Per fare sempre più visite devi trovare nuovi contenuti

il | Articoli, Promuovere online | 1 commento

contenuti per fare visite

Una delle più grandi sfide del web marketer è quella di aumentare il numero di visite (purché di qualità – a target) del proprio sito web.

  • Ok, si può pensare a una strategia di link building e di link baiting, per ottenere sempre più link in ingresso.
  • Ok, si possono sfruttare i Social Media per cercare di arrivare a nuove fasce di utenza “social”. Sono touchpoint in più, oltre a Google, che vanno presidiati.
  • Ok, si possono utilizzare i guest post (o i post sponsorizzati), per mostrarsi su altri siti e, quindi, a nuove platee.

Ma queste, se ci si pensa, sono mosse che puntano ad incrementare la propria visibilità.

E i contenuti?

Ad un’aumentata visibilità dovrebbe corrispondere anche un aumento dell’offerta di contenuti, informazioni, servizi e risoluzioni ai bisogni della gente. Con un aumento sia quantitativo che qualitativo.

La faccenda si complica assai, soprattutto considerando che lo sforzo maggiore risiede nella creatività necessaria per produrre sempre nuovi contenuti, analizzando contemporaneamente sia i bisogni in generale degli utenti all’interno di un certo settore, sia le preferenze del target utente che è solito frequentare il vostro sito (osservando, banalmente, Google Analytics e Google Search Console).
Lo sforzo non è da poco.

Visto che io stesso mi sono trovato più volte “bloccato” di fronte al piano editoriale dei miei siti web, ecco…

7 passi per creare contenuti vincenti e aumentare le visite

  1. Occorre avere ben chiari gli obiettivi e rispondere alle seguenti domande:
    Qual è il tuo obiettivo di business? Cosa stai cercando di ottenere? Cosa vuoi ottenere dagli utenti che arrivano sul tuo sito?
    Bisogna avere a cuore i propri obiettivi.
  2. Di fronte alle esigenze e ai comportamenti degli utenti, usare “semplificazione”, interrogandosi sul perché gli utenti facciano certe scelte o ricerchino determinate parole chiave: qual è il bisogno che più immediatamente stanno cercando di risolvere?
  3. Una volta individuata l’idea, l’argomento da sviluppare, quali fonti e case history utilizzare per sviluppare il contenuto? Si possiedono esperienze dirette da portare come base per la creazione del contenuto? (se si hanno esperienze personali sul tema, usarle senza ombra di dubbio!)
  4. Componi il testo come se stessi parlando a una specifica persona (il TU) o a un gruppo di specifiche persone (il VOI). Bisogna essere diretti. Scrivi di getto, componendo una bozza, senza particolari fronzoli.
  5. Prima di passare a modificare la prima bozza è sempre bene far passare un po’ di tempo: il giorno dopo o qualche ora dopo. Fatto? Bene, allora si può passare alla riscrittura e, eventualmente se serve, ad integrazioni o correzioni.
  6. Quasi pronti per pubblicare: cosa manca? Il titolo e l’immagine da pubblicare. Sono 2 aspetti indispensabili che fanno la differenza tra un contenuto cliccato e uno ignorato. In breve: il titolo deve strizzare l’occhio alla SEO ma al tempo stesso deve incuriosire il lettore: lasciar intendere, senza dire esplicitamente…
  7. Infine, prima della pubblicazione, meglio avere la pazienza di disporre il testo affinché sia più facilmente leggibile: suddivisione in paragrafi, grassetti, corsivi, link, etc… questa fase, se fatta con cura, ha un impatto positivo sul bounce e sul tempo di permanenza nella pagina.

Parliamoci onestamente: seguite tutti questi passi, ogni volta? Vi ponete le domande giuste prima di creare i vostri contenuti? Se conoscete altri step utili che possono aiutare a costruire contenuti efficaci, che possano realmente portare ad un aumento di visite e conversioni, condivideteli nei commenti o nel forum di AlVerde!

Commenti

  1. Senza contenuti tutte le attività classiche di promozione sono più complesse, specie la link building: costruire nuovi contenuti in modo costante ed originale facilita certe dinamiche soprattutto nel lungo periodo. Non è facile, ma va fatto per tenersi a galla di questi tempi... ottimi spunti!

Tags: