anni ed ho un diploma di tecnico della grafica e della pubblicita'. Il concetto di base è sempre quello, attirare, fidelizzare nel miglior modo possibile. Per quanto riguarda post-click, post-view so a mala pena cosa siano, la cosa importante sarebbe riuscire a farsi remunerare per lo spazio pubblicitario offerto sui nostri siti.

    La cosa che ho notato sul mio spazio Web e' questa:

    Possiedo un dominio con redirect con Aruba senza gestione dns ( che non so bene cosa sia ) che inizialmente reindirizzavo verso un blog su blogspot utilizzando come programmi di affiliazione Sprintrade e Zanox. Le visite al blog aumentavano anche se i click erano pochissimi e le vendite zero, in base alle statistiche Zanox. Ora ho reindirizzato il dominio verso un sito Google site e, contrallando le statistiche ad oggi, nel mese di ottobre sono passata da circa 500 view e qualche click a 1 view e zero click, sempre in base alle statistiche Zanox. Da cosa puo' dipendere?
    Bè...è una possibile "esternalità", ma di fatto, volendo, quante ce ne sono lato cliente di esternalità? cookie-stuffing..dropping..etc.

    Il cookie della post-view - solitamente - dura infinitamente meno di quello post-click, e comunque il post-click vince sul post-view. (solitamente) ..E pure la remunerazione è inferore.

    "tu infetti di cookie migliaia di utenti ed io sono costretto a riconoscerti una percentuale su tutte le mie vendite!"

    ...cosa possibile, ma a questo punto perchè distribuire cookie post-view e non post-click?
    Bè, alcuni programmi di affiliazione valorizzano questa attività dell'affiliato, riconoscendo una commissione a post-impression...proprio per il valore intrinseco (visivo) del banner.

Lascia un commento