Cosa analizza Google nell’ottimizzazione delle proprie pagine

il | Promuovere online | 13 commenti

Il team di Google ha condiviso un file pdf in cui vengono illustrati i risultati dell’analisi SEO eseguita su 100 pagine web relative ai prodotti di Google. Da questo documento è possibile ricavare alcuni fattori "on-page" che Google considera importanti ai fini del posizionamento e non solo.

Può far sorridere il fatto che Google stesso abbia la necessità di ottimizzare le proprie pagine per – cito testualmente – "aiutare gli utenti a trovare le nostre pagine più facilmente nei motori di ricerca". :D

Le altre motivazioni che hanno spinto Google a redarre tale documento sono:

  • Correggere alcuni aspetti che potrebbero infastidire i visitatori e influire negativamente sulle prestazioni delle pagine nei motori di ricerca.
  • Fornire ai webmaster dei modelli corretti di pagine ottimizzate ed esempi degli errori che si possono commettere.

Questi sono gli elementi che Google ha ritenuto importante analizzare per ognuna delle pagine principali (home page) dei suoi 100 servizi analizzati:

  • Presenza di un tag Title ottimizzato.
  • Presenza del meta tag Description dal contenuto informativo.
  • Google sitelink, come organizzare la struttura del sito per "ottenere" la visualizzazione dei sitelink nei risultati del motore di ricerca.
  • Presenza di un’unica "pagina principale" (con url univoco) per ogni prodotto di Google.
  • Duplicazione degli url (es. www.google.com/product | www.google.com/product/ | product.google.com/ | https://product.google.com/).
  • Utilizzo dei tag <h1></h1>, <h2></h2>, <h3></h3>…
  • Presenza di un link sul logo verso l’univoca "pagina principale" del prodotto.
  • Presenza del tag ALT sull’immagine del logo con un testo informativo.
  • Uso di testi descrittivi come "ancore" dei link interni (es. classico: un link su "clicca qui" non aiuta gli utenti a capire la destinazione del link).

L’elenco sembra non aggiungere niente di nuovo alle nozioni che un SEO dovrebbe già conoscere, ma considerando che neanche le pagine di Google stesso rispettavano tali "regolette", forse è bene che ognuno (ri)controlli i propri siti in cerca di possibili elementi da ottimizzare.

Scarica il Google’s SEO Report Card (PDF, 1,64 Mb) per leggere la spiegazione completa fornita da Google e vedere i numerosi esempi che sono stati riportati.

Se lo ritieni opportuno possiamo discutere sul forum di ognuno dei punti sopra citati; eventualmente, lascia un commento a questo articolo.

Commenti

  1. e' sicuramente utile ai profani come me eh poi con una solida base magari uno tenta strade diverse..se pensate che google non mi ha ancora indicizzato una pagina che sia una,magari questo pdf potrebbe aiutarmi eh
    Beh puoi usare i tool di traduzione di google così resti in casa...

    :D :D :D

    Io vedo un aspetto positivo in questa cosa: e cioé se anche google deve lavorare ottimizzare le sue pagine per il motore che lei stessa ha creato, significa che il motore è un giudice imparziale, che non fa favoritismi.

    Sono ottimista.

    Grazie Paolo!

    John24
    Mi sembra che non ci sia nulla di nuovo nella democrazia di Google, però la velocità del sito con Caffeina mi sembra giusta e perfetta sia per la competitività sia per l'utente che vuole notizie al volo.

    Emiliano Pintus
    Spesso mi trovo anche io ad essere mal pensante sulle info che diffonde google, anche se quelle citate in questo post non sono rivoluzionarie. Sono tutte informazioni che un SEO di base conosce più o meno bene. Ovviemente mi leggerò il pdf per vedere se ci sono delle considerazioni più interessanti
    Quoto MisterXx

    Le cose che funzionano veramente si scoprono solo provando, provando e provando ancora.
    Il ragionamento fila fino a che gli utenti in generale migliorano i propri contenuti..Ma parliamoci chiaro, io come SEO ho posizionato anche siti penosi per chiavi importanti, mi pagano per quello. Perchè agevolare il mio lavoro? Forse l'osservazione giusta è "non ho bisogno dei suggerimenti di Google, le cose me le scopro da solo" ma chi non lo sapeva magari inizia, chi già lo sa ha conferme che fanno piacere..Capito cosa intendo?

    Queste uscite tendo a guardarle sempre con sospetto, tendo a vederci sempre un doppio fine. Come ad esempio per il meta key, lo sapevamo da tanto che fosse inutile, da quando hanno dato conferma mi son messo il dubbio che sia penalizzante (a tal scopo ho in programma un test). Ci vedo sempre il "marcio":D
    Perchè hai questi dubbi?

    Alla fine se Google fornisce dei risultati migliori agli utenti, più utenti utilizzano Google e Google guadagna di più. Quindi ha tutto l'interesse a spiegare come vanno ottimizzati i siti per fare in modo che lui sia in grado scegliere i migliori (in termini di contenuti e usabilità per gli utenti).
    Ogni volta che leggo di questo documento di vengono dubbi nuovi..Perchè goog dovrebbe dare queste dritte se non per trarne vantaggi?

    I vantaggi riguardano solo l'aumento delle prestazioni del motore e il miglioramento delle serp? Ma siamo sicuri del miglioramento?

Tags: