Guadagnare con liste mail e cellulare.. in anticipo | Intervista a Vincenzo Augurio di Big Data

il | Articoli, Guadagnare online | 0 commenti

Guadagnare con le liste mail e cellulare in anticipo Intervista a Big Data
Vincenzo Augurio, fondatore di bigdata.it

Abbiamo fatto qualche domanda a Vincenzo Augurio, fondatore di Big Data, una società italiana che, tramite un proprio algoritmo di profilazione, riesce ad ricavare valore da database, estrapolando singolarità statistiche dei profili in associazioni comportamentali. 

Di fatto, questo algoritmo potrebbe rispondere bene a un tema classico di tanti web marketer che perseguono il guadagno online, ossia:

“ho database di utenti e iscritti, ma non so come sfruttarli fino in fondo in ottica monetizzazione, senza fare spam”.

Un grande classico. Cerchiamo di capirci qualcosa di più…

Associare singolarità statistiche ai comportamenti degli utenti – intervista a Big Data

 

Vincenzo, come funziona il programma offerto da Big Data e rivolto a chi vuole guadagnare online?

Il funzionamento è molto semplice: attraverso una piattaforma proprietaria multicanale web che offre, oltre ai servizi di email, sms marketing  ed RTB advertising anche un innovativo servizio di notifiche push denominato Push Live Screen (PLS). Tutto questo consente ai nostri partner massima libertà e monetizzazione instantanea.

 

In che senso “monetizzazione instantanea”?

Instant Pay è il nostro modello, unico ad oggi in Italia, di pagamento anticipato a scatola chiusa. Noi siamo in grado di conoscere l’esatto valore di un database: chi lavora con noi è subito libero da problemi di insolvenza e può contare su un continuo supporto a 360 gradi su tutto ciò che riguarda il possesso e lo sfruttamento di un database, sia esso email, telemarketing o mobile.

 

Quali sono le prospettive di guadagno di un vostro partner?

Sicuramente il guadagno è rapportato alla qualità del database. Ad esempio alcuni dei nostri partner con un database di 1 milione di anagrafiche attive e 250.000 notifiche push possono guadagnare anche 240.000 euro all’anno scegliendo una soluzione “all media” (quindi che includa ad esempio notifiche push, email marketing, SMS marketing, display).

 

Strumenti talvolta sottovalutati come l’SMS Marketing e il Telemarketing sono ancora efficaci? Possono conferire un valore maggiore al dato?

Assolutamente. La completezza del dato è un elemento fondamentale nella definizione del valore intrinseco dello stesso. Più riusciamo a valorizzare un’anagrafica utente più il dato acquisisce rilevanza. Big Data è molto attenta a questi canali: siamo in grado di offrire, ad oggi, un database di oltre 6,5 milioni di record di utenze di telefonia mobile in Italia, tutte con esplicito consenso al direct marketing.

Attraverso analisi comportamentali e predittive analizziamo e studiamo i comportamenti, gli interessi, le preferenze degli utenti e la presenza sul canale del telemarketing e del SMS marketing ci consente di elaborare soluzioni integrate “all media” massimizzando i tassi di conversione. Entro la fine dell’anno miriamo a raggiungere 25 milioni di utenze attraverso il nostro programma Instant Pay che ci permetterà di affiliare numerosi partner.

 

Secondo voi il valore di una lista di e-mail è sottovalutato oppure no? Quanto vale un indirizzo e-mail oggi?

Dipende: come detto più il dato è completo più assume valore.

La presenza di un numero di telefono ed un indirizzo postale, ovviamente, conferiscono un valore maggiore al dato in quanto ci permettono di elaborare una migliore profilazione. Quando impostiamo una strategia di email marketing diamo un reale valore agli utenti solo se possiamo contare su una base di dati reali ed altamente profilati.

Ecco, il punto di forza di Big Data sta nella metodologia di lavoro analitica, nelle analisi predittive. Raccogliamo dati, li analizziamo, li profiliamo conferendogli un valore che da potenziale, diventa reale. In sostanza: il valore di un indirizzo email dipende interamente da come esso viene analizzato e gestito.

 

Come si può evitare di passare per “spammer”? Oggi non c’è il rischio di sovraccaricare gli utenti con comunicazioni considerate “fastidiose”?

Di nuovo torniamo alla rilevanza della comunicazione. Il marketing mirato è tutto: è l’unica soluzione.

Suddividendo l’utenza in macro e micro gruppi di comportamento riusciamo ad evitare comunicazioni ridondanti raffinandone le identità digitali. I nostri algoritmi proprietari e la nostra tecnologia di invio, che tiene conto di tutte le variabili tecniche che possono bloccare il traffico email, ci permettono di mantenere una reputazione alta e stabile nel tempo.

 

Quali sono gli strumenti più remunerativi per monetizzare un sito web?

Oltre i classici canali display, chi ha molto traffico dovrebbe attivare il nostro servizio denominato Push Live Screen (PLS) che permette di guadagnare anche 10.000 euro al mese con 300.000 utenti attivi senza dover aumentare il numero di banner sul sito.


Grazie Vincenzo!


Per Maggiori info:

 

 

[email protected]

02 49532548

Tags: