Aumentare visite e conversioni con Linkedin Ads

il | Promuovere online | 0 commenti

Abbiamo già parlato dell’importanza di Linkedin in una strategia di Social Media Marketing finalizzata all’aumento non solo dei contatti personali (o di brand), ma anche per favorire un incremento di visite ai propri presidi web.

Di recente è però possibile “forzare” le visite naturali provenienti da Linkedin, sfruttando il supporto garantito dalla piattaforma Linkedin Ads. Come avviene in Facebook Ads, è possibile pagare per ottenere più visibilità e quindi un maggior numero di visite. Abbiamo provato la piattaforma: ecco le nostre considerazioni.

Linkedin Ads: una prova con un budget base

Lo strumento che abbiamo provato è la “Campagna Annunci”, un sistema che consente di costruire il vostro annuncio pubblicitario e di destinarlo ad un target professional preciso. Vediamo le caratteristiche della Campagna Annunci Linkedin:

  • Target: è possibile raggiungere il vostro target di interessi classificandolo per variabili socio-demografiche, di settore aziendale e di tipologia di professione (ad esempio: funzione “Vendite”; buyer di un certo settore; Amministratori Delegati; avvocati; studenti di Architettura; etc…). Questa possibilità rende Linkedin Ads uno strumento a dir poco unico, con grandi potenzialità in ottica conversioni.
  • Geolocalizzazione: come avviene in Facebook, scegliete l’area geografica di lavoro del vostro target di destinazione.
  • Costi: l’offerta minima per clic è di 2 euro; il budget giornaliero minimo è di 10 euro.
  • Caratteristiche: ugualmente per Facebook, inserirete un titolo, una descrizione e un’immagine. Facile ed immediata la possibilità di costruire rapidamente altri annunci, in ottica di A/B testing.

A livello di visite, il sito web sul quale abbiamo impostato la campagna con budget base ha portato a un incremento del 15% circa (su circa 41mila impressions registrate in poco meno di un mese sull’annuncio pubblicitario). Il sito web in cui abbiamo provato la campagna aveva poche visite in assoluto, quindi questa percentuale cambierà anche drasticamente da sito a sito e da budget a budget: quello che teniamo a sottolineare, però, è che le visite che porterete sul vostro sito o blog sono visite di qualità, particolarmente targettizzate sul vostro settore di interesse. I visitatori da Linkedin Ads saranno dunque molto profilati.

Di sicuro molto più efficace in termini di visite, invece, è la funzione Linkedin Sponsored Updates, che permette di sponsorizzare un post / un link che pubblicherete su Linkedin da una pagina aziendale.

Per saperne di più, ecco il video promo ufficiale di Linkedin:

httpv://www.youtube.com/watch?v=FyBL5uB6_d4

E voi, avete provato le campagne pubblicitarie di Linkedin? Cosa ne pensate?

Commenti

  1. L'ho provato un po' di tempo fa e concordo con il fatto che è estremamente caro, ed i risultati non sono stati per nulla soddisfacenti.
    Si, in effetti è molto specifico, per target molto particolari. Io l'ho tarato per promuovere un corso di formazione e ha funzionato abbastanza bene.

    Concordo che lo scoglio più grande è il costo base, anche se dipende molto anche dalla finalità. :)
    Le uso da diverso tempo, con risultati altalenanti.

    Nel B2B non sono male ma rimane uno strumento estremamente caro, realizzato per il mercato italiano molto male (non sono presenti tantissime città italiane rendendo la profilazione insufficiente), insomma un prodotto acerbo che potrebbe avere delle potenzialità che, per un'amministrazione che pensa in 1.0, probabilmente rimarrà una nicchia.
    E' questo il grosso problema nel suo utilizzo, non ha un prezzo che permetta "a tutti" il suo utilizzo.

    Ho fatto un test personale, con un coupon ;) , ma non ho visto ritorni; idem in altri casi.

Lascia un commento