Contenuti "originali", ottimizzazione SEO e creatività

il | Promuovere online | 6 commenti

Fare visite con i Social è non solo possibile ma sta diventando sempre più una via indispensabile e privilegiata per sospingere la crescita dei vostri dati Analytics. Ciò che molte aziende, grandi o piccole, però dimenticano è che il “giochino” non funziona con una semplice pagina fan Facebook.

Tutto parte, infatti, da strategia, pianificazione e contenuti. I contenuti, in particolar modo, devono essere di qualità e devono essere scritti e pubblicati secondo certe regole, a cui non si dovrebbe sfuggire. Dopo i primi 4 consigli pratici per far crescere il tuo sito web, ecco altri 3 macro-argomenti da tenere sempre a mente…

 

1. Sforzatevi di sfornare sempre nuovi temi.

Come? Segnaliamo 3 vie:

  • Swayy: vi collegate tramite Facebook o Twitter login e otterrete una serie di articoli, video e infografiche in linea con i vostri interessi e sulla base del successo che i temi trattati hanno avuto sui vostri canali Social.
  • Google News: questa nota funzionalità di Google vi aiuta a trovare notizie fresche partendo da parole chiave, in qualunque parte del mondo. Ideale per trovare notizie di attualità e news a cui ispirarsi.
  • Altri blog e servizi di Social News: non fa mai male un po’ di sano benchmark, osservando cosa fanno altri blogger e quali argomenti attraggono maggiormente nei siti di Social News.

2. SEO: pensateci

Lato SEO, può bastare l’osservazione di alcuni passi, non particolarmente impegnativi.

  • Individuate una parola chiave e utilizzatela nella url, nel titolo, nel title, nella meta description e (almeno) nelle prime tre righe del testo.
  • Aiutatevi con lo Strumento di pianificazione delle parole chiave: è una funzione di Google Adwords (ne abbiamo già parlato) che vi permette di trovare le giuste query di ricerca per andare incontro alle ricerche degli utenti e fare così più visite nel tempo.
  • Partecipate al programma Google Autorship
  • Fate linking interno con altre news e pagine del vostro sito o blog: utile per i motori di ricerca e per diminuire la percentuale di bounce dei vostri siti web.

3. Siate creativi

La creatività vi permette di crearvi un gruppo di lettori fidelizzati, che vi ricorderanno rispetto ai mille siti vostri concorrenti. Per stimolare la creatività:

  • date un punto di vista personale e originale a temi ricorrenti.
  • Ispiratevi alle FAQ (frequently asked questions) di clienti e utenti, per produrre temi ricercati.
  • Dove possibile, date un titolo accattivante e “catchy”: nei Social Media e nella SERP è l’elemento, assieme alla description, che aumenterà il CTR (click through rate).
  • A corredo dei testi, utilizzate immagini belle e curate o anche ironiche, con una sufficiente qualità grafica: aumenterà la percezione di serietà del vostro sito, rendendolo maggiormente accattivante. Anche la cura delle immagini aiuta ad aumentare il CTR su ogni vostro articolo.

Conoscete altre buone norme per gestire correttamente siti e blog?

Commenti

  1. @mayhem

    Grazie mayhem! Sulle parole chiave ad inizio articolo ho avuto sempre pareri contrastanti: sono d'accordo con te che non si debba forzare questa regola. Scrivere sempre per i lettori è una buona regola, anche se per la verità inserendo la keyword principale all'inizio qualche risultato l'ho notato... (qualche volta)
    Il problema della "prepotenza" di wikipedia in determinati risultati è reale, del resto dipende anche - a mio avviso - dal moltiplicarsi di blog principianti che linkano le sue pagine... sulla pubblicità nelle prime righe non sono poi troppo pessimista anche perchè ormai tutti conoscono AdBlock e simili, e questo secondo me può diventare un vantaggio per noialtri SEO :)

    Sulla presenza delle parole chiave nel testo, infine, mi permetto di osservare che non è necessario che esse siano effettivamente presenti, ci sono casi in cui Google "intuisce" la pertinenza delle pagina da altri fattori, mix di ancore esterne analisi del testo (sinonimi) e via dicendo, per cui non è necessario tantomeno inserirla nelle prime righe dell'articolo (una regola che personalmente non mi ha mai convinto troppo).
    @Luca Crivellaro

    Sono pienamente d'accordo, ma mi viene rabbia, quando Google parla di SEO e quando le prime tre posizioni sono per la sua pubblicità, la quarta per la wikipedia e dalla quarta e in poi per noi poveri masochisti di SEO.
    @Miri

    Certo Miri, ovviamente i budget a supporto di un progetto sono fondamentali, però diciamo che già facendo certi piccoli passi si può mettere "il naso" avanti a molti siti "concorrenti"... :)
    Molto interessante, ma per il SEO basta che un (tuo o mio) concorrente, paghi per il posizionamento e Bye-Bye alle nostre ore di lavoro spese per migliorare i nostri contenuti.

    La cosa buona e la più importante è che scrivendo articoli di alta qualità, creiamo un certo rapporto con il nostro visitatore.
    Un articolo molto interessante.

    Aggiungerei magari che per trovare notizie fresche si possono anche leggere riviste cartacee che trattano gli argomenti di interesse e molti libri ovviamente!:D

    Poi è tutto da personalizzare in ogni caso.

Tags: