Google Affiliate Network, qualcuno si farà male?

il | Guadagnare online | 7 commenti

Negli ultimi 2 giorni ne hanno parlato tutti i blog del settore, quindi, non potendo più essere il primo almeno sarò l’ultimo :D a riportare questa notizia: prossimamente anche Google avrà il suo network di affiliazione!

Il primo luglio Google ha detto "Arrivederci agli annunci referral". Ma perchè "arrivederci" e non "addio"? Semplice: nascerà il Google Affiliate Network. Una mossa prevedibile considerando l’importanza sempre maggiore data ai tassi di conversione su Adwords & Adsense. La tecnologia necessaria a gestire il nuovo network era inclusa nell’acquisizione di DoubleClick, completata un anno fa.

L’affiliate network non è ancora aperto agli utenti italiani, ma prima o poi lo sarà. Sarà un bene per noi affiliati? Il pay per action rimpiazzerà il pay per click? I network di affiliazione "storici" riusciranno a tener testa a Google? Si farà più male l’utente amante del pay per click o il "vecchio" settore delle affiliazioni italiano?

Commenti

  1. No, anche perche' in questo caso non sarebbe funzionale.

    In realta' l'unica alternativa che vedo e che metteranno un sistema che "premia" chi effettua + transazioni nell'arco di un periodo (di solito un mese). Sistema che sara' ovviamente a discrezione del merchant (che inserisce la pubblicita'). Lo stesso avviene gia' sui network da me citati

    Esempio:

    Se io banca do' 20 euro per ogni conto corrente aperto da te, mettero' una condizione "premium" per la quale, se mi mandi 100 persone che aprono il conto corrente io ti premio dandoti 28 euro per ogni apertura di conto.

    Secondo me Google fa bene a "staccare" il network di affiliazione da AdSense anche perche' come puoi notare il network di affiliazione necessita di una gestione molto diversa dai "semplici" (si fa per dire) annunci contestuali.

    Ci ha voluto un po', ma Google ha fiutato l'affare...
    Domini, secondo te c'è il rischio di una cosa tipo "Smart Price"? Ovvero un sistema che normalizzi le provvigioni e che impedisca, ad esempio, di renderle troppo basse (o troppo alte) sia al merchant che al publisher?

    ciao
    Beh era prevedibile.

    Io comunque la vedo come una cosa positivissima.

    Come diceva Paolo questo consentirebbe a tutti (siti grandi e piccolissimi) di avere un programma di affiliazione. Cosa che ad oggi non mi sembra possibile.

    Basta considerare che per molti network (forse tutti?) bisogna sostenere delle spese fisse mensili solo per farvi parte (cosa che stronca la maggior parte dei piccoli, ovviamente).

    Per quanto riguarda il PPC non lo vedo minimamente attaccato da questa strategia di Google sia nei valori dei click e sia nella "quantita'". Chi faceva pubblicita' con PPC continuera' a farla.

    Eventualmente questo network di affiliazione portera' ulteriori alternative.

    Dovranno eventualmente rivedere alcune pratiche molto comuni nei network di affiliazione (tipo le commissioni premium per i migliori affiliati, etc.)

    E poi un'altra cosa.

    La semplicita': io ho provato una volta in AdWords a vedere di settare gli annunci di referral ed erano di una semplicita' unica.

    Mi sa che CJ, Tradedoubler e Zanox non se la passeranno proprio bene.

    Vuoi mettere che Google praticamente conta non so quante centinaia di migliaia di publisher gia' iscritti.

    Ciao

    Domini
    Interessante questa tua Paolo...

    in sostanza si assottiglierebbe la distanza tra publisher e merchant. Il publisher diventerebbe merchant di Google per portare (magari anche tramite Google) utenti ad altri merchant. Un po' come accade ora con AdWords... ma più in grande.

    Sarà un macello :D :D

    ciao
    Google potrebbe dare a tutti i siti la possibilità di gestire delle campagne pay per lead/sale (e non solo ai merchant big come succede ora con i network di affiliazione) con risultati imprevedibili sul mercato delle affiliazioni. Ad esempio, io potresti pagare un tot a lead per iscrivere utenti su alVerde... sempre che ci sia qualcuno interessato a guadagnare mandando utenti verso alVerde... :D
    a mio avviso i pay per click di adsense rimarranno sempre, perchè non tutti i webmaster che pubblicizzano il proprio sito su adwords puntano a vendere qualcosa,

    c'è chi vuole farsi notare come artista per esempio... ma non vende quadri, e tanti altri esempi credo...

    che ne dite?
    Era prevedibile che accadesse.

    Personalmente non so quale sarà il risultato. In linea teorica con maggiore concorrenza ci dovrebbero essere più vantaggi per noi publisher. I prog. di affiliazione faranno a gara per accaparrrsi i merchant (a parte i big che sfrutteranno tutto) e quindi dovranno aumentare le provvigioni (o diminuire le richieste ai merchant) per garantire più visibilità e performance sui publisher e ROI maggiori per i merchant.

    Google, da posizione comunque dominante, potrebbe fissare prezzi concorrenziali per i merchant e al contempo provvigioni molto aggressive per i Publisher.

    Da ignorante in materia di mercato, potrebbe però formarsi una sorta di "normalizzazione" dei costi e delle provvigioni a svantaggio del publisher.

    Sono quasi sicuro di una cosa: Google difficilmente garantirà una funzionalità di tracking pari a quella di TD e (in parte) Zanox. Non per incapacità ma per policy. Basta vedere gli annunci adsense... in pratica non sono mai cambiati dall'inizio (a parte per gli account premium) e sono limitatissimi nel loro posizionamento. Insomma, la versatilità degli strumenti pubblicitari e di tracking potrebbe essere il tallone di Achille di Google Affiliate Network. Scommetto che non permetterà nemmeno di tracciare una landing page personalizzata.

    Tutto condito dalla speranza che non venga fuori un "Smart Pricing Affiliate Network" che il primo mese ti garantisce il 10% sul payxaction e poi si riduce al 2% per il resto dell'anno. AH! Naturalmente in supersvalutati dollaroni statunitensi... :)

    Chi vivrà vedrà....

    ciao

Tags: