[Guida introduttiva] Promuovere il proprio sito con le directory

il | Promuovere online | 6 commenti

Una directory è uno strumento grazie al quale i siti presenti nel web vengono suddivisi in determinate categorie, facilitando la consultazione e la catagolazione di essi.

Lo stesso nome, la cui traduzione letterale varia da "guida" a "elenco", ci informa immediatamente su quale sia la sua funzione principale: elencare, attraverso determinate categorie, i siti web presenti in internet, esaminando la home page di ognuno di essi.

Promuovere un sito inserendolo in una o più directory è spesso il primo passo di una strategia di promozione online e permette anche ai nuovi siti di avere un po’ di visibilità sul web.

Come inserire un sito in una directory

Le directory presenti nel web sono varie. L’inserimento di un sito all’interno di esse è solitamente gratuito e non prevede abbonamenti o costi minimi a cui far fronte. Solo determinate directory richiedono uno scambio link o un pagamento a seguito dell’iscrizione.

Una differenza tra un motore di ricerca e una directory riguarda il tipo di analisi fatta all’interno del sito: mentre un motore di ricerca analizza automaticamente ogni pagina di un sito web, la directory prende in considerazione, tramite  un intervento umano, solo la home page. Per questo motivo, l’indirizzo del tuo sito web dovrà essere inserito manualmente, una volta scelta la directory sulla quale segnalarlo.

A questo proposito, ti ricordiamo che esistono software, spesso a pagamento, che assicurano l’iscrizione in più directory contemporaneamente.

Il procedimento per inserire l’indirizzo manualmente è molto semplice:

  1. Scegli la directory sulla quale inserire il tuo sito
  2. Scegli la categoria adatta per catalogarlo
  3. Scegli le eventuali sottocategorie, che permetteranno una classificazione maggiormente dettagliata
  4. Compila il modulo previsto per l’inserimento del sito fornendo i dati richiesti: descrizione, indirizzo/url, ecc.

L’inserimento potrebbe non essere immediato, per questo motivo dovrai ricordarti di controllare all’interno della directory, nei giorni successivi alla richiesrta di inserimento, l’effettiva presenza del tuo sito web.

Perché inserire un sito web in una directory?

Nonostante molti considerino le directory una soluzione superata, i motori di ricerca fanno ancora affidamento ad esse, seppure in maniera minore rispetto al passato.

Inserire un sito in una directory assicura, infatti, un minimo di visibilità in quanto il motore di ricerca assegna un certo valore ad ogni link che partendo dalla directory porta ad un sito web. Pur non essendo la strategia di "link building" più efficace , è uno strumento utile da adottare assieme agli altri presenti nella guida alla promozione del proprio sito.

Per essere sicuro di scegliere la directory giusta, puoi cercare quelle più pertinenti al settore del tuo sito. Esistono infatti tante directory, ognuna delle quali pensata appositamente per determinati settori. Inoltre, se inserirai il tuo sito all’interno di una directory ben indicizzata su Google, il motore di ricerca darà un valore maggiore al link verso il tuo sito. E’ opportuno, quindi, analizzare anche il page rank di ogni directory (ovvero la sua "popolarità" online), scegliendo tra quelle che hanno un valore più elevato rispetto alle altre.

Fatti aiutare dai motori di ricerca per scegliere le directory più adatte al tuo sito. Puoi cercarle, ad esempio, utilizzando le parole chiave che ritieni più opportune per descrivere il tuo sito web e scegliere quelle presenti nelle prime due pagine dei risultati di ricerca.

Quali sono le directory più importanti?

Come abbiamo già detto, non esiste un’unica grande directory alla quale fare riferimento. Ne esistono molte, ognuna dotata di particolari caratteristiche e per questo risultano più o meno adatte a determinate tipologie di siti web.

La directory Dmoz è sicuramente la più nota in internet ed è presente anche nella versione italiana. Qui puoi inserire il tuo sito gratuitamente, scegliendo tra le categorie e le sottocategorie presenti.

Ne esistono  molte altre utili a promuovere il proprio sito: in un’interessante sezione del nostro forum puoi trovare una lista delle directory gratuite italiane che non richiedono uno di link di ritorno e sono utili per migliorare il posizionamento dei siti presenti al loro interno (non utilizzano il tag NoFollow, quindi aumentano la link popularity). Non ti resta che cercare quelle più adatte al tuo sito.

 

Commenti

  1. Essendo io l'autrice dell'articolo è giusto che spieghi :)

    Come già detto da Paolo, questa è una guida introduttiva.

    E' scritta e divisa in ben 10 parti, la prima delle quali è dedicata alle directory proprio perché sono uno strumento ancora utilizzato ma debole se lasciate sole, come scritto anche nell'articolo.

    Sono del 1983 ma lavoro con e per il web da anni, so bene cosa scrivo.

    La guida tratterà ben altre cose, come contenuti, social media marketing, contest ecc ecc. Quindi chiedo di aspettare l'uscita dell'intera guida e ripeto: da nessuna parte è scritto che si promuove un sito SOLO con le directory, mi sembra anzi di aver scritto che sono un metodo poco rilevante ma ancora utilizzato, quindi perché non usarlo o citarlo?

    Grazie a tutti!

    PS: ovvio che è una guida per neofiti, spero che chi ha così tanta esperienza, come dice di avere @Aezalmi, non si affidi a guide del genere ma punti su testi ben più approfonditi.

    Beatrice
    @aezakmi le directory sono comunque una strategia da applicare, è evidente che anche tutte le cose che tu elenchi (e molte altre ancora) sono da fare per promuovere il proprio sito. Ci aspettiamo che magari presto saranno pubblicate guide su come promuovere il proprio sito tramite article marketing, article directory ecc...

    Io personalmente quando devo promuovere un sito cerco di avere una strategia globale complessiva di cui magari le directory sono solo 1%, però comunque ci sono
    Ciao aezakmi, ti ringrazio per i suggerimenti e anche per le critiche.

    L'articolo è inserito in una guida INTRODUTTIVA pensata per i neofiti che contiene anche alcuni degli argomenti che hai citato tu (i dettagli sono qui I principali metodi per promuovere il tuo sito web | Guida introduttiva | alVerde.net ). Ne abbiamo creata una analoga dedicata ad AdSense in cui si tratta l'argomento partendo da che cos'è AdSense, come ci si iscrive, ecc. ecc. argomenti assolutamente banali per chi ha già esperienza con questo servizio. MA...

    La necessità di creare questa guide è emersa perchè ci sono continuamente nuove persone che si affacciano al nostro mondo (il mondo dei siti web, della promozione degli stessi, degli strumenti per guadagnare con la pubblicità, ecc.) ed ignorano l'esistenza delle directory e la loro (minima) utilità.

    Concordo con te che le directory abbiano poca rilevanza (e nell'articolo non si dice il contrario), ma ti assicuro che vengono tutt'ora utilizzate, assieme ovviamente ad altri strumenti, dalle agenzie SEO per svolgere l'attività di link building. Non saranno il massimo, ma sono sicuramente uno strumento alla portata di tutti - anche dei siti che esistono da un'ora - per ottenere i primissimi backlink utili per permettere almeno a Google di trovare il sito.

    Se cè qualche argomento avanzato di cui ti piacerebbe leggere qualcosa su alVerde, puoi suggerircelo e ce ne occuperemo al di fuori delle guide introduttive.

    Ciao

    Paolo
    @Paolo Moro

    Sono perfettamente consapevole che:

    _ questo forum non è solo per i SEO ma anche per coloro che vogliono dare visibilità al proprio sito e guadagnare

    _ l'autrice dell'articolo è "83", quindi forse è rimasta un pò indietro con le strategie SEO

    Credo che il consiglio dato da questa guida sia come dire ad un bambino che se deve far avere un messaggio ad un amico lontana a 1000 Km la cosa migliore da fare sia scriverlo su un pezzo di carta e darlo in mano ad un tizio che lo trasporta per 1000 Km e glielo consegna. E' vero, può funzionare. Ma il telefono? SMS? Email?

    Solo io penso che realizzare un "guida" per dire agli utenti che, nel 2012, inserire il proprio sito in una directory è "una strategia per promuovere il proprio sito" sia preistoria su internet?

    Forse mi sbaglio, ma se così fosse allora fate anche un articolo parlando di ottimizzazione e scrivete di usare immagini leggere per gli utenti che usano la connessione a 54k.

    Comunque, critiche a parte, vi segnalo qualche aggiornamento che è successo negli ultimi 10 anni: le directory iniziano a chiudere perché Google si è accorto che a nessun utente interessano pagine di presentazione di un sito web con 150 caratteri e ha introdotto alcuni algoritmi per penalizzarli.

    Da allora sono nati i siti di Article Marketing e le Article Directory (che anzichè inserire il proprio link e basta ci fanno scrivere degli articoli che siano utili a qualcuno), i Social Bookmarking (che servono per dare visibilità a delle news, delle novità), i commenti nei blog (eh sì, avete notato che in quasi tutti i blog del mondo c'è la possibilità di inserire un collegamento al vostro sito? Vi siete mai chiesti cosa l'hanno messo a fare?), i profili e le firme sui forum (Se mettono il form dove puoi inserire il tuo sito web ci sarà un motivo, no?), i siti che pubblicano i nostri articoli tramite lettori di Feed (Così per ogni articolo scritto si ricevono backlink e viste), i Social Network (PS: non c'è solo Facebook e Twitter, ne esistono centinaia divisi per aree tematiche).

    Qualcuno potrebbe dire promuovere il proprio sito con le directory è comunque una strategia per promuovere il proprio sito... ma almeno dite che è la peggiore e quella che porta meno risultati!