Diventa un blogger autorevole e fai soldi in modo diretto e indiretto

il | Guadagnare online | 11 commenti

Gestire un blog ti permette di ottenere visibilità nel web. In base all’argomento trattato e alla tua competenza, puoi sfruttare questa visibilità per fare soldi sia in modo diretto (ad es. mettendo pubblicità sul sito), sia in modo indiretto (ad es. vendendo la tua conoscenza). Come puoi diventare un blogger autorevole nel settore di tua competenza?

Non si tratta di far credere quello che non é: tramite il tuo blog devi dimostrare di conoscere bene l’argomento di cui parli, devi essere sempre aggiornato e saper raccontare e condividere le tue esperienze. Per fare questo, non ti puoi improvvisare un "esperto di…", ma devi trattare un argomento che conosci e che ti piace veramente. Puoi parlare di una tua passione: dal giardinaggio, alla musica, alla fotografia, o qualunque altra cosa in cui sei esperto. Ci saranno certamente altre persone interessate allo stesso argomento che saranno felici di leggere i tuoi post e di seguire i tuoi consigli. Secondo me è meglio non parlare di mille cose, ma scegliere un argomento e trattarlo veramente a fondo.

Gestire un blog ed interagire con i lettori é impegnativo e richiede tempo, ma da può darti tante soddisfazioni. Se però le soddisfazioni morali non bastano a ripagarti degli sforzi fatti non c’è niente di male se cerchi di guadagnare anche qualche euro. ;)

Ho già anticipato che le possibilità di guadagno si dividono in due categorie, più precisamente:

  • Guadagno diretto. Nel blog puoi inserire vari tipi di pubblicità: Adsense, recensioni sponsorizzate, banner in modalità CPM (guadagni in base al numero di esposizioni), link con remunerazione pay per action (tramite i programmi di affiliazione). L’essere una fonte autorevole di informazioni in un determinato settore comporta: maggiore probabilità di trovare inserzionisti interessati ad acquistare pubblicità CPM sul tuo sito e maggiori guadagni tramite i programmi di affiliazione.
     
  • Guadagno indiretto. In base all’argomento che tratti puoi vendere la tua conoscenza. Cosa significa? Puoi vendere ebook, fare delle consulenze, dei corsi online, dei corsi offline, organizzare dei convegni con ingresso a pagamento, scrivere articoli per riviste cartacee o per siti web. Il blog ti permette di mettere in mostra le tue conoscenze, i tuoi lettori acquisteranno il tuo ebook o parteciperanno al tuo corso, proprio perché l’autore / il relatore sei tu.

Ora scegli il tuo argomento e dimostra di saperne più degli altri. ;) Concludo con qualche consiglio per ottenere autorevolezza:

  1. Scrivi contenuti di qualità (interessanti e utili);
  2. Scrivi contenuti di qualità (non è una ripetizione, volevo solo ribadire il concetto :D );
  3. Tratta l’argomento nel modo più completo possibile, in questo modo ti differenzi dagli altri blog (che parlano delle stesse cose, ma in modo superficiale);
  4. Dimostra di essere sempre aggiornato;
  5. Scrivi spesso nuovi post;
  6. Interagisci con i lettori: rispondi ai commenti e alle richieste di aiuto; 
  7. Cerca di ottenere molti backlink (è una naturale conseguenza dei punti 1-2-3);
  8. Inserisci link agli altri blog autorevoli nel tuo settore;
  9. Lascia commenti interessanti nei blog del tuo settore;
  10. Partecipa alle discussioni sui forum;
  11. Scrivi contenuti di qualità per altri blog (guest post);
  12. Collabora ed interagisci con gli altri blogger/webmaster;
  13. Segnala ai tuoi lettori i post (esterni al tuo blog) che ritieni interessanti;
  14. Crea elenchi di risorse utili;
  15. Renditi facilmente reperibile, anche tramite instant messenger (skype, messenger, ecc.);
  16. Mostrati in foto/video;
  17. Usa i social network:
  18. Rendi il design del tuo blog professionale ed usabile.
  19. Fai attenzione agli errori di ortografia, ai link errati, ecc.
  20. Partecipa ad eventi e conferenze per incontrare lettori/blogger.
  21. Crea una newsletter (o un feed RSS) imperdibile per chi è interessato al "tuo" settore.

Cos’ho dimenticato?

Commenti

  1. Grazie mille Paolo, sia questo post che il precedente sono di grande valore, e poi le liste numerate di cose da fare o consigli funzionano a meraviglia per quanto riguarda le memorizzazione dei concetti espressi nel testo. Ma questo non lo dico io, sono risultati ottenuti da altri e comprovati ;)

    Grazie ancora. Ciao!!!
    Joomla sicuramente è utile ma considera che i blog al momento sono indicizzati molto bene. Quindi ok per Joomla o soluzioni alternative purchè garantiscano la stessa efficienza in termini di posizionameno.

    Giulio
    Mmm... aggiungerei: Scrivi contenuti di qualità :p

    Io uso sponsoredreviews, non è male perché puoi proporti tu per recensioni che ti piacciono. L'unica pecca è che per gli italiani non c'è molto.
    Io conoscevo solo reviewme, vedo che la quotazione di alcuni blog italiani arriva a 500$ per post (come johnchow.com che ha 25.000 lettori al feed rss)
    Secondo me con un blog hai un contatto più diretto con i lettori e puoi sfruttare tutta una rete di contatti tra blogger (e di servizi "sociali" per blog). Inoltre, viene data più importanza al blogger (che esprime anche le proprie opinioni) rispetto all'autore di un articolo che scrive in modo meno personale.
    Paolo quando scrivi un paid post devi seguire una serie di istruzioni precise dettate dallo sponsor oppure dal sito stesso.

    Su blogsvertise ad esempio hai da fare 2-3 paragrafi, inserendo una o più immagini se richiesto ed almeno 3 link con le anchor text specificate (obbligatorie e senza nofollow). La lingua può essere tranquillamente l'italiano, loro verificano i link.. diciamo che li si può gabbare tranquillamente scrivendo cose senza senso basta piazzare i link però difficilmente ottieni più di 10$ a post.

    Su sponsored reviews invece il prezzo iniziale lo fissi tu e su una base di parametri ti viene affidato un ranking che indica il livello del tuo blog. Devi necessariamente specificare nel titolo del tuo blog se utilizzi una lingua diversa dall'inglese e se il post viene fatto in italiano mentre lo sponsor ha richiesto l'inglese non ti viene dato per buono il post. Se qualcuno ti chiede un post in italiano non devi copiare e devi scrivere bene altrimenti se ne accorgono subito, sono rigorosissimi sulla quantità minima di parole da utilizzare e sui link. Tieni presente che un post per un istituto di credito però me l'hanno pagato 80$, e l'ho pure cancellato dopo qualche mese hgihihi.
    E se uno ha l'intenzione di fare un sito di divulgazione di qualità, perchè non pensare subito al sito (usando joomla per esempio) anzichè un blog?

    I contenuti di qualità li vedo meglio su un CMS tipo joomla. Su un blog perdono visibilità.
    Mi "autoquoto" su reviewme.com ci sono circa 200 blog italiani, anche i più famosi. :D Quasi quasi faccio la spesa ;)
    Pensavo che questi servizi fossero riservati ai blog in inglese. Non è così?

    Qualcuno dovrebbe creare un ReviewMe italiano. ;)
    Dimenticato penso nulla :) L'articolo è molto completo. Volendo esistono altri metodi per guadagnare qualcosina dal proprio blog, io lo faccio spesso su blog secondari (dove non devo dar conto a nessuno) vendendo paid posts.

    Consiglio programmi come blogsvertise e sponsored reviews che mi hanno sempre pagato bene e puntualmente (ci ho fatto davvero una bella cifretta). Ci sarebbe anche review me ma non sono mai riuscito a cavarci qualcosa, anche se ammetto che li ho sbagliato io la presentazione del mio blog e poi la feci troppo troppo troppo presto (prima o poi lo rimando in revisione).

Tags: