Il ritardo nei pagamenti spiegato dal punto di vista di Tradedoubler

il | Guadagnare online | 30 commenti

Il ritardo nei pagamenti da parte dei network di affliazione è un problema che ti assilla? "Lo stesso cliente che in Germania o in Francia paga massimo a 30 giorni, in Italia paga a 120 giorni" sono le parole usate da Vittorio Lorenzoni, country manager di Tradedoubler Italia, per spiegare che il ritardo nei pagamenti è un "malcostume" tipicamente italiano. Ascolta la posizione ufficiale di Tradedoubler Italia in merito a questo problema, scopri quali soluzioni sono state tentate ed altre curiosità sul mondo delle affiliazioni nella seconda parte dell’intervista a Vittorio Lorenzoni.

Un problema diffuso: gli inserzionisti saldano spesso le proprie fatture in ritardo e questo si ripercuote sui pagamenti agli affiliati. Quali soluzioni adottate o pensate di adottare in futuro per ridurre i tempi di pagamento tra la generazione della commissione e il pagamento all’editore?

httpv://www.youtube.com/watch?v=sck7siufydc

Anche in questo caso parliamo di un fenomeno tipicamente italiano. Io lavorando per Tradedoubler, che è un’azienda presente in 18 Paesi, spesso mi confronto con i miei colleghi all’estero, i quali mi dicono che lo stesso cliente che in Germania o in Francia paga massimo a 30 giorni, in Italia paga a 120 giorni. E’ una cosa inspiegabile, quasi fosse una colpa della filiale italiana quella del ritardato pagamento. Ovviamente non è così, la causa è del malcostume italiano, fatto in primis dai grandissimi clienti, che sono i peggiori pagatori. Quando i grossi clienti pagano a 120 giorni, fine mese, data fattura (il che significa praticamente 150 giorni) e poi ci inviano una lettera in cui scrivono che ci pagheranno dopo altri tre mesi con pagamenti che arrivano in quei casi oltre 200 giorni, mi rendo conto che per un publisher la situazione possa essere inconcepibile. La realtà è che solamente in Italia le grandi aziende si permettono questo tipo di comportamento che considero assolutamente inaccettabile.

Noi abbiamo cercato di incentivare con dei meccanismi di remunerazione alcuni clienti, con retrocessione delle commissioni al verificarsi di pagamenti molto regolari, ma questi soldi non sono mai stati spesi perché nessuno è riuscito a rispettare i tempi.

Si tratta di una situazione di cui Tradedoubler soffre tanto quanto soffrono i suoi affiliati ed ha cercato di attuare azioni concrete come il meccanismo di remunerazione che purtroppo non è stato sufficiente. Devo dire che per quanto riguarda questo argomento rientriamo malauguratamente appieno nella situazione economica italiana, scenario in cui risulta usuale pagare un fornitore a 180 giorni.

Aumenta sempre più l’uso degli smartphone per navigare sul web. Questo fatto aprirà nuovi scenari anche nel settore dei programmi di affiliazione? Sarà, per esempio, possibile integrare in futuro le affiliazioni nelle applicazioni mobile per dispositivi Android o iPhone?

httpv://www.youtube.com/watch?v=xS8hTIqcWoo

Queste rappresentano già delle realtà, specie sui mercati più evoluti. In Inghilterra i miei colleghi di Tradedoubler UK hanno già un accordo con Azam per la remunerazione di tutte le canzoni scaricate da Iphone. 

Tradedoubler si sta attivando centralmente per sperimentare tutta la tecnologia di tracciamento mobile per poter offrire, spero a metà dell’anno prossimo (n.d.r. 2011), una soluzione mobile.

Si tratta dunque di cose che stanno già accadendo e sulle quali Tradedoubler sta investendo, anche perché il nostro nuovo CEO proviene dal mondo del mobile, possiede una grandissima esperienza e nutre un fortissimo interesse a sperimentare ed implementare questo tipo di soluzioni anche in Tradedoubler.

Stiamo assistendo alla diffusione esponenziale dei social network: Facebook è il caso più eclatante; è possibile che in futuro vengano forniti agli affiliati degli strumenti ad hoc per generare conversioni direttamente dai social network?

httpv://www.youtube.com/watch?v=l2SA1V2bgsg

Stiamo proprio lavorando per questo. Diciamo che Facebook è una nostra controparte, anche perché in Facebook ci sono molte persone che provengono da Tradedoubler per cui esiste una relazione diretta ed ottimale. Dunque sono assolutamente cose su cui stiamo lavorando, sulle quali alcuni publisher si sono già attivati; i social network disponendo di bacini enormi di utenti e di impression rappresentano sicuramente delle controparti naturali per i circuiti di affiliazione. Quindi la risposta è estremamente positiva ed anzi la mia speranza è che ancor più lo divenga nel 2011.

Prevede qualche grossa novità nel settore affiliazioni per il 2011? Se sì, quale?

httpv://www.youtube.com/watch?v=CqX4M5EAfhc

Non prevedo grossissime novità nel 2011. Sono convinto che anche l’anno prossimo ci sarà una forte crescita nel settore delle affiliazioni come è avvenuto nel 2009 e nel 2010 che sono stati anni estremamente positivi.

Per quanto ci riguarda la novità sarà rappresentata dal fatto che faremo confluire il settore delle affiliazioni e il settore delle campagne-attualmente due business unit indipendenti- in una sola business unit con una sola rete, quindi parliamo di one network, che sarà implementata nel corso del 2011 semplificando così la vita ai nostri affiliati. Infatti in questo modo i nostri affiliati potranno avere una sola interfaccia sia per l’area delle campagne di breve periodo sia per i programmi di affiliazione di più lungo periodo. Credo che questo rappresenti un significativo passo avanti.

Vuole dire qualcosa ai lettori di alVerde.net? Magari un’indiscrezione?

httpv://www.youtube.com/watch?v=mhGKhaloVb8

Di novità e indiscrezioni penso di aver parlato abbondantemente nella prima parte della nostra chiacchierata.

Un saluto carissimo a tutti gli affiliati, a tutti gli amici di alVerde. Sappiate che qui ci sono almeno tre persone incaricate di tenere i rapporti con voi; sono a vostra disposizione quindi parliamoci,perché credo che dalla reciproca conoscenza non possa che venire una migliore collaborazione. Un saluto a tutti.

Non dimenticarti di lasciare un commento! :)

Commenti

  1. Vincent, la tua è una lodevole iniziativa ma ti do già la risposta:

    "se non facciamo così, il merchant passa a Zanox o ad altro competitor che accetta ritardi, si fa pagare meno, ecc..."

    E anche l'idea di fare un cartello di affiliazioni sembra che non riesca a prendere piede tra i player. Sono in balia totale dei merchant e, per ovvi motivi, non possono ammetterlo.

    Questo distruggerà il mercato a performance in Italia. Lo sappiamo tutti e lo sanno anche loro. Finirà che ci vorremo far pagare sol oa click, una miseria, ma prepagati come per Google.

    mah
    Ho mandato questa email al Country Manager di Tradedoubler:

    Pubblicherò se ci sarà una risposta! ;)

    ________________________________________________________

    Gentile, Country Manager di TradeDoubler in risposta ad una sua intervista:

    "Ritardi nei pagamenti: l'anomalia italiana delle grandi aziende"

    Mi permetto modestamente di lasciare alcune considerazioni e possibili azioni

    per migliorare l'immagine di tradedoubler nei confronti dei vostri affiliati.

    Il problema si potrebbe risolvere semplicemente cosi:

    -essere piu rigidi con i merchant e rispettare i tempi di pagamento, visto che fanno parte di un network con un altissimo tasso di visibilità devono rispettare severissime regole!

    -Mettere in prepagamento tutti i merchant che ritardano ossia mettono a disposizione un buget e quando si esaurisce sta a loro se accreditare maggiori fondi se soddistatti degli obbiettivi raggiunti!

    Perchè Google Adsense operando anche in italia non ha ritardi nei pagamenti?

    Ha mai provato a farsi questa domanda?

    Eppure migliaia di affiliati guadagnano regolarmente mese dopo mese senza problemi!

    Ma adsense ha lati negativi... ossia paga a click ma siamo sicuri che un visitatore si registrerà al sito visitato? adsense non garantisce lead o vendite...tradedoubler SI!

    Tradedoubler si fa pagare a risultati ottenuti in base alle esigenze dei Clienti!



    Prego il dott. Vittorio Lorenzoni di prendere in considerazioni questi consigli in modo da migliorare i suoi rapporti con gli affiliati e garantire un servizio di qualità rigido e professionale che solo Tradedoubler può Offrire!

    ____________________________________________________________
    Si ma non capisco una cosa...

    Se ci sono tutti questi impedimenti lasciate stare no...

    Cercate di avere il possibile e sostituite tutto. Ma poi la cosa ridicola scusate.. ma a me come pubilsher cosa mi interessa se i clienti pagano a 4000 giorni , se tu non mi garantisci che entro il 30 del mese mi fai un bonifico io ti mollo..
    @giamal84

    La cosa preoccupante è che io lo sto già facendo... senza accorgermente e senza volerlo davvero!

    Io sono affezionato a Tradedoubler, un po' per la piattaforma che ritengo la meglio realizzata e con strumenti ottimi, un po' per il rapporto con gli account che è sempre stato proficuo, fino a qualche tempo fa. Ho sempre agito ponendo TD al primo posto per qualsiasi merchant e aprendo su Zanox solo programmi che su TD non c'erano.

    Ora, mi sono reso conto che tra:

    - programmi che chiudono

    - quelli che non pagano

    - quelli in perenne ritardo

    - quelli che ti escludono a Natale causa budget terminato

    - quelli che non tracciano su TD (ma su Zanox si)

    - quelli che ti succhiano solo lead senza pagarli

    - quelli che ti cancellano il 20%, il 30%, 40%, il 50% di conversioni senza spiegare

    - quelli che "oggi ti accettiamo domani non so"

    - quelli che "ti accettiamo ma ti dimezziamo la commissione general perché col tuo sito è facile convertire (!)"

    - quelli che passano da un CR giornaliero di 15%-20% ad un CR 1,2% e "...qui è tutto normale..."

    - quelli che prendono migliaia di click e non convertono nemmeno 1 vendita, poi li passi a Zanox e convertono in 2 giorni

    ecc... ecc...

    Tra tutte queste cose, dicevo, sto facendo più fatturato con Zanox che con Tradedoubler, cosa nemmeno immaginabile solo prima di Natale!!!!

    Almeno con me, Tradedoubler sta perdendo una marea di merchant importanti e che facevano fatturati elevati (quindi guadagno per tutti) senza rendersene conto. Nell'ultimo anno ha fatto in modo di perdere le mie teste di serie che ovviamente ho migrato in Zanox per quel che potevo. Si parla di centinaia di migliaia di euro di fatturato procurato. E spesso TD li ha persi a causa di tracciamenti mancati, poca considerazione da parte degli account o assurde politiche merchant-centriche decise dai merchant stessi, e subite da TD.

    Non sono certo un big player da milioni e milioni di euro, ma onestamente mi riesce difficile capire come TD non stia attenta a queste cose, nemmeno su chi porta risultati costanti e in crescita. E non è che non mi seguano... mi vedono, vedono i risultati, conoscono le potenzialità, e soprattutto la mia onestà e disponibilità nel trattare con loro. Insomma, non sono l'affiliato furbetto di turno.

    mah
    vorrà dire che si abbandonerà tradedoubler per migrare verso altri lidi.

    noi publisher possiamo fare solo questo in questo momento.
    Essendo TD forse il più grande sito di affiliazione al mondo, non può permettersi quello che in molti piccoli fanno, e cioè il rischio imprenditoriale, pagando anticipatamente gli utenti e poi incassando ? Magari in questo modo, metterebbe anche più fretta ai merchant.

    Mi piace molto goldpay, nel regolamento ha pagamenti a 60/90 giorni, ma paga anticipatamente, trattenendo una % sul guadagno, mi sembra una cosa molto seria.

    A mio avviso, il problema più grande di td italia è la totale mancanza di assistenza. che non deve essere giustificata con "abbiamo decine di migliaia di utenti".

    Per il problema con betclic, in molti abbiamo contattato decine di volte tradedoubler ma non abbiamo mai avuto uno straccio di risposta, è dovuto intervenire lo stesso programma di affiliazione sul forum per spiegare le cose.
    "È un malcostume tutto italiano" a cui TD si è adeguata, ma se tutti continuano ad adeguarsi e nessuno fa mai nulla per contrastarlo, non cambierà mai!

    A TD basta volerlo fare.

    Io, per evitare i ritardi di pagamento dei miei clienti, agisco in 2 modi: 1) pagamento anticipato del 50% o 100%; 2) chiedo interessi di mora secondo DLGS 2002 al momento in cui ci sono i ritardi.

    Non credo che TD sia una realtà così piccola da non potersi permettere un legale per chiedere gli interessi di mora in un tribunale.

    Non lo fa perché non vuole (inimicarsi i clienti?) ...ma così fa diventare nervosi i publisher, e può darsi che prima o dopo questi publisher se ne andranno!

    Sono anni che io mi lamento di queste cose!

    :mad:
    Lo sport e' la miglior palestra di vita.

    Io a calcetto non chiamo chi non paga la sua quota campo.

    Se continua a venire lo metto in panchina, fino a quando non si adegua.

    Se siamo in quattro ne trovo un altro, anche a quota ridotta.

    Calciatori e banner: la solita cosa.

    A meno che il vostro sito non sia indicizzato per "orologio nucleare", trovate sicuramente altre creatività da privilegiare o inserire.

    E i calciatori morosi, se vogliono giocare, o si adeguano o scendono di categoria.
    mi inserisco anch'io nella discussione..

    oltre a quanto già affermato (giustamente) da altri utenti, il ritardo dei pagamenti sembra essere tipico in Italia.. è vero, ma è anche vero che con altre piattaforme questo non succede. adsense per esempio paga sempre puntualmente dando un chiaro esempio di "serietà aziendale"!

    il problema potrebbe essere "facilmente" risolto con le tante proposte che sono state fatte, ma forse per comodità, paura, o altri motivi si preferisce che il sistema giri così.

    Dato che l'unione fa la forza, io sono con voi per creare delle azioni comuni
    Confermo cio che dice il country manager italia, e un malcostume tipicamente italiano.

    Per alcuni siti in inglese che gestisco ho scelto td uk, e li l'eccezzione e qualche merchant che paga in ritardo, in italia invece l'eccezzione e qualche merchant che paga puntuale o in prepagato su td.

    per quanto concerne i 3 addetti a tenere i rapporti su alverde vorrei dire chiedere al contry manager.

    come mai se sono 3 persone, molte volte quando venite chiamati in causa a vario titolo, i vostri dipendenti o latitano o addirittura ignorano le discussioni ?

    Faccio presente che il venire chiamati in discussione non significa per forza che il colpevole siate voi, molte volte son segnalazioni che riguardano voi stessi e la vostra azienda, difatti se un merchant sta facendo il "furbetto" per voi e un danno in quanto e fatturato mancato.

    Su zanox, per esempio, c'era un problema di tracciamento delle commissioni del programma "ALICE" che invece di segnare 22 segnava 18, lo abbiamo segnalato 3 di noi e magicamente si sono attivati, in quanto quei 4 euro di differenza e una perdita di fatturato anche per loro.
    mah... forse per le trite e ritrite campagne a lead come kingolotto, jamba (esiste ancora?) e affiliazioni simili può funzionare. Ma per il pps serio, quello che genere migliaia di euro al *giorno* di commissioni, il prepagamento è piuttosto difficile, anche da gestire. E meno prevedibile visto che i lead sono a cifra fissa mentre le sales sono a %.

    E poi nessuno pretende di essere pagati in anticipo. I tempi di pagamento ci stanno, ma devono essere chiari, proporzionati e rispettati.
    Ciao,

    mi inserisco nella discussione.. io penso che l'unica soluzione per risolvere questo problema tutto italiano dei pagamenti in super ritardo è quella di attivare solo campagne prepagate.

    Se le grandi aziende vogliono promuovere i loro siti e business su Tradedoubler, potranno farlo solo con campagne prepagate.

    Mi sembra che questo grande passo in avanti sia stato fatto da Sprintrade.

    Per me è l'unica soluzione possibile..

    Saluti

    Gabriele
    peggio che andar di notte.

    noi editori dovremmo protestare con tradedoubler e gli altri network magari inviando fax, lettere ecc...

    bisogna smuovere un pò le cose.

    chi ci rimette siamo sempre noi editori.

    tanto tradedoubler e compagna bella non ci rimettono niente.
    se è per questo io ne ho alcune di ottobre 2008 di società fallite e chiuse da almeno 2 anni... :D
    io ho delle commissione bloccate da dicembre 2009.

    queste non penso proprio che mi verranno pagate.

    se tradedoubler vuole può trovare una soluzione per i pagamenti, ma forse non vuole farlo.

    e chi ci dice che non lo facciano di proposito a non pagarci puntualmente?

    saluti
    Io non capisco perchè se in tutta europa funziona qui da non non debba funzionare, siamo proprio il paese delle banane...
    Con il tuo posto l'hai già fatto!

    Sia Zanox sia TD monitorano questo forum, vediamo se intervengono, già questo sarebbe un segnale di attenzione data ai problemi dei publisher.

    Attendiamo fiduciosi.

    ;)

    Grazie

    John24
    Nella discussione si è tralasciato un altro punto, cioè il fatto che spesso la "filiera" è anche più lunga.

    A volte c'è anche un'agenzia di mezzo. Magari il cliente paga l'agenzia a 60 giorni e poi l'agenzia paga il network a 60 giorni.

    In linea di massima sono d'accordo con Indiana; il problema è che purtroppo in italia non funziona così. E' tutto alla "volemosebbene".

    Questioni di questo tipo non riguardano solo la pubblicità onilne, ma qualunque fornitura di servizi e spesso l'essere di manica larga viene utilizzato in fase di contrattazione.

    "Ma come? mi applichi la mora? Lui non lo fa".

    E' un malcostume italiano (magari non solo ma anche), come quello di non rispettare la destra nelle scale mobili.
    La soluzione di chiudere è buona. Ma probabilmente TD pensa che se chiude, viene meno ad un accordo contrattuale per cui il merchant è motovato a non pagare davvero più. Insomma, c'hanno la stretta sulle palle ;-)

    Per questo dico che deve esserci un protocollo, un modus operandi di rigore, con paletti a contratto per tutte le piattaforme.

    1 - Stabilire ritardo massimo di pagamenti

    2 - Caparra preventiva (va bene fideiussione bancaria o altro sistema)

    3 - Mora (pesante) per chi sgarra di 1 mese

    4 - Chiusura per chi sgarra di oltre 1 mese e conseguente trattenuta della caparra + recupero crediti eventuale con azienda specializzata. + sputtanamento online.

    5 - Imporre un deny rate massimo stabilito (in accordo con IAB e/o con altre affiliazioni "consorziate") sopra il quale il merchant non può più cancellare e paga ugualmente.

    6 - Preavviso di 1 mese dalla chiusura di un'affiliazione

    ecc...

    ecc...

    ecc...

    Tutto questo deve essere A CONTRATTO, così non ci sono storie postume.

    Lo facciamo? Chiamiamo TD e Zanox ad un tavolo e discutiamo su questo? Ne traiamo vantaggi tutti e cambiamo un po' il sistema Italia...

    Forse siamo ancora in tempo a farlo noi... prima che tutto si cancrenizzi come al solito

Tags: