Il potere delle interviste!

il | Guadagnare online | 11 commenti

Si tende a dimenticare che il web è, appunto, una rete: un luogo di scambio e discussione, un luogo in cui potersi confrontare ed imparare, un luogo in cui si dovrebbe ascoltare prima ancora di parlare.

Dico questo perché un approccio che manca in moltissimi siti web, portali e blog è proprio quello di andare alla ricerca di nuovi pareri e innescare il confronto: uno strumento utilissimo per sviluppare conversazioni e – paradossalmente – aumentare i propri numeri online è far parlare gli altri, attraverso interviste.

Proprio qui su alVerde, nell’estate 2014, abbiamo fatto un esperimento: abbiamo deciso di intervistare blogger molto conosciuti e umilmente chiedere loro, tra le varie cose, come sono riusciti a costruire il proprio successo online e come poter fare sempre più visite online. Le interviste di cui parlo sono queste:

Stefano Mini: http://www.alverde.net/blog/licenziarsi-dal-lavoro-e-vivere-con-il-proprio-sito-intervista-a-stefano-mini/1415/

Andrea Giuliodori: http://www.alverde.net/blog/personalita-e-tanta-ricerca-la-ricetta-di-andrea-giuliodori-per-sfondare-online/1421/

Davide “Tagliaerbe” Pozzi: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-davide-tagliaerbe-lettura-e-personal-branding-per-guadagnare-online/1423/

Rosa Giuffrè: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-rosa-giuffre-essere-speciali-e-accendere-un-faro-su-se-stessi-sul-web-aiuta-eccome/1428/

Riccardo “Merlinox” Mares: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-riccardo-mares-tecnica-anima-la-ricetta-per-aver-successo-online/1434/

Riccardo “Skande” Scandellari: http://www.alverde.net/blog/sperimentare-per-costruire-una-community-e-fare-sempre-nuove-visite-intervista-a-skande/1439/

Rudy Bandiera: http://www.alverde.net/blog/cosa-vorreste-leggere-online-necessita-e-conversazione-le-chiavi-secondo-rudy-bandiera/1441/

Dario Vignali: http://www.alverde.net/blog/guadagnare-online-con-metodi-quasi-scientifici-intervista-a-dario-vignali/1446/

 

Intervistare fa bene a voi, al vostro sito e ai lettori

Ovviamente sono emersi aspetti interessantissimi, preferenze e anche pareri discordi tra loro: non c’è un’unica via per raccontare e raccontarsi su internet, ognuno può sviluppare il proprio percorso, pur tenendo bene a mente regole e buone pratiche per il successo.

Ma torniamo all’intervista in quanto strumento: i vantaggi di pianificare un “ciclo” di interviste sono davvero numerosi. Vediamoli…

  1. Imparare: ovviamente  si impara sempre dai migliori, quindi confrontarsi con persone che stimate, domandare loro trucchi e soluzioni, farsi raccontare la loro storia è un momento di formazione molto utile soprattutto per voi che ponete le domande.
  2. Contenuti di qualità per gli utenti: domande precise e risposte di valore da esperti non possono che costituire dei contenuti di grande qualità per gli utenti, che hanno la possibilità di “rubare” qualche segreto e conoscere punti di vista autorevoli su tematiche di interesse comune.
  3. Contenuti di qualità per i motori di ricerca: generalmente, le interviste possono essere anche molto lunghe. Grazie all’esperienza delle persone che intervistate, avrete la possibilità di produrre articoli corposi, ricchi di parole, che riempiono efficacemente il “campo semantico” di vostro interesse. Con maggiori possibilità che anche i motori di ricerca apprezzino l’intervista…
  4. Rispettate la prima grande regola dello scrivere online: “metterci la faccia”. In questo caso ci mettete la faccia voi come intervistatore e, ovviamente, l’intervistato. Ciò che è rilevante è, però, il fatto che date ai lettori un punto di vista personale, un’esperienza reale condita di emozioni e personalità. Questo è quello che le persone cercano online.
  5. Nuova visibilità “Social”: arrivate a nuovi target di utenti, potendo contare sui seguaci dell’intervistato e sulla probabile condivisione che l’intervistato farà sui propri canali Social Media.
  6. Link Building: contenuto di qualità + intervistato autorevole e noto sono un’ottima combinazione per rendere l’articolo attraente e facilmente “linkabile”.
  7. Networking: un ciclo di interviste vi consente di farvi conoscere non solo ai seguaci di tali personaggi meritevoli di intervista, ma anche verso gli stessi intervistati e potenziali influencer che gravitano attorno a persone e tematiche di grande interesse pubblico.
  8. Movimentate il vostro piano editoriale: i soliti post rischiano di stancare anche il lettore più affezionato. Portare un contenuto diverso, con punti di vista nuovi, non può che fare bene.

 

Insomma, le interviste sono uno strumento “win-win” da sfruttare online, per perseguire qualità dei contenuti, relazioni in rete e sempre nuove visite.

Visto che siamo in tema, ho il piacere di annunciare un nuovo ciclo di interviste sempre su alVerde: come di consueto, si partirà verso la primavera-estate. Quest’anno il focus del ciclo di interviste sarà molto probabilmente: come guadagnare online?

Se volete conoscere il parere di qualche persona in particolare, avete domande che vi ossessionano o siete custodi di una storia da raccontare sul guadagno tramite internet, scriveteci!

Commenti

  1. Ah ok ;) Certo, alcuni con queste cose fanno un po' i difficili (sì, ti fanno sudare per apporre una firma...)
    Intendevo nel tuo senso :) un contratto di cessione dei diritti è una prova della liceità dell'intervista, che onestamente serve di più per quelle scritte, su un'intervista video o audio è palese il concesso, ovviamente serve lo stesso la cessione dei diritti e per le modalità di utilizzo.
    C'è poi anche la questione della cessione diritti, insomma è più complicato. Rimane comunque un ottimo strumento
    Il fattore è quello, cioè, a chi devi intervistare? Diciamo che non è impossibile intervistare una top celebrity, magari anche via telefono qualcosa si può fare secondo me. A mio parere è tutto un fattore di legami e rapporti, ad esempio nello sport le persone più facili da intervistare sono i procuratori che accettano molto volentieri un'intervista o lasciare una dichiarazione, poi da li se si crea un rapporto si conosco altre persone, come giocatori e dirigenti.

    PS Inoltre i recapiti dei procuratori sono molto facile da reperire poiché sono liberi professionisti o società.
    Concordo anche qui. Dipende sempre dal campo, ovviamente. Posso dire che i web guru della comunicazione, chiamiamoli così, sono più propensi a farsi intervistare anche da siti neonati.

    Insomma, per un mio sito sulla moda, seppur molto letto, avrei diverse difficoltà a intervistare la Ferragni. Poi mi sbaglierò
    Oltre alla professionalità che c'è sempre bisogno in ogni campo e situazione, le interviste si differenziano tra loro come ho detto sopra, ovviamente anche fare un'intervista ad un esperto seo o ad un guru del web non è semplice se si presenta uno sconosciuto con un blog nato da un mese, stessa cosa per una testata giornalistica che sicuramente non intervista subito Al Pacino, ma intervista personaggi meno famosi che sono interessati comunque a farsi "pubblicità" e farsi conoscere, secondo me è tutto comparato alla propria celebrità e importanza.
    Io non credo che ci si scorda di chiedere pareri, semplicemente credo che molti non sono educati al farlo. Non si riesce a vedere la possibilità di ingaggiare delle utili interviste.
    Ci sono interviste e interviste, esempio banalissimo. Un sito di news sportive avrà sicuramente più difficoltà ad intervistare uno sportivo, mentre sarebbe più semplice intervistare un esperto seo.

Tags: