Guadagnare con l'affiliate in tempo zero: 6 domande a Cristian Sannino

il | Articoli, Guadagnare online | 0 commenti

intervista cristian sannino-affiliate-marketing

Sull’Affiliate Marketing c’è sempre e continuamente da imparare. Parola di Cristian Sannino, pioniere dei guadagni online con le affiliazioni, tra i più solidi relatori e docenti italiani sul mondo Affiliate. Abbiamo avuto il piacere di porre anche a lui qualche domanda, come già fatto quest’anno per Davide Bellomi e Adriano De Arcangelis.

Cristian, al pari di Adriano e Davide, sottolinea il valore della sperimentazione, ma ci lascia anche qualche dritta sugli strumenti per far partire rapidamente un progetto di Affiliate e i settori/canali su cui conviene muoversi… Parola a Cristian, dunque!


L’esperienza nel mondo Affiliate Marketing di Cristian Sannino: ecco come ha imparato…

 

  1. Come hai conosciuto il mondo Affiliate e dove ti sei formato? Il forum di AlVerde ti ha aiutato? ;-)

Tutto è iniziato per caso, lavoravo come sviluppatore e facevo software che automatizzavano un po’ tutto, finché non ho scoperto i siti di video virali grazie a degli amici che guadagnavano con Adsense; da lì l’idea di creare un sito con dei video virali che includessero banner adsense. Ho fatto un pò di soldi, ma un pò per caso: mi contatta un affiliate manager e mi offre dei banner con abbonamento, li sostituisco ad adsense e da li la grande scoperta: “quegli abbonamenti facevano parte di un mondo chiamato affiliate marketing e fruttavano un sacco di soldi”. Il forum alVerde l’ho utilizzato negli anni addietro per le competenze informatiche che mi mancavano ed è stato molto utile.

 

  1. Ci racconti le tue prime esperienze? Gli errori che hai fatto, quando hai iniziato a guadagnare qualcosa, quando hai capito che poteva diventare il tuo primo lavoro.

In realtà sono stato abbastanza fortunato, ho subito trovato la campagna vincente che mi ha generato qualche centinaio di migliaia di euro in pochi mesi e da li ho deciso che quello sarebbe stato il mio futuro, ma poi ho iniziato ad appassionarmi ed a studiare per diventare il migliore in questo settore, forse ci arriverò ad esserlo da 90 anni, visto che è un mondo in continua e costante evoluzione e quindi bisogna sempre aggiornarsi. Gli errori sono stati sicuramente la chiave del successo, ho lanciato centinaia di campagne, consapevole che fossero fatte male, ma cercando di capire cosa funzionasse e cosa no, infatti chi mi conosce sa cosa consiglio sempre per diventare milionario: “testare”.  Sembra banale ma è cosi, ogni errore ti porta alla fine a capire. La mia prima esperienza l’ho fatta con dei banner di software, dove guadagnavo per ogni download, ma guadagnavo poco, cosi successivamente misi sui miei siti dei banner di servizi in abbonamento e da li il potenziale infinito.

 

  1. Che consigli daresti a una persona che vuole cominciare con l’Affiliate Marketing?

NON LAMENTARTI E LAVORA IN MODO INTELLIGENTE!

Sono ormai tanti anni che sono in questo settore, penso di essere stato tra i primi, se non il primo in Italia a portare questo modello inesistente fino a quel momento: non esisteva materiale,  corsi, NIENTE!!! Cosi creai delle community, prima Fatti di Facebook Ads, poi UnderGround CPA ELITE, che sono state un pò “il mio studio personale” dove cercavo aiuto, ma ne davo altrettanto e cosi creavo contenuti di valore, semplicemente condividendo consigli e risultati. Da lì si è creata la prima community italiana sull’Affiliate Marketing con cui ho aiutato qualche centinaio di persona all’epoca, molti di loro oggi li conosco tutti. Alcuni sono diventati pionieri e sono veramente felice per questo.

Oggi ad una persona che vuole iniziare gli dico sicuramente di seguire me come capirete :D Ma scherzi a parte, ho lavorato 7 duri e lunghi anni, sulla mia formazione e sui miei risultati, prima di insegnare qualcosa a qualcuno con dei corsi. Abbiamo creato l’Affiliate Intensive, ad oggi ha due edizioni, ha riscontrato enorme successo ed ha portato i partecipanti a diventare affiliati a tempo pieno. Oggi il mio primo obiettivo è quello di formare più persone possibili ed ho creato Affiliate10x Accelerator, che è un corso condensato con competenze reali ed un metodo per portare campagne in profitto.

 

  1. SEO, Pay Per Click Google, PPC Social, Social Media, E-mail Marketing, etc… Com’è composta la tua cassetta degli attrezzi per l’affiliate e con quali pesi percentuali? (Es. 20% SEO, 10% G.Ads, 20% PPC Social, etc…)

Le fonti di traffico sono illimitate oserei dire, anche se ovviamente hanno un limite reale, ma tra tutte Facebook e Google Ads sono le migliori per resa sul budget speso, costano ancora relativamente poco ad oggi e portano risultati ancora abbastanza buoni. Hanno una targettizzazione estrema che poche fonti di traffico hanno ed hanno una quantità di utenti considerevole. Non ho mai lavorato con traffico organico e non lo consiglio a chi inizia, meglio investire in fonti di traffico a pagamento, come appunto Google e Facebook, per avere risultati immediati.

 

  1. L’Affiliate Marketing di oggi e di domani: come sta evolvendo il settore rispetto al passato e quali prospettive dobbiamo attenderci?

Di base l’Affiliate Marketing è il lavoro più vecchio del mondo: prima era il porta a porta, vendo in cambio di una percentuale, oggi è tutto virtuale: cambiano le fonti di traffico, i modi di portare utenti a comprare, ma ci sarà sempre qualcuno che ha un prodotto e qualcuno che lo rivende per prendersi una fetta di profitti. Sicuramente oggi l’affiliate marketing ha più competizione. Fino a 3-4 anni fa bastava veramente poco per fare grande profitto, oggi sono aumentati i costi, a causa della concorrenza alta, quindi più persone sullo stesso pubblico, domanda più alta e costi più alti.

Penso arriveremo al punto dove l’e-commerce con prodotto proprio la farà da padrona, perché i costi di CPA sono sempre più alti al punto di dover fare per forza una seconda vendita su un lead per farci un profitto importante, ma oggi ancora si fa profitto interessante, ancora non ci sono molti esperti veri. Molti copiano solo e non inventano, quindi ci sono ottimi margini per questo settore, anche al suo 30%.

 

  1. Qual è la domanda che non ti fanno mai, alla quale invece vorresti rispondere?

Cosa ti spinge a fare quello che fai? Grazie per la domanda, non vedevo l’ora di rispondere!

Io vengo dalla povertà assoluta, genitori separati, case popolari, cresciuto in un “Bronx”: tutto quello che mi è mancato mi ha sempre dato una fame enorme. Quando ho iniziato a conoscere l’affiliate lo facevo per la fame, volevo a tutti i costi fare un giro anche io su questa giostra e rimanerci almeno per le prossime 2-3 generazioni ed ho iniziato a creare ricchezza per me e la mia famiglia, ma poi ho “inavvertitamente” aiutato molte persone, mentre facevo tutto con passione, ed ho capito che aiutare gli altri era un qualcosa che i soldi non potevano ripagare, cosi ho iniziato ad insegnare a molti come fare soldi online, ed oggi penso di contare qualche migliaio di persone che direttamente o indirettamente, tramite video, corsi online, conferenze a cui partecipo come relatore, mi hanno seguito nel tempo.

C’è una cosa di cui sono dispiaciuto del mercato italiano: molti fanno qualche soldo, poi iniziano ad insegnare e finiscono per deludere o illudere le persone che sia tutto facile, ed alla fine la fiducia cala nel nostro settore. Cosa ancora più triste, in Italia non riusciamo molto a collaborare, sempre a farsi guerra a parlarsi male a vicenda. Insomma, nessuno ama l’umiltà ed il rispetto verso il lavoro altrui, tutti vogliono essere “le prime donne” e pochi si curano di cosa vogliono dare gli altri, ecco! Se ci dovesse essere una cosa che vorrei dire a queste persone, sarebbe…

Non chiederti cosa puoi avere e quanto puoi guadagnare, ma chiediti quanto puoi dare e quanto puoi cambiare la vita degli altri.


Grazie Cristian!

Tags: