10 ML di visualizzazioni al mese... per gioco: 6 domande ad Andrea Passador di OltreUomo

il | Articoli, Promuovere online | 0 commenti

Abbiamo intervistato progetti online nel campo dello sport (IdeaCalcio, RunLovers), blog personali di italiani all’estero (Nicoletta Consumi), ma anche imprenditori giovanissimi e brillanti come Luca Micheli, freelance Social alla Giuliano Ambrosio o esperti di Pmi digital come Diego Mulfari, grazie al suo noto “Imbianchini Digitali“. Oggi altro giro, altra corsa, cambiamo nuovamente settore, puntando su risate e intrattenimento con uno dei siti web più conosciuti, apprezzati e condivisi della rete: OltreUomo, di Andrea Passador. Ecco cosa dice di se stesso e le sue risposte alle nostre domande.

Chi è Andrea Passador?

Sono fondatore di Oltreuomo, copywriter freelance e basta, detto questo ho cominciato il mio progetto oltreuomo con un amico ormai ben cinque anni fa. Non si trattava proprio di un progetto, era un blog aperto alla carlona, per gioco. Così è rimasto per due anni, fino a che ad un certo punto alcuni articoli sono diventati virali e abbiamo cominciato ad accumulare visite su visite. Da lì la cosa si è fatta più seria e adesso Oltreuomo è purtroppo un lavoro vero.

Attualmente abbiamo una media di dieci milioni di visualizzazioni al mese, 4 milioni di utenti unici, e un coinvolgimento social che è sempre in costante aumento. Il nostro modello economico non ha un modello, ovvero un riferimento a cui abbiamo deciso di adeguarci. Da Friulani abbiamo fatto le cose poco per volta senza fare grossi investimenti, applicando vecchi metodi a nuovi strumenti, se così si può dire.

Fare 10 milioni di visualizzazioni al mese quasi per caso (o no?): 6 domande ad Andrea Passador

1) Cosa serve attivare per rendere efficace e visibile un progetto online che parte da zero? Cosa ci deve essere per forza? Nel tuo caso, quali obiettivi ti poni pubblicando online?

All’inizio non avevamo alcuna idea di come renderci “visibili”, di come arrivare al pubblico; scrivevamo articoli comici o dissacranti semplicemente per divertirci. Poi con il tempo abbiamo notato che alcuni post avevano una viralizzazione piuttosto importante, pur non avendo una grossa fan page o grossi “agganci” per farci leggere. A quel punto è nata in noi la voglia di capire i meccanismi per trasformare un articolo in un contenuto virale, non abbiamo letto nulla sull’argomento, ne fatto corsi di web-marketing o cose così, abbiamo semplicemente trovato sul campo quei quattro trucchi che aiutano un articolo a camminare per il web con le sue gambe. Ovviamente non ve li dico, o perlomeno, non ve li dico gratis.

 

2) Se hai un sito online, devi per forza fare qualcosa per farlo vedere a più persone (a target) possibili: quali sono i passi indispensabili per scalare i motori di ricerca?

Noi ci siamo concentrati principalmente sui social, non abbiamo mai fatto del posizionamento sui motori di ricerca il motore (scusate la ridondanza) del nostro sito. Abbiamo sempre pensato che il posizionamento fosse utile per chi si occupa di un altro tipo di attività, commerciale prettamente, mentre quello che offriamo noi è intrattenimento, che trova la sua casa ideale nella condivisione social. Poi naturalmente alcune parole chiave le abbiamo conquistate, sostanzialmente quelle volgari dal momento che parliamo in maniera pseudo-seria di sesso e rapporti sentimentali :)

 

3) Non esiste però solo Google, dato che sempre più visite arrivano dai Social Network. Qual è la ricetta giusta per prendersi visibilità e utenti anche dai Social, secondo te?

Ecco, quello di cui parlavo prima. Il segreto non lo so, se lo sapessi avrei molti più follower. Credo comunque che ci siano due strade. Quella dell’esplosione, e per esplosione intendo ad esempio quelle pagine Facebook che raggiungono un milione di fan in un mese per un’idea vincente, e quella lunga fatta di mesi e mesi di lavoro per accumulare fedeli. La seconda è indubbiamente più impegnativa ma anche più duratura e remunerativa.

 

4) Quali sono gli strumenti (tool online, software, ecc.) di cui non si può fare a meno per un progetto di web marketing serio?

Questo non lo so, il nostro non è un progetto di web marketing serio :)

 

5) Visto che parliamo di visibilità online, sia sui Social che sui motori di ricerca, quali sono le tue fonti di informazioni preferite? Hai qualche sito o qualche libro da consigliare ai lettori di alVerde? O ti basi più che altro sulla tua esperienza? 

Per gli articoli mi baso più che altro sulla mia esperienza, poi ho alcuni punti di riferimento da cui traggo ispirazione, il sito american McSweeneys.net per esempio, veramente molto valido e profondo. In Italia consiglio sempre a tutti di leggere o guardare qualsiasi cosa prodotta da Astutillo Smeriglia nel suo blog incomaèmeglio. È un genio.

 

6) Infine, parlaci di Oltreuomo: quali sono stati i passi fondamentali nella riuscita del tuo progetto? Cosa hai intenzione di fare per continuare ad alimentare l’interesse dei lettori e la tua visibilità? Progetti futuri?

Allora, i progetti futuri non posso ancora rivelarli, non per tirarmela ma semplicemente perché non sappiamo ancora se saremo in grado di realizzarli. Comunque l’obbiettivo è quello di aprire altri canali che parlino di diversi argomenti per aumentare il coinvolgimento degli utenti. In più vorremo sperimentare qualcosa con i video, cercando di fare qualcosa di diverso da quello che c’è già. Vedremo.

Grazie Andrea e in bocca al lupo!

Tags: