Come fare soldi online senza perdere credibilità

il | Guadagnare online | 8 commenti

Autorevolezza e credibilità sono tra le caratteristiche fondamentali di ogni blogger che vuole fare soldi online. Questi fattori possono essere influenzati negativamente dalla pubblicità inserita nel blog?

Troppa pubblicità rende un blog poco professionale, la pubblicità all’interno dei post crea qualche fastidio ai lettori, ma forse questi non sono problemi gravi. Cosa penseresti invece del tuo blogger preferito se ti consigliasse l’acquisto di una "palese schifezza" (prodotto o servizio che sia)? Supponendo l’abbia fatto per guadagnare dei soldi, avresti meno fiducia in lui?

Io mi sono posto questo problema varie volte. Ho sempre evitato di consigliare all’interno dei miei articoli i vari servizi che promettono di fare tanti soldi facilmente. Capita, però, che gli spot di questi servizi vengano visualizzati automaticamente all’interno dei blog da network pubblicitari come Google Adsense o Yahoo! Search Marketing. Il fatto che questi spot non vengano scelti direttamente dal blogger, li rende più tollerabili? Secondo te, i lettori sono in grado di capire che si tratta di pubblicità e non sono link consigliati dell’autore del blog? 

Cerco di essere più esplicito con un esempio, questi sono gli annunci Adsense che comparirebbero nelle pagine di alVerde:

Guadagna 300€ in 9 minuti
Ti insegneremo a fare soldi Usando il nostro ottimo sistema!

Guadagna 10.000 € al mese
Guida completamente Gratuita per guadagnare denaro su Internet.

Fai soldi gratis
Guadagna facilmente 300€ in 15 minuti. Il Crazy Doc rivela tutto.
 

Ho fatto un esempio riguardante il guadagno online, ma credo ci siano spot  "discutibili" anche in molti altri settori.

Si può fare qualcosa? Penso di sì, due consigli:

  • Usa il "filtro degli annunci della concorrenza" di Google Adsense per eliminare tutte le inserzioni pubblicitarie che non ritieni collegate a prodotti/servizi/siti di qualità, a costo di perdere qualche click ben pagato.
     
  • Usa i programmi di affiliazione per proporre ai tuoi lettori solo prodotti ottimi. A differenza della pubblicità contestuale, infatti, le affiliazioni ti consentono di scegliere i singoli prodotti da proporre sul tuo blog.

Hai mai analizzato in modo critico gli annunci sponsorizzati che proponi sul tuo blog? Racconta la tua esperienza…

Commenti

  1. Sul primo sito nel quale ho deciso di inserire Adsense, eee-italia.forumattivo.com che tratta di informatica, mi sono trovato per 15 giorni annunci di chat gay! Avevo il terrore quando ho iiziato ad inserirli sul blog, ma devo dire che utilizzando appositi plugin wordpress, posso ritenermi abbastanza soddifatto della loro qualità...comunque li tengo sempre d'occhio.
    Secondo le regole di google adsense, può certamente capitare di cliccare per errore sugli annunci dei prorri blog o siti, questo google lo sà e chiude sempre un occhio.

    Ovviamente i click devono essere sporadici e molto pochi altrimenti il ban è vicino ;).

    Concordo con Paolo, riguardo all'evitare di consigliare prodotti o servizi di cui non si conosce bene la qualità.

    Un esempio potete trovarlo direttamente sul mio blog (non lo segnalo come pubblicità ma solo come esempio per capirci):

    ho acquistato un video tutorial seo davvero ben fatto, e grazie a questa esperienza positiva ho aggiunto un banner come affiliato nella home page proprio di questo prodotto.

    Sono sicuro di non perdere di credibilità, sudata duramente nell'arco di anni, in quanto il servizio è testato personalmente e sonon sicuro di quello che offro come risorsa.

    Infatti coloro che lo hanno acquistato non se ne sono affatto pentiti.

    Anzi dirò di più: riuscire a consigliare dei prodotti a pagamento di qualità accrescerà la nostra credibilità on line, quindi potremo utilizzarla a nostro favore ;). Questo ovviamente secondo il mio punto di vista.
    Non tutti i banner hanno l'url in bella vista, l'altra soluzione sarebbe copiare e incollare la url del titolo ed eliminare tutte le stringhe superflue al fine di ricavare solo l'url che è sempre visibile. Resta comunque un'operazione noiosa e talvolta pericolosa, non sia mai ci trema il ditino! :P
    ragazzi, io ho diverse persone in ufficio, quindi ho dovuto filtrare il mio IP per evitare di visualizzare gli adsense sul sito in ufficio, e per visualizzare i banner dovrei trasferirmi ogni volta, qualcuno ha idea di un metodo per monitorare senza incorrere nell'ira funesta di Google?
    Senza cliccare sull'annuncio è possibile fare un copia/incolla dell'url per capire di cosa parla il sito che compare tra gli annunci sponsorizzati del proprio blog.
    Paolo , io condivido con te che alcuni annunci possono anche far perdere la credibilità.

    Infatti da un po di tempo utilizzo i filtri per gli annunci, consiglio a tutti di farlo se si vuole creare un blog di una certa qualità.
    Il problema è ben più grave di quello che descrivi :(

    Quando sponsorizzi un programma deprecabile tu sai che è così, quando invece hai un annuncio adsense ti è vietato cliccarlo per controllare il sito e quindi è un po più difficile capire cosa si propone ai lettori.

    Esistono comunque gli strumenti per l'anteprima ma non avremo mai gli stessi banner avanti, se non raramente.
    Ho un Blog sul fitness (sono laureato in Scienze Motorie) ed ho deciso di inserire gli annunci di Adsense. In effetti spesso mi ritrovo pubblicità "indesiderata" che tratta cose poco chiare o addiritura pubblicità di cose che io sconsiglio...

    Sicuramente un lettore attento ci farebbe caso e non sapendo che tali annunci non li scelgo io direttamente, si chiederebbe se il Blog è da seguire...

    Non conoscevo lo strumento "filtro degli annunci" (mea culpa), appena ho un attimo lo userò senz'altro!

Tags: