SEO on page: 3 regole per scrivere titoli di qualità

il | Promuovere online | 1 commento

Conosci la formula essenziale per creare titoli perfetti per i motori di ricerca e per i tuoi lettori?

1. Tag TITLE: un elemento indispensabile per Google

Poichè uno dei nostri scopi primari in fase di scrittura è quello di scrivere bene per chi legge e per gli spider dei motori di ricerca, dobbiamo consentire ad essi di leggere il titolo in maniera corretta così da poter mostrare le nostre pagine nelle SERP per il maggior numero di query possibili.
A tal proposito bisogna introdurre il tag TITLE.
 
Il tag TITLE è uno degli elementi più influenti per il buon posizionamento di una pagina web e spesso coincide con il titolo dell’articolo qualora utilizziamo un CMS come WordPress o Joomla. ATTENZIONE: il titolo di un post/pagina non deve obbligatoriamente essere lo stesso del tag title.
 
Il tag TITLE va inserito nell’HTML di una pagina secondo questo schema:
 
 <title>Titolo</title>
 
Se verifichi che WordPress non inserisce il tag title all’interno dei tuoi post, utilizza il plugin gratuito All in One SEO che svolgerà questa operazione per te, senza farti maneggiare il codice HTML.
 

Come configuro il tag TITLE in All in One SEO?

Scarica, installa ed attiva All in One SEO nel pannello WordPress del tuo sito, successivamente procedi con la seguente configurazione:
  1. Apri le Impostazioni di WP e clicca su All in One SEO dopo averlo attivato
  2. Scrivi % post_title% nel campo "Post Title Format" per impostare il tag per gli articoli singoli
  3. Digita % page_title% accanto a "Page Title Format" per impostare il tag title delle pagine
  4. Salva le impostazioni
Perfetto! Hai configurato All in One SEO per compilare automaticamente il tag title dei contenuti del tuo sito e se alcuni articoli pubblicati precedentemente non sono stati ottimizzati, il plugin provvederà ad ottimizzarli per te in maniera autonoma.
 
 

2. Quali scelte effettuare nella scrittura di un titolo?

 
Dopo esserti assicurato che il titolo venga scritto anche nel tag title, puoi procedere alla scelta delle parole che dovrai utilizzare per comporre un titolo di successo.
Per esperienza personale posso assicurarti che i titoli molto lunghi non attraggono lettori; la maggior parte degli internauti non ama leggere molto prima di raggiungere l’argomento che veramente gli interessa. Nel momento in cui un utente si ritrova a dover scegliere quale pagina scegliere tra quelle proposte dalla SERP, porrà la sua attenzione alle prime parole di ogni titolo cercando di trovare subito il contenuto che ritiene più consono alla sua ricerca quindi inserisci le parole chiave all’inizio del titolo.
 
Ti propongo alcuni esempi in duplice versione, utili per poter capire praticamente come si può scrivere un buon titolo:
 
  1. a. Tutti i risultati della 18ma giornata del campionato di Serie A
    b. Serie A 18ma giornata: i risultati delle partite
  2. a. Ecco come preparare la ricetta della torta di fragole
    b. Come preparare la torta di fragole | Ricette passo passo
  3. a. Le 10 strategie per posizionarti nei primi risultati su Google
    b. Vuoi essere primo su Google? 10 strategie da non trascurare

Esempio 1 – Entrambi le soluzioni sono corrette, ma il secondo titolo è senz’altro più breve e annuncia subito l’argomento della pagina (la diciottesima giornata di serie A) e successivamente spiega cosa è trattato nello specifico (tutti i risultati delle partite disputate).

Esempio 2 – In questo esempio è decisamente migliore la seconda e ti spiego subito il perchè. Quando scrivi un titolo per una pagina o post, devi pensare a cosa scrive un utente quando ricerca qualcosa su Google. Nel caso di una ricetta, è quasi impossibile che un utente digita la query "ecco come preparare la pasta al forno" ma probabilmente utilizzerà la formula "come preparare…" . Gran parte delle ricerche nei motori di ricerca iniziano con i termini come, dove, quando e perchè. Infine, nel secondo titolo ho utilizzato il simbolo pipe che presto ti spiegherò come utilizzarlo.

Esempio 3 – Anche in questo caso, così come nell’esempio 1, entrambi i titoli sono corretti ma la seconda scelta è sicuramente più funzionale e punta ad un’esigenza precisa di un potenziale lettore. Immagina un utente che ricerca alcune dritte SEO per poter posizionare le sua pagine nelle prime posizioni di Google; leggendo "Vuoi essere primo su Google?" deciderà subito di leggere l’articolo poichè è una sua esigenza: l’impatto è decisamente diverso del titolo "Le 10 strategie per posizionarti …" .
Pensa ad un titolo che sia coinvolgente e capace di attrarre subito l’attenzione di un lettore che naviga nel web: crea un titolo allettante e che credi possa essere l’esigenza di un potenziale lettore. 
 
 
Hai parlato del simbolo "pipe" ma cos’è? Il pipe "|" è un elemento che svolge una funzione molto importante nella scrittura dei titoli poichè Google lo riconosce come un separatore che scinde il tag title in due blocchi separati. Quindi se scrivo il titolo "Creare un DVD video con Movie Maker | Guide Windows 7", Google riconoscerà due titoli in uno, separati dal pipe.

Non preoccuparti se momentaneamente avrai le idee un pò confuse, al termine della guida ti riassumerò tutto ciò che ho spiegato in pochi passi; ora invece, voglio finalmente svelare l’arcano riguardo la lunghezza massima che un titolo può avere.

 

3. Scrivi massimo 12 parole e Google ti premierà

NB: in questo paragrafo la voce "titolo" è riferita al "tag title" menzionato nella regola numero 1

Grazie ad un’interessante scoperta effettuata da Enrico Altavilla, finalmente sappiamo quanto può essere lungo il titolo di una pagina web affinchè Google possa indicizzarlo e mostrarlo integralmente all’interno della sua SERP.

Coloro che già conoscono diverse nozioni in campo SEO sapranno che, numerosi libri e risorse online del settore suggeriscono di non scrivere titoli più di lunghi di 70 caratteri (spazi inclusi) poichè nella SERP di Google, il titolo dell’articolo sarà automaticamente troncato dal 71esimo carattere in poi. Non voglio essere diffidente nei confronti dai consigli che gli esperti del settore ci danno da diversi anni, ma l’ultimo esperimento di LowLevel offre davvero una valida motivazione relativa alla "scoperta" effettuata riguardo il tag title.

 

Google non conteggia il numero dei caratteri del tag TITLE, ma il numero delle parole che lo compongono: se il tag TITLE è composto da 12 parole, il titolo comparirà completo all’interno della SERP e sarà perfettamente ricercabile dagli utenti.

 

In che modo Google conta le parole del titolo?

Molti di voi saranno caduti in una crisi di panico dopo aver letto che un buon titolo è composto da 12 parole poichè nella mente saranno sorte le seguenti domande: ma come vengono calcolate le parole? Una singola lettera è considerata una parola? E i numeri? I simboli?  

Resta calmo e non preoccuparti, la scoperta di LowLevel risponde e a tutte queste domande e per evitare di essere prolisso ti elenco sinteticamente il probabile metodo utilizzato da Google per calcolare la lunghezza del tag title di ogni pagina e sito web.

Regole per calcolare la lunghezza del tag:

  1. i caratteri singoli (lettere e numeri) non vengono calcolati come una parola ma sono accorpati al termine che segue o precede. Per esempio la frase "Presentati i nuovi iPod di Apple" è costituita da 5 parole secondo l’algoritmo di Google poichè la "i" è stata accorpata al termine "Presentati" o "nuovi".
  2. più caratteri singoli vengono uniti in una sola parola. Esempio: "a e i o u sono le cinque vocali dell’alfabeto" è calcolata da Google come se fosse composta da 6 parole poichè le vocali distaccate sono conteggiate come il termine "aeiou"
  3. i simboli non vengono conteggiati

Attualmente non sono note altre regole di calcolo che effettua Google per misurare i tag TITLE.

Riassumendo…


Come deve essere un titolo di qualità che sia funzionale con Google?

Siamo giunti nella parte finale di questo articolo e come promesso, ti riassumo tutte le regole importanti che devi sempre rispettare per creare un buon titolo per le tue pagine web.

Creazione di un titolo | Passo passo

  • utilizza il tag TITLE ( <title>) ed installa All in One SEO se utilizzi WordPress
  • scrivi un titolo breve, descrittivo ed accattivante con le parole chiave più attinenti all’argomento 
  • inserisci le keyword all’inizio del titolo
  • puoi utilizzare la punteggiatura tradizionale ma non eccessivamente
  • utilizza il simbolo pipe "|" per dividere il titolo in due blocchi separati (2 titoli in 1)
  • non superare mai dodici parole
  • sembra che Google non conti i caratteri del tag TITLE, ma cerca di non superare i 70 caratteri

 

Finalmente conosci la formula essenziale per creare titoli perfetti per i motori di ricerca e per i tuoi lettori. Ora sei pronto per ottimizzare al massimo i titoli dei tuoi articoli ed ottenere maggiore traffico da Google.

Autore: Jader Liberatore

Commenti

  1. Articolo molto interessante, sono alle prime armi nel campo "dell'oltre scrittura", una volta mi occupavo solo di scrivere bene, adesso mi rendo conto di dover imparare tutto questo per il bene del mio blog :)

    Grazie

Tags: