Come fare soldi con un blog usando i programmi di affiliazione

il | Guadagnare online | 6 commenti

Usare Google Adsense è un modo semplice per fare soldi soldi con un blog. Secondo me, però, è opportuno differenziare le fonti di guadagno, sia per guadagnare di più, sia per non dipendere da un’unica società. Alcune alternative ad Adsense sono: la vendita diretta di pubblicità, i guadagni indiretti (conferenze, consulenze, ecc.) ed i programmi di affiliazione. In questo articolo voglio parlare proprio di affiliazioni. Ho già detto che cercare di ottenere dei guadagni con la modalità "pay per action" inserendo banner, più o meno a tema con l’argomento del tuo blog, il più delle volte si rivela un errore. Qual è allora il modo più efficiente per fare soldi con le affiliazioni?

 Informa, consiglia e guadagna! Il più delle volte le persone prima di acquistare qualcosa cercano informazioni a riguardo. Se conoscono un sito sull’argomento lo visitano (potrebbe essere il tuo), altrimenti fanno una ricerca su Google. Tra i risultati della ricerca ci possono essere: blog che casualmente parlano del prodotto/servizio desiderato, servizi di comparazione prezzi che il più delle volte offrono solo una descrizione tecnica e sintetica, oppure siti specializzati che commentano, criticano, consigliano i vari prodotti.

Se sei il proprietario del blog generalista, l’utente forse leggerà le tue pagine e poi se ne andrà su un altro sito più utile senza farti guadagnare nulla.

Se sei il proprietario del servizio di comparazione prezzi, hai buone probabilità di ricevere la visita dell’utente e di farlo andare su uno dei siti che vendono il prodotto che sta cercando, ottenendo in cambio del denaro.

Se, invece, sei il proprietario del blog specializzato, l’utente leggerà recensioni e commenti di qualità, forse ti ringrazierà per il servizio offerto ma poi andrà sul compara prezzi per acquistare il prodotto nel sito che gli sembrerà più conveniente. :D

Quali considerazioni si possono derivare da questa analisi?

  1. I blog generalisti possono guadagnare puntando solo sulla quantità di traffico: tra i tanti utenti qualcuno comprerà. Ci sono alcune eccezioni: esistono, infatti, delle affiliazioni generaliste che hanno buoni tassi di conversione nella maggior parte dei siti.
     
  2. I blog specializzati puntano sulla qualità dei contenuti ed hanno enormi potenzialità di guadagno, ma spesso non vengono sfruttate dai relativi blogger per la paura di perdere credibilità inserendo dei link "sponsorizzati".

Secondo me,  un contenuto di qualità resta tale anche se contiene dei link che permettono al blogger di guadagnare dei soldi. Gestire un blog di qualità costa tempo e richiede impegno e competenza, ottenere tante soddisfazioni morali e qualche soddisfazione economica mi sembra il minimo. Concordi?

Dopo questa lunga premessa, propongo alcuni consigli per monetizzare un blog usando i programmi di affiliazione.

  • A differenza di servizi come Adsense e simili, con i programmi di affiliazione sei tu a scegliere i tuoi "sponsor". Sfrutta questa possibilità per proporre ai tuoi lettori solo prodotti di qualità.
     
  • Anche se sei interessato a vendere un prodotto tramite un programma di affiliazione, descrivilo in modo imparziale esprimendo la tua opinione da esperto. Gli utenti abituali del tuo blog si fidano di te, per questo non devi consigliare prodotti che non ritieni validi. E’ meglio rinunciare a qualche euro oggi, piuttosto che perdere lettori che ti possono far guadagnare domani, dopodomani,.. :D
     
  • I link sponsorizzati, quelli cioè che ti permettono di guadagnare una percentuale sulle vendite procurate, possono essere inseriti nei normali post che scrivi periodicamente. Puoi anche creare dei post ad hoc per propiziare la vendita di un prodotto che ritieni valido, ma se proponi una vera e propria recensione a pagamento, gli utenti lo capiscono subito, quindi tanto vale dirglielo esplicitamente. ;)
     
  • Per evitare che un utente (abituale o di passaggio), dopo aver letto le tue recensioni, vada a cercare il prodotto che desidera acquistare in un sito di comparazione prezzi, devi essere tu ad aiutarlo nella ricerca. Dopo aver parlato di un prodotto puoi elencare i siti che lo vendono, magari facendo notare qual è il più conveniente, quello che propone delle offerte e magari quello che usi o hai usato tu per i tuoi acquisti.
     
  • In generale, devi mettere dei link (sponsorizzati) che portano l’utente verso risorse realmente utili. Un sito ecommerce serio che vende il prodotto di cui parli in un tuo post è una risorsa utile per chi sta leggendo quel post.
     
  • Ultimo, ma non per importanza. Evidenzia un problema e spiega come il prodotto che stai "vendendo" lo risolve. Per farlo sottolinea i benefici che tale prodotto porterà all’utente del tuo blog (su questo tema ho scritto un post che ti invito a leggere).

Ogni argomento viene proposto su molti blog, puoi differenziarti dagli altri specializzandoti in un settore. Se poi questo settore è anche la tua passione, unisci l’utile al dilettevole: parli di quello che ti piace e guadagni. Inolte, più sei autorevole nel settore di tua competenza, maggiori sono le possibilità di guadagnare con il tuo blog. Non dico di più perché questo sarà l’argomento del prossimo post. :D

Commenti

  1. Adsense lo consiglio solo a quelli che hanno migliaia di visite al giorno nel proprio sito o blog che esso sia e soprattutto se parlano di argomenti di nicchia di mercato....Ciao
    Come non essere d'accordo con te suprattutto in merito alla fatica di realizzare un progetto on line duraturo, di qualità e ben posizionato nei motori.

    Sto anch'io pensando a metodi alternativi ad adsense, in quanto su blographik la monetizzazione tramite questo metodo è davvero irrisoria se confrontata all'impegno giornaliero per aggiornare il blog con contenuti di qualità.

    Credo che l'identità acquisita nel tempo non venga macchiata da qualche suggerimento che comunque è utile per chi legge in quanto se si stanno cercando dei software di grafica ed io ti consiglio un buon prodotto, abbiamo entrami ottenuto un risultato: io ho suggerito un prodotto con cui sono affiliato e che reputo di qualità, il lettore ha trovato ciò che stava cercando. Quindi siamo tutti felici ;).
    Se per 2 versioni intendi 2 indirizzi web differenti, non funziona. Avresti dei contenuti duplicati e uno dei 2 blog non verrebbe posizionato nei motori di ricerca. Una soluzione alternativa potrebbe essere quella di mostrare pubblicità diversa (adsense, affiliazioni, ecc.) in base alla tipologia (nuovo, abituale, proveniente dai motori, ecc.) di utente che sta navigando il sito. Qualche giorno fa avevo segnalato questo plugin: http://planetozh.com/blog/my-projects/wordpress-plugin-who-sees-ads-control-adsense-display/ Guarda l'immagine allegata:
    Ciao Paolo complimenti per la validità dei contenuti che ci offri.

    A proposito di affiliazione / adsense, ho pensato a questa strategia: utilizzare gli stessi contenuti di un blog per crearne 2 versioni, una con link di affiliazione ed un'altra con annunci adsense. I vantaggi sono: 1.si lavora una sola volta per creare ed aggiornare I contenuti - 2. Si differenzia il metodo di guadagno con possibiilità di testare e comparare I risultati. 3. Si mantiene "pulito" da annunci sponsorizzati il blog nella versione solo affiliazione.(mentre la versione adsense avrà comunque anche link testuali di affiliazione).

    Spero di esseremi spiegato, cosa ne pensi?
    che dire, versetto per versetto stai scrivendo la Bibbia del gudagno online :-D

    Concordo su tutto ciò che hai detto. Personalmente ho sempre preferito questo sistema di guadagno, anche se gli altri (come il ppc, Adsense in primis) possono sembrare più immediati. E sicuramente lo sono ma non così remunerativi quanto un programma di affiliazione pps targettizzato sulla propria utenza. C'è del lavoro da fare, testi da scrivere, competenze da mostrare e condividere (e forse per questo non piace a tutti), ma i risultati arrivano e sono anche di soddisfazione personale.

    Naturalmente rimango dell'idea che occorre differenziare, quindi usare tutto, prendere il meglio che c'è da tutti i sistemi ed usarlo al meglio.

    ciao!

Tags: