10 domande a Netaffiliation

il | Guadagnare online | 2 commenti

Fabiola Raffa, country manager di Netaffiliation Italia, è la protagonista dell’intervista di questa settimana. Netaffiliation nasce in Francia nel 2004, con oltre 1.000 programmi di affiliazione attivi in più di 10 lingue, è presente in Italia sin dagli inizi del 2008. Conosci già tutto di questo network di affiliazione?

Quali sono i vostri 3 punti di forza per i quali un editore dovrebbe preferire il vostro network di affiliazione a quelli dei vostri competitor?

Netaffiliation punta sul servizio, sulla consulenza e sull’assistenza: il nostro team è in contatto continuo con i clienti e gli editori  per rendere il passaggio di informazioni il più veloce ed efficace possibile.
Il nostro obiettivo è ascoltare e consigliare i nostri partner nella scelta dei programmi e negoziare per loro le migliori condizioni, ma questo è soprattutto possibile solo nel momento in cui si crea una relazione di fiducia e duratura con i nostri partner (sia affiliati che inserzionisti). 

Quali strategie applicate per attirare, mantenere e far crescere i vostri editori?

L’attivazione di programmi esclusivi , di extra-budget per i nostri migliori affiliati, creatività esclusive e personalizzate,  le negoziazioni dei migliori deal e ovviamente con il nostro servizio essere presenti e reattivi ad ogni richiesta. L’obiettivo è aumentare i loro guadagni e fare crescere il loro business.

In generale gli editori lamentano una scarsa assistenza da parte dei network di affiliazione; voi quali strumenti adottate per riuscire a fornire un servizio di assistenza adeguato a tutti i vostri affiliati?

Netaffiliation punta moltissimo sull’assistenza: cerchiamo di soddifare al meglio le richieste di ognuno.
Nel back office editori di Netaffiliation è indicato il nome e il cognome dell’Account manager che gestisce la campagna con il suo indirizzo email principale. Questo servizio si aggiunge al Servizio Affiliati che continua a rispondere alle domande più frequenti, ma a differenza di questo permette di contattare direttamente la persona giusta per le domande più specifiche riguardanti un programma.
Inoltre i nostri Account sono disponibili su skype o msn messenger, facebook e twitter, per rispondere ancora più direttamente e velocemente alle richieste.

Avete mai preso in considerazione l’ipotesi di organizzare dei webinar (seminari online) per spiegare ai vostri affiliati come sfruttare al meglio gli strumenti che mettete a loro disposizione? Potreste prevedere insegnamenti specifici relativi all’uso dei vostri strumenti proprietari e consigli generici finalizzati ad aumentare le loro conversioni; un’attività di questo tipo, già intrapresa ad esempio dal team di Google AdSense, porterebbe benefici tanto a voi, quanto agli affiliati. Concorda?

Il nostro back office è stato studiato ed è riconosciuto per essere intuivo e ergonomico. Le richieste specifiche di formazione da parte degli editori sono state tutte soddisfatte in call. Tuttavia presto saranno presenti novità per i nostri affiliati, e questa ipotesi, insieme ad altre, non è scartata.

Quali accorgimenti e controlli adottate per tracciare le conversioni nella maniera più efficacie possibile evitando errori e/o frodi sia da parte degli affiliati, sia da parte degli inserzionisti?

Innanzitutto al setup della campagna ci assicuriamo con i numerosi test di tracking che il nostro pixel si attivi correttamente e che tracci tutti i metodi di pagamento, che elimini i doppioni e che l’informazione sia corretta. Allo stesso modo controlliamo quotidianamente l’attivazione. Nei rari casi di non tracciamento, riconosciamo guadagni e negoziamo bonus per i nostri affiliati.
La nostra policy è di informare gli affiliati sui tempi di convalida lead, dove è convalidata l’azione (optin o no), i tassi medi di cancellazione e le cause.

Per i nostri inserzionisti,   la selezione dei nostri editori su programmi a forte potenzialità di frode è molto attenta e drastica. I clienti sono molto sensibili alla tematica e non sono più disponibili a pagare fake o lead sospetti. Inoltre Netaffiliation possiede un potente sistema di analisi anti frode che rassicura il cliente e scoraggia i furbi, che stupidamente rischiano non solo l’annullamento dei guadagni, ma la sospensione dai programmi e dal network italiano e internazionale di Netaffiliation.

Un problema diffuso: gli inserzionisti saldano spesso le proprie fatture in ritardo e questo si ripercuote sui pagamenti agli affiliati. Quali soluzioni adottate o pensate di adottare in futuro per ridurre i tempi di pagamento tra la generazione della commissione e il pagamento all’editore?

I pagamenti sono uno dei punti più discussi con gli affiliati, perché i ritardi dei clienti sul pagamento delle fatture si percuote sugli affiliati che a volte attendono mesi per ricevere i guadagni di un determinato inserzionista.
Innanzitutto abbiamo deciso di dare a tutti gli affiliati la massima trasparenza sui pagamenti. Sul loro backoffice hanno la visibilità su quali pagamenti sono bloccati causa non pagamento degli inserzionisti e per quale importo. L’affiliato è più cosciente in questo modo sui i suoi guadagni e nella scelta e gestione dei programmi. Dare questa informazione ci permette di ricevere pagamenti più rapidi da parte dei clienti che non vogliono essere indicati come coloro che non pagano.

L’asse principale su cui lavoriamo è la sensibilizzazione del cliente, che rischia di perdere i migliori affiliati ed opportunità di business. Ma spesso le ragioni solo altre:  i grossi brand hanno tempi di pagamento estremamente lunghi e cio’ purtroppo è un problema comune e indipendente dalla nostra volontà. 

Aumenta sempre più l’uso degli smartphone per navigare sul web. Questo fatto aprirà nuovi scenari anche nel settore dei programmi di affiliazione? Sarà, per esempio, possibile integrare in futuro le affiliazioni nelle applicazioni mobile per dispositivi Android o iPhone?

L’uso degli Smartphone è ad oggi già molto diffuso e l’affiliazione, cosi come altri settori, dovrà seguire questa tendenza per rispondere a tutti i bisogni.

Stiamo assistendo alla diffusione esponenziale dei social network: Facebook è il caso più eclatante; è possibile che in futuro vengano forniti agli affiliati degli strumenti ad hoc per generare conversioni direttamente dai social network?

Lavoriamo sempre di più su questi canali e i clienti si rendono conto del valore aggiunto della loro presenza sui principali social media in temini di raggiungimento di un target specifico. I nostri partner sono specializzati nella gestione dell’ads sui principali social network e i tassi di conversione sono alti e la qualità buona. Sicuramente continueremo a investire e andare in questa direzione.

Prevede qualche grossa novità nel settore affiliazioni per il 2011? Se sì, quale?

Visto i risultati del 2010 il 2011 sarà un anno cruciale per le affiliazioni. Chi non investiva molto ha sbloccato grossi budget e i più reticenti hanno capito il valore aggiunto di essere in affiliazione.
Tanti nuovi programmi e grosse novittà per questo 2011 vi aspettano…

Vuole dire qualcosa ai lettori di alVerde.net? Magari un’indiscrezione?

Continuate a seguirci e a scriverci : possiamo lavorare ancora meglio se i vostri problemi o dubbi ci vengono comunicati e da parte nostra c’è tutta la dispobilità per risolverli. I moderatori di alVerde.net sono in continuo contatto con noi e il nostro obiettivo comune è aiutarvi e farvi guadagnare e farvi crescere con noi!

 

Lascia un commento a questa intervista!

Commenti

  1. Bel post Paolo, come sempre.

    Uso Netaffiliation più o meno da quando hanno aperto in Italia. Riassumendo:

    - Pregi: poche cancellazioni, programmi che altri non hanno, assistenza recettiva e rapida

    - Difetti: interfaccia e statistiche decisamente migliorabili, pochi programmi italiani

    Parafrasando Fabiola che dice (parlando di cancellazioni e furbetti):

    "I clienti sono molto sensibili alla tematica e non sono più disponibili a pagare fake o lead sospetti."

    aggiungo:

    gli affiliati sono molto sensibili alla tematica e non sono più disponibili a investire tempo e denaro su merchant poco seri e non trasparenti

    mi sembrava giusto metterlo sul piatto della bilancia ;-)

    ciao
    Quoto alla grande l'idea dei webinar per migliorare le spiegazioni sul funzionamento dell'apparato. I videotutorial sono uno strumento eccellente per migliorare la comunicazione e la chiarezza con il cliente.

    Mi sembra un'ottima idea quella di mostrare i nomi dei pubblicitari che non pagano o pagano in ritardo. I feedback danno sempre i loro frutti.