7 maggio, era la giornata del "guadagno online"?

il | Guadagnare online | 0 commenti

E’ un record: nello stesso giorno ben 5 blog (alVerde incluso) hanno pubblicato un post sul tema "possiamo guadagnare online?". :D

Segnalo con piacere:

Il tema del giorno su alVerde era: "Vivere gestendo un sito: chi di voi ci riesce?". L’interrogativo, posto da un utente della community, ha generato 42 commenti ed incuriosito oltre 1500 lettori.

Provo a sintetizzare le opinioni più diffuse espresse dagli autori e dai lettori dei post che ho citato:

  • Guadagnare con un blog è possibile.
  • L’ideale è bloggare per piacere e fare soldi.
  • Per essere credibili bisogna trattare temi ai quali si è appassionati.
  • Non bisogna tradire la fiducia dei lettori per guadagnare di più.
  • I programmi di affiliazione da preferire sono quelli a tema con il sito e che non promettono a tutti guadagni sicuri.
  • E’ utile diversificare le fonti di guadagno.
  • Guadagnare con un blog/sito è gratificante, ma è meglio non rinunciare alla sicurezza data da un lavoro "normale".

Ho dimenticato qualcosa?

Commenti

  1. Grazie Paolo, troppo buono. Nel momento in cui riuscirò ad andare a pieno regime, quando diventerò freelance, mi dedicherò ancora di più a questo progetto a cui tengo molto.

    Crepi il lupo :)
    Ciao Don, io ho partecipato in vita mia ad un solo *Camp e si chiama NapoliPizzaBeta, di tutto abbiamo parlato tranne che di guadagno online.... anzi abbiamo/ho parlato di come imbrogliare su un famoso portale di Votini (dove si clicca Ok-No... insomma avete capito), in quanto mi ritengo il maggior esponenente (in negativo ovviamente :P ).

    Io sul guadagnare online non so molto, ci sto provando da poco, l'unica cosa che so dirti e che dico anche a Paolo in reply al suo messaggio è che secondo me in internet non c'è un modello universale di guadagno e bisogna scoprire moltissime cose. Non serve a nulla applicare concetti ampiamente sfruttati e va avanti solo chi è più creativo, ingegnoso, insomma chi crea cose nuove quindi, tralasciando una piccola parte di esperienza e competenza nel campo che si deve necessariamente avere, quello che conta per me è creare un'idea originale e sfruttabile allo stesso tempo :)

    (Ora si spiega perchè non sono diventato ricco con il web.. hiih).
    Ho visto la tua nota sul post di Eliosan, grazie ;)

    Io aggiungerei anche un po' di competenza nel fare le cose. E' giusto provare con il "fai da te", ma è altrettanto importare imparare leggendo (in modo critico) i consigli degli esperti. Non mi riferisco solo al "come guadagnare" ma ad ogni cosa: come promuovere un sito/blog, come migliorare la grafica, come migliorare il posizionamento nei motori ecc. Su ogni argomento si trova molto materiale di qualità e non. Puoi c'è qualcuno che ti promette di posizionare il sito in un giorno, di avere 15.000 visitatori in 2 giorni e di diventare ricco in 3... vabbè non commento :D
    Ma guarda quando ho visto il post di Eliosan ho subito pensato ad Alverde ed alla discussione iniziata ieri sul guadagno online :)

    Comunque quello che io noto da queste discussioni è che nessuna di queste abbia la "chiave del guadagno online", non c'è nessun trucco segreto o altro come spesso gente senza scrupoli vuol farci credere. L'unico segreto sono impegno, costanza, dedizione e aggiungerei un buon responsabile commerciale ;)

    Grazie per il link Paolo!
    Infatti il modello economico da abbinare ai blog é ancora tutto da vedere. La maggioranza dei blogger non guadagna nulla. I pochi che guadagnano sono veri e propri esperti nel loro settore e che pubblicano anche 3 o 4 post al giorno pieni zeppi di contenuti e riferimenti utili.
    Sarà che molti fanno altro invece che lavorare? ;-)

    A parte gli scherzi, personalmente il blog lo vedo come strumento di comunicazione interessante, ma poco utile (e a tratti irritante) alla vera informazione. Questo, ripeto, parlando di contenuti. Se io tengo un diario online delle mie vacanze, ho tutto il diritto di farlo e certamente il blog è adattissimo. Ma qui si parla di guadagno online legato a contenuti e relativi strumenti. E, in effetti, la collocazione del blog è stata spostata solo di recente da "diario aperto personale" a "strumento di informazione di massa".

    Forse sono all'antica ma, ora come ora, se voglio guadagnare con contenuti, metto su un bel portale con articoli, schede, recensioni, ecc... e creo servizi dinamici per gli utenti, una comunity con cui interagire e su cui investire.

    Lo vedo troppo limitato il postare una volta al giorno un piccolo contenuto annacquandolo di opinioni personali e riempiendolo di link e backlink solo per farlo indicizzare.

    NB: escludo da questa considerazione siti come alverde.net ed altri che sono passati al blog-style. Primo perché hanno uno storico contenutistico, secondo perché hanno altri servizi abinati ai contenuti bloggosi, e terzo, più importante, hanno autorevolezza comprovata da anni di "servizio tradizionale". A loro concedo la scelta della forma con fare (davvero) informazione.

    Credo, e concludo, che chi sceglie in partenza il blog lo faccia prinicpalmente per comodità: nessun servizio da gestire (o ridotto all'osso), bastano i post e si lavora solo sull'indicizzazione su siti di news et similia.

    assolutamente imho.

    ciao
    Eppure il blog in Italia ha successo già da alcuni anni più che in altre Nazioni importanti come gli Usa. Insomma, a parte la Cina e altri Paesi dell'Asia l'Italia é avanti coi blog. Sarà dovuto al fatto che all'italiano piace chicchiarare, raccontare i fatti suoi e leggere quelli degli altri? :)
    Paolo ti ringrazio per avermi citato, effettivamente non avevo notato che ci siamo uniti nello scrivere di un arogmento che credo stia a cuore a molti, oltre che a noi stessi.

    E' un argomento davvero caldo che merita di essere approfondito in tutti i suoi aspetti, perchè è sicuramente una strada dura ma percorribile. Infatti, io sto lasciando il mio lavoro per una carriera da web designer e blogger freelance.

    Anche dal mio articolo ne è nata una discussione interessante, che hai riassunto perfettamente nel tuo post. :)
    blog blog blog... a rischio di essere impopolare a me sta storia del blog non è mai andata giù. Ma che ci troverà la gente nei blog!?!

    Sicuramente interessante dal punto di vista sociale e personale, ma dal punto di vista informativo i blog mi sembrano dispersivi e piuttosto inutili, perlomeno la maggior parte. Si perde il confronto e si rischia di immergersi in una marea di bla bla bla monoautore molto poco obiettivi. Sarò un nostalgico ma io preferisco i forum e i portali tematici. Meno cool forse ma molto più efficaci. Naturalmente imho.

    A parte questo, i post sono interessanti. Potremmo davvero decidere che il 7 Maggio è il giorno del guadagno online. Chi ci sta? ;-)

Lascia un commento